“Bufale, vecchi problemi e nuove soluzioni” se ne parlerà a Fiera Agricola con il consigliere regionale con delega all’agricoltura Franco Alfieri

0

SAN MARCO EVANGELISTA – ‘Bufale, vecchi problemi e nuove soluzioni’, è questo il tema del convegno organizzato dall’associazione RIS (Ricerca, Innovazione e Sviluppo) Bufala che si svolgerà domenica 28 aprile, a partire dalle ore 10:00, nell’ambito della 14esima edizione dI Fiera Agricola a San Marco Evangelista. Il comparto bufalino di Terra di Lavoro ha attraversato, nel recente passato, un vero e proprio periodo buio a causa delle emergenze ambientali e sanitarie.

Da allora, grazie agli sforzi degli allevatori e degli enti sanitari, si opera costantemente non solo per la crescita economica delle imprese ma anche alla crescita del ‘sapere’, per meglio operare e mettere in sicurezza gli allevamenti e, conseguentemente, le produzioni derivate dalla mungitura dell’oro bianco.

Una filosofia imprenditoriale che mira al raggiungimento del benessere bufalino con la consapevolezza che animali ‘felici’ producano più latte e di maggiore qualità. Di tutte questo e molto altro discuteranno, a Fiera Agricola, Carlo Ferrara (‘La situazione epidemiologica in provincia di Caserta’); Agostino Casapullo (‘Gli enti selezionatori e i nuovi orientamenti comunitari’); Domenico Raimondo, Presidente del Consorzio di tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop (‘Un territorio da valorizzare, promuovere e proteggere’); e Antonio Limone, Presidente dell’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno (‘Interventi programmati e risolutivi per un territorio libero da malattie infettive).

Modererà l’incontro Angelo Coletta, Direttore Generale di Ris Bufala, e a concludere i lavori sarà Franco Alfieri, consigliere del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, per le Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e Caccia e Pesca. A quest’ultimo il compito di tracciare un sunto non solo di quanto l’ente regione ha fatto in passato e sta facendo in questi mesi per il comparto ma anche, e soprattutto, cosa la Regione farà per garantire un approccio sistemico alle soluzioni delle criticità del settore bufalino.

Share.