Caserta: Comune aderisce alla Giornata Mondiale della Consapevolezza

Pubblicato in Attualità
Martedì, 07 Marzo 2017 18:11

Il Comune di Caserta aderisce alla Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'autismo. I monumenti cittadini saranno illuminati di blu.

Il Comune di Caserta ha aderito ufficialmente alla "Giornata mondiale per la consapevolezza dell'autismo", istituita nel 2007 dall'Assemblea Generale dell'Onu e prevista per il prossimo 2 aprile. Su iniziativa dell'assessore all'Innovazione nei Servizi Demografici e nei Rapporti con il Cittadino, Rita Martone, e su impulso della consigliera comunale, Maddalena Corvino, la Giunta ha approvato una delibera con la quale si è sancita l'adesione dell'Ente all'iniziativa delle Nazioni Unite.

Si tratta della prima volta per la città di Caserta, che, nell'ambito della manifestazione, si prepara ad organizzare alcuni eventi per focalizzare l'attenzione su questo importante tema. Così come avverrà in tutte le realtà coinvolte nell'iniziativa, anche a Caserta i monumenti più rappresentativi saranno illuminati di blu, in ossequio alla campagna "Light it up blue" (Illuminalo di blu) per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla problematica dell'autismo.

Nella giornata del 2 aprile, quindi, sono in programma diversi eventi. In primo luogo, si svolgerà una fiaccolata, un corteo che partirà da piazza Vanvitelli per concludersi in piazza Carlo III. Inoltre, sarà chiesto alla Soprintendenza di autorizzare l'illuminazione con il colore blu della facciata della Reggia per dare una visibilità ancora maggiore alla Giornata. Infine, al Belvedere di San Leucio verrà organizzato un incontro sull'autismo, alla presenza di specialisti esperti nelle più importanti metodologie di trattamento della patologia, di rappresentanti dell'Istituto Superiore di Sanità e di amministrazioni pubbliche.

In corrispondenza con questo evento, il Comune ha inteso lanciare un appello a tutte le associazioni impegnate sul tema dell'autismo ed attive non solo nella provincia di Caserta ma in tutta la regione affinché collaborino con l'Ente nella promozione di iniziative utili a dare sempre maggiore attenzione a tale questione. 

"Il Comune di Caserta – ha spiegato il sindaco, Carlo Marino – è sempre attento alle esigenze dei più deboli in quanto per la nostra Amministrazione la priorità assoluta è costituita dalla protezione sociale. Per la prima volta la nostra città aderisce alla Giornata mondiale per la consapevolezza dell'autismo e questo rappresenta un passo importante per contribuire a sensibilizzare le persone su una tematica così importante. Sono convinto che, grazie al coinvolgimento di tutte le associazioni attive su questo tema, riusciremo presto ad ottenere risultati importanti".

Comune Caserta alla Regione: nessun impianto a Lo Uttaro

Pubblicato in Attualità
Giovedì, 26 Gennaio 2017 16:31

Il Comune di Caserta ha comunicato alla Regione la decisione di non procedere più alla realizzazione di un impianto di trattamento e smaltimento dei rifiuti umidi nella zona di "Lo Uttaro", dove si registra la presenza di quattro discariche ormai dismesse, utilizzate prima e durante l'emergenza rifiuti.

La località al sud del capoluogo sorge inoltre a pochi chilometri dal costruendo policlinico universitario. Il sindaco di Caserta Carlo Marino ha ufficializzato la posizione dell'amministrazione nel corso della riunione istituzionale convocata a Palazzo Santa Lucia dal Presidente Vincenzo De Luca e dal suo vice, nonché assessore all'Ambiente, Fulvio Bonavitacola.

"La Regione - spiega Marino - ha preso atto della nostra indicazione, concedendoci del tempo per proporre una nuova sede per costruire un impianto di compostaggio. In tal senso stiamo ragionando su un'altra area da destinare a questa funzione. Intendo fare un percorso insieme all'Università, al fine di garantire la massima trasparenza e qualità nella realizzazione di questa opera strategica per la città di Caserta".

