Articoli filtrati per data: Gennaio 2017
Sabato, 21 Gennaio 2017 10:26

21 gennaio 1944: nasce Uto Ughi

Uto Ughi, violinista italiano, è nato a Busto Arsizio il 21 gennaio 1944. Ha mostrato uno straordinario talento fin dalla prima infanzia: all'età di sette anni si è esibito per la prima volta in pubblico. Ha iniziato le sue grandi tournèes europee esibendosi nelle più importanti capitali europee. Da allora la sua carriera non ha conosciuto soste. Ha suonato in tutto il mondo, nei principali Festival con le più rinomate orchestre sinfoniche tra cui: la Concertgebouw di Amsterdam, la Boston Symphony Orchestra, la Philadelphia Orchestra, la New York Philharmonic, la Washington Symphony Orchestra e molte altre, sotto la direzione di maestri quali: Sargent, Celibidache, Colin Davis, Leitner, Prêtre, Rostropovich, Sinopoli, Sawallish, Mehta, Masur, Barbirolli, Cluytens, Chung, Ceccato, Maazel.

Considerato tra i maggiori violinisti del nostro tempo, Uto Ughi è un autentico erede della tradizione che ha visto nascere e fiorire in Italia le prime grandi scuole violinistiche. Il 4 settembre 1997 il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro gli ha conferito l'onorificenza di Cavaliere di Gran Croce per i suoi meriti artistici. Nell'Aprile 2002 ha ricevuto la Laurea Honoris Causa in Scienza delle Comunicazioni. Auguri per il compleanno Maestro. 

Pubblicato in Accadde Oggi
Sabato, 21 Gennaio 2017 10:16

Risotto agli spinaci

Risotto agli spinaci

Ingredienti: 200 grammi di riso integrale, 2 cipolle, 300 grammi di spinaci cotti, brodo vegetale, olio extra vergine di oliva, pepe.

Preparazione: Fate rosolare il riso in una casseruola con un pò di olio per circa 10 minuti. Versate il brodo e un pò di pepe macinato al momento e cuocete per circa 30 minuti. Nel mentre mettete in una padella un pò di olio diluito con del brodo vegetale e fate soffriggere le cipolle tritate, unite gli spinaci tritati e lasciate che prendano sapore. A cottura ultimata del riso condire con la salsa di spinaci e servire caldo con una macinata di pepe.

Pubblicato in Lara Gusta

Un bambino di quattro anni è stato colpito da meningite a Cava de' Tirreni (Salerno), e si trova ricoverato in terapia intensiva nell'ospedale Cotugno di Napoli. La prognosi è riservata, ma secondo quanto si apprende il piccolo non sarebbe considerato in pericolo di vita. Il sindaco di Cava, Vincenzo Servalli, ha disposto l'immediato avvio della profilassi per tutti i soggetti interessati, in particolare per i bambini che frequentano la stessa scuola dell'infanzia. Il plesso scolastico domani sarà oggetto di una pulizia straordinaria.

Pubblicato in Cronaca

Si svolgeranno domani, sabato 21 gennaio i funerali di Mario Poltronieri, voce storica della Rai per i Motori, morto a Milano all'età di 87 anni. La cerimonia funebre si svolgerà presso la Chiesa Parrocchiale di Camnago, una frazione di Lentate sul Seveso, in provincia di Monza, in via Vittorio Veneto.

Pubblicato in Attualità

Martedì 24 gennaio, a partire dalle ore 9, presso la sala consiliare 'Vescovo Michele Natale' di Casapulla, ci sarà un corso di formazione sulla Legge anticorruzione 190/12 e le modifiche introdotte dal decreto 97 del 2016 per i Comuni.

L'incontro, organizzato dall'Ente di Piazza Municipio in collaborazione con la 'Wolters Kluwer', è rivolto agli amministratori e dipendenti di Casapulla, Macerata Campania e Capodrise.

Il corso, innovativo e teorico-pratico, sarà diviso in diverse sezioni. Si parte da quella dedicata ai principi ispiratori della Legge 190 del 2012. Subito dopo si affronteranno temi legati alla prevenzione e alla trasparenza nella gestione amministrativa. L'ultima parte sarà incentrata sulla nuova disciplina che regola gli appalti e sulle direttive comunitarie sancite dal decreto legislativo numero 50 del 2016. Le lezioni saranno tenute da Rossana Turturiello, specialista in materia di anticorruzione.

