26/4/1986: il disastro nucleare di Chernobyl

0

Il 26 aprile 1986 alle ore 1:23, presso la centrale nucleare V.I. Lenin di Cernobyl in Ucraina, si verificò un’esplosione nel reattore 4 provocando uno dei più gravi incidenti della storia dell’energia nucleare. La nuvola di materiale radioattivo che fuoriuscì dal reattore contaminò pesantemente tutte le zone circostante rendendo necessaria l’evacuazione di circa 336.000 persone. Le nubi radioattive raggiunsero anche l’Europa orientale, la Scandinavia, toccando anche la Francia, la Germania, la Svizzera, l’Austria, l’Italia e i Balcani fino a porzioni della costa orientale del Nord America. Il disastro provocò un numero imprecisato di vittime, i morti causati dall’esplosione furono circa trenta, ma più gravi furono le conseguenze indirette: nella zona ci fu un forte aumento di casi di tumore negli abitanti della zona a causa delle radiazioni. 

Share.