"Questi impianti - aggiunge - sono completamente ecosostenibili, non inquinano e ci consentono di risparmiare moltissimo per quanto concerne lo smaltimento della frazione umida. Ciò significa abbassare notevolmente la tariffa rifiuti a carico dei cittadini. È un'occasione che non possiamo permetterci di perdere; altri Comuni a noi vicini sono già pronti a candidarsi qualora Caserta dovesse rinunciarvi" conclude Marino. 

Caserta: installazioni pubblicitarie abusive, partita la rimozione ad opera del Comune

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 11 Gennaio 2017 16:28

Ha preso il via dalla zona Nord-Est di Caserta l'attività di rimozione delle installazioni pubblicitarie abusive presenti in città. Stamani, infatti, il lavoro congiunto compiuto da tecnici del Settore Attività Produttive, Polizia Municipale e Cet (ex settore Manutenzione) è iniziato da via Cappuccini, proseguendo nelle zone limitrofe, ovvero quelle comprendenti via Amendola, via SS. Nome di Maria e le aree circostanti, incluse quelle adiacenti l'ospedale civile.

Particolare attenzione è stata dedicata alla rimozione di tante preinsegne e frecce direzionali abusive, recanti pubblicità di attività private e ubicate a ridosso di segnaletica stradale ufficiale. I cartelli abusivi ostacolano la corretta visione e creano anche problemi di pericolosità alla circolazione stradale.

Si è deciso di partire da questa zona della città in quanto qui è concentrato il maggior numero di installazioni abusive. Nei prossimi giorni l'attività proseguirà in ogni quartiere e rione di Caserta, a partire dalle frazioni, dove pure non mancano le pubblicità non autorizzate.

L'operazione iniziata questa mattina, e che proseguirà ininterrottamente fino alla rimozione di tutte le installazioni abusive, è imponente. Basti pensare che al termine dell'attività saranno tolti oltre 1000 cartelli pubblicitari abusivi dislocati in tutte le zone della città e resteranno, naturalmente, solo quelli autorizzati, che al momento risultano essere poco meno di 20.

Questo provvedimento fa seguito ad una delibera di Giunta approvata a settembre su proposta dell'assessore alla Programmazione dello Sviluppo Produttivo della Città, Pietro Riello, e che si poneva l'obiettivo di inventariare, riorganizzare e razionalizzare gli impianti pubblicitari esistenti, rimuovendo le installazioni abusive e ristabilendo una situazione disciplinata e decorosa nel comparto. A novembre, poi, il Comune aveva pubblicato (anche sul sito internet dell'Ente) un avviso con il quale si invitavano i proprietari dei cartelli a rimuovere la segnaletica abusiva.

"Si tratta – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – di un'azione estremamente importante e significativa. Con la rimozione di queste installazioni pubblicitarie abusive ripristiniamo la legalità in un settore in cui troppo spesso sono state adottate procedure poco lineari e che non hanno tenuto conto delle regole. In questo modo l'Amministrazione Comunale intende dare un segnale preciso. La nostra deve essere una città normale, dove le leggi esistono e si rispettano. Ed è proprio partendo da queste cose e dal ripristino delle regole del vivere civile che possiamo risalire la china e puntare ad una crescita complessiva, sotto tutti i profili".

"Il nostro obiettivo – ha aggiunto l'assessore alla Programmazione dello Sviluppo Produttivo della Città, Pietro Riello – è duplice: da un lato far rispettare le regole, e in particolare quelle previste dal Codice della Strada, così da garantire anche la sicurezza dei cittadini, dall'altro assicurare un'adeguata vivibilità a tutte le zone della città, rimuovendo tutto ciò che la sporca o la deturpa. Per noi il decoro urbano è un'assoluta priorità e intendiamo andare avanti senza esitazioni su questo argomento".

Casapulla: Comune attiva il "Bonus Cultura" dedicato ai nuovi 18enni

Pubblicato in Territorio
Giovedì, 05 Gennaio 2017 19:38

Attivato il Bonus cultura al Comune di Casapulla. A parlarci dell'iniziativa dell'amministrazione comunale capeggiata dal sindaco Michele Sarogni, è l'assessore alla Pubblica istruzione e alla Cultura Anna Di Nardo che afferma: «Abbiamo inviato una lettera a tutti i neo diciottenni di Casapulla, illustrando il procedimento per ottenere il 'Bonus Cultura', una misura del ministero dei Beni e delle Attività culturali, creata ad hoc per i nati nel 1998.

L'iter consente di creare il voucher di 500 euro, da spendere in libri, teatro, concerti ed altre attività culturali. Abbiamo inviato una lettera informativa ai 95 diciottenni di Casapulla e predisposto, presso gli uffici comunali, uno sportello dedicato al progetto, a cui i cittadini potranno rivolgersi. La registrazione per partecipare all'iniziativa deve essere effettuata entro il 31 gennaio 2017, mentre il buono può essere speso entro il 31 dicembre 2017, presso gli esercenti che hanno aderito al progetto».

Caserta: allerta meteo, annullati gli eventi programmati dal Comune

Pubblicato in Attualità
Giovedì, 05 Gennaio 2017 16:01

A causa dell'allerta meteo diramata dalla Protezione Civile della Regione Campania e che riguarderà la città di Caserta a partire dalla giornata di oggi e fino a domenica 8 gennaio, il Comune ha deciso di annullare tutti gli spettacoli organizzati dall'Ente che sono inclusi nel cartellone della rassegna "Natale di Gusto" e che sono programmati per le giornate del 5 e 6 gennaio.

In particolare, non avranno più luogo, e si terranno in una data che verrà comunicata nei prossimi giorni, tre eventi.

Nel dettaglio, si tratta del concerto, previsto oggi a partire dalle 19 in piazza Gramsci, di alcune band emergenti di giovani casertani, ma soprattutto di due manifestazioni calendarizzate per domani 6 gennaio.

Nello specifico, non si terranno i due spettacoli delle fontane danzanti previsti alle 17,30 e alle 20 in piazza Carlo III e il concerto di Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana, programmato per le 20,30 in piazza Gramsci.

Tutti gli eventi verranno riproposti in un'altra data e il rinvio è stato deciso dal Comune di Caserta per tutelare i cittadini, in previsione di una massiccia affluenza di pubblico. I disagi derivanti da condizioni climatiche particolarmente avverse, infatti, avrebbero costituito un considerevole fattore di rischio per tutti coloro i quali avrebbero deciso di partecipare agli eventi.

Eventi davanti Reggia Caserta: scontro Comune-Sovrintendenza

Pubblicato in Attualità
Giovedì, 29 Dicembre 2016 16:34

Prima la pista di ghiaccio tipo Cortina, poi le fontane danzanti con i giochi d'acqua, quindi il palco che occupa parte della strada di accesso. Sono giorni a dir poco complicati a Caserta per i rapporti tra la Reggia Vanvitelliana e la Sovrintendenza da un parte, e l'amministrazione cittadina dall'altra, con quest'ultima che - fanno notare dagli uffici della direzione del Museo patrimonio dell'Unesco - organizza eventi per il Natale davanti al Palazzo Borbonico senza raccordarsi con il padrone di casa, il direttore Mauro Felicori e, in un caso, senza neanche chiedere il parere alla Sovrintendenza retta da Salvatore Buonomo.

Per le tre iniziative in questione, inserite nel cartellone della kermesse casertana "Natale di Gusto", Buonomo, che per legge deve rilasciare pareri e autorizzazioni per ogni evento che si svolge nei pressi di un bene culturale come è appunto la Reggia, ammette che per "le fontane danzanti - poste in pizza Carlo III davanti alla facciata principale della Reggia - la pec del Comune di Caserta con la richesta di autorizzazione è arrivata alla nostra casella appena un'ora prima dell'inizio dell'evento, per cui la prima serata non è stata autorizzata; forse andavano di fretta, ma ora invieremo al Comune una nota in cui detteremo delle prescrizioni; fin da subito però - prosegue Buonomo - invito il sindaco Carlo Marino a riflettere sul fatto che per per ogni evento che si svolge davanti alla Reggia andrebbero coinvolte tanto la Sovrintendenza, che per legge deve rilasciare pareri, che la Direzione del Museo Reggia, anche perché l'evento deve tener conto della pregevolezza architettonica del Palazzo Reale.

Per la pista di ghiaccio, posta fino a pochi giorni fa nella piazza attigua all'ingresso principale della Reggia, avevamo dettato altre prescrizioni all'amministrazione comunale, chiedendo che la struttura andasse installata sul marciapiede di piazza Gramsci, ma così non è stato. E' giusto organizzare eventi per il Natale, ma nel rispetto delle norme" conclude Buonomo.

La pista, poggiata sul manto stradale, ovvero sull'antico basolato, è stata rimossa e al suo posto è spuntato un grande palco. Dal canto suo Felicori aveva già criticato la scelta di realizzare la pista di ghiaccio con un post polemico pubblicato su Facebook: "Una pista per il pattinaggio su ghiaccio davanti alla Reggia - aveva scritto - per di più corredata talvolta da musica da luna park, sta bene come starebbe bene davanti a San Pietro"; sugli altri eventi Felicori ha preferito non commentare.

Il sindaco Marino parla di "equivoci con la Sovrintendenza relativi alla comunicazione di alcuni eventi, su cui però abbiamo fornito gli opportuni chiarimenti"; sul mancato raccordo con la Reggia per l'organizzazione degli eventi, Marino afferma invece che "la sinergia è fondamentale ma sugli eventi di questo Natale in effetti siamo andati da soli, così come ha fatto la Reggia con il suo cartellone, per il quale non c'è stato alcun raccordo con il Comune" conclude il primo cittadino.

Caserta: cultura e valorizzazione del verde urbano, firmato protocollo tra Comune e Ordine Agronomi Forestali

Pubblicato in Attualità
Venerdì, 23 Dicembre 2016 14:36

Caserta - Avviare una collaborazione per le attività di promozione della cultura del verde, dei giardini storici e delle piante monumentali, di valorizzazione sociale degli spazi comuni e di gestione sostenibile della città. E' l'obiettivo del Protocollo d'Intesa firmato tra l'Amministrazione comunale di Caserta, rappresentata dal sindaco Carlo Marino e dall'assessore all'Ambiente ed Ecologia Camillo Federico, dal presidente dell'Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali, Andrea Sisti e dal presidente provinciale dell'Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali di Caserta, Giuseppe Maccariello.

Il protocollo di intesa – si legge nel documento - stabilisce una cooperazione attiva tra le parti, nelle loro rispettive responsabilità, capacità, competenze, che miri allo sviluppo della consapevolezza dei cittadini sul tema della gestione del patrimonio verde della città. È, inoltre, intendimento comune operare congiuntamente al fine di promuovere i principi contenuti nella legge 14 gennaio 2013 n. 10, "Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani" attraverso iniziative culturali, informative e formative.

In particolare si intende promuovere iniziative di informazione e di concorsi di idee basati sull'innovazione nelle forme di pianificazione, progettazione e gestione del verde pubblico e privato attraverso la realizzazione workshop e convegni nell'ambito del territorio comunale.

Caserta: impianto di compostaggio, Giunta approva delibera riguardanti indicazioni consiglio comunale

Pubblicato in Attualità
Martedì, 15 Novembre 2016 18:32

Caserta - La Giunta Comunale ha approvato la delibera che prevede la realizzazione di un impianto per il trattamento della sola frazione umida dei rifiuti, recependo le indicazioni fornite nel corso dell'ultimo Consiglio Comunale. Coerentemente con quanto stabilito durante l'Assise cittadina, la delibera, proposta dall'assessore ai Servizi al Cittadino, Francesco De Michele, ha stabilito che la Giunta si impegni a realizzare un impianto di compostaggio, ovvero che si limiti al recupero e alla valorizzazione energetica della sola frazione umida dei rifiuti.

Al tempo stesso, è stata manifestata, all'interno della delibera, la disponibilità ad individuare eventuali nuovi siti nei quali realizzare l'impianto, che siano alternativi alla zona Lo Uttaro, inizialmente designata come sede nella quale far sorgere l'impianto.

Tale scelta, poi, sarà effettuata in collaborazione con l'Arpac, la Sogesid, la Regione Campania e i progettisti.

Altri due elementi importanti, previsti dal provvedimento approvato oggi in Giunta, sono la disponibilità del sindaco e degli assessori a costituire un gruppo di lavoro maggioranza/minoranza finalizzato ad informare in progress i consiglieri comunali sulle varie fasi del procedimento di realizzazione dell'impianto e la volontà di coinvolgere le amministrazioni dei Comuni limitrofi, informandole costantemente sul lavoro in corso di svolgimento al fine di costruire l'impianto.

"Con questa delibera – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – abbiamo recepito tutte le istanze provenienti dal Consiglio Comunale, sia da parte dei rappresentanti della maggioranza che di quelli della minoranza. Sin dall'inizio abbiamo insistito sulla necessità di dotare Caserta di un impianto per il trattamento della frazione umida dei rifiuti, che comporterà un risparmio notevole per i cittadini, con un sensibile abbassamento della tariffa, e tutelerà la città da eventuali situazioni di difficoltà e di emergenza legate al conferimento dell'umido presso le diverse piattaforme.

Siamo pronti a discutere in merito alla localizzazione dell'impianto di compostaggio, ma la cosa fondamentale è una: questa struttura sarà pubblica, sarà gestita in maniera trasparente e potrà essere utile alla città di Caserta e a diversi comuni limitrofi".

Cesa: blitz dei Carabinieri in Comune

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 05 Ottobre 2016 16:15

Dovranno rispondere di truffa aggravata ai danni dello Stato, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falsa attestazione di presenza in servizio i due dipendenti del Comune di Cesa, nel casertano, che nella mattinata odierna, a seguito di un controllo eseguito dai Carabinieri, sono risultati assenti durante l'orario di servizio.

Si tratta di un 60enne e di un 54enne, del posto. Il primo addetto alla segreteria del Sindaco, mentre, il secondo, lavoratore socialmente utile ed addetto al servizio di portineria del Comune.

Erano le 10.00 circa di questa mattina quando i Carabinieri del locale Comando Stazione di Cesa e della Sezione Operativa del Reparto Territoriale di Aversa, hanno effettuato l'accesso presso gli uffici ed locali del citato Comune per eseguire un controllo su eventuali assenteisti.

Al termine del controllo è emerso, per l'appunto, che i due dipendenti, pur ritrovandosi con il cartellino regolarmente timbrato, non erano presenti al proprio posto di lavoro. Per loro è scattata la denuncia all'Autorità Giudiziaria.

Casapulla: tiroide, convenzione dell'Ente Comune con lo studio medico Nicomed

Pubblicato in Territorio
Mercoledì, 31 Agosto 2016 14:08

'Controlla la tua tiroide': è questo è il messaggio che l'amministrazione di Casapulla vuole lanciare in occasione dei mesi della prevenzione. Il Comune, diretto dal sindaco Michele Sarogni, ha sottoscritto, per il periodo settembre-ottobre, una convenzione con lo studio medico 'Nicomed' del dottore Giancarlo Nicosia, con sede in via Gran Bretagna, angolo via Irlanda, a Santa Maria Capua Vetere.

Il progetto è riservato a tutti i cittadini residenti a Casapulla, i quali potranno ricevere una prestazioni di diagnostica ecografica della tiroide al prezzo di 10 euro invece di 70, e un servizio di ecografia interventistica e di diagnostica citologica al prezzo di 50 euro invece di 120.

Pagina 1 di 3

Salute e Benessere

Moda e Tendenze

da queste pARTI

JoomShaper