 

Pubblicato in Territorio

Così ai quarti di finale

La prossima settimana si disputeranno le prime due gare valide per i quarti di finale di Coppa Italia. Martedì 24 gennaio si gioca Napoli-Fiorentina; il giorno successivo, mercoledì 25, si terrà la rivincita della Supercoppa Italiana, Juventus-Milan.

Sette giorni dopo gli ultimi due quarti: martedì 31 gennaio toccherà ad Inter-Lazio, mentre il 1° febbraio la vincente di Roma-Cesena. 

La Coppa Italia è un trofeo ambito dalle squadre italiane, poiché chi si laurea vincitore ha la garanzia di un posto in Europa League. Lo scorso anno la vittoria andò alla Juventus di Massimiliano Allegri, che superò nella finalissima il Milan.

Napoli-Fiorentina (24 gennaio)
Juventus-Milan (25 gennaio)
Inter-Lazio (31 gennaio)
Roma-Cesena (1 febbraio)

Pubblicato in Sport

Aggredito, nella sede del Comune, il sindaco di Boscoreale (Napoli) Giuseppe Balzano. É stata una donna, accompagnata dal marito, a colpirlo procurandogli una ferita ad una mano ed una contusione al polso oltre che ad insultarlo. Nel trambusto, è stato aggredito anche il consigliere comunale Ernesto Fiore, intervenuto per difendere il primo cittadino. Entrambi sono in ospedale per accertamenti. Al momento non sono noti i motivi che hanno spinto la cittadina boschese all'aggressione. Neanche lo stesso primo cittadino riesce a trovare una spiegazione. "Non mi spiego il motivo di così tanta violenza. É inaccettabile ­ ha detto prima di andare in ospedale ­ tuttavia, che per qualsivoglia ragione una cittadina che, senza alcun appuntamento, ha avuto libero accesso alla Casa Municipale, possa aver compiuto un simile gesto. Sono stato e sarò sempre disponibile a colloquiare con chiunque cittadino, ma non posso più tollerare che si verifichino casi del genere che mettono a repentaglio la mia incolumità fisica e quella di altri amministratori".

Pubblicato in Cronaca

Non hanno risposto alle domande del Gip l'ex sindaco di San Felice a Cancello (Caserta) Pasquale De Lucia e il suo ex capo staff in Provincia e Regione Rita Di Giunta, ex consigliere comunale a Castel Volturno: entrambi sono finiti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere mercoledì scorso nell'ambito di un'inchiesta della Dda di Napoli che ha accertato l'infiltrazione del clan Zagaria nella gestione degli appalti del Comune guidato da De Lucia. Per loro l'accusa è di concorso esterno in camorra, e di associazione per delinquere finalizzata ad un serie di reati contro la pubblica amministrazioni commessi in concorso con altri amministratori di San Felice, tra cui l'ex consigliere Clemente Biondillo (finito in carcere), e l'ex segretario comunale Alfredo Pane (è ai domiciliari). De Lucia, difeso da Mario Griffo e Federico Simoncelli, si è presentato al Gip con le stampelle e in non buone condizioni psicofisiche, e si è avvalso della facoltà di non rispondere; la Di Giunta, assistita da Mario Griffo e Raffaele Crisileo, ha invece reso dichiarazioni spontanee nella quale ha preso in sostanza le distanze da ambienti camorristici, affermazioni che si scontrano con quanto emerso dalle indagini dei pm napoletani Catello Maresca e Alessandro Milita.

Pubblicato in Cronaca

"A San Siro sarà un banco di prova importante e feroce, sia per il Napoli che per il Milan". Maurizio Sarri inquadra il match di San Siro conferendo alla sfida grande spessore anche psicologico. Una gara che il tecnico ritiene molto delicata.

Mister partiamo dalla visita di Maradona. Quali emozioni ha provato?

"Ero più commosso che emozionato. Maradona rappresenta il calcio e rappresenta il Napoli. Nessuno nella mia generazione non ha ammirato Diego perchè è un idolo assoluto che ha coinvolto anche le nuove generazioni"

"Spero che queste sensazioni speciali le abbia lasciate anche ai calciatori, penso che avere accanto un personaggio così immenso possa darci tanta iniezione di forza e determinazione".

Ancelotti ha detto che lei rappresenta una icona per il modo in cui interpreta il calcio:

"Ringrazio Ancelotti per le parole ma io icona non mi sento e non mi sentirò mai. Ancelotti è uno degli allenatori più importanti e vincenti nel mondo ed avere belle parole da parte sua fa enorme piacere".

Napoli che va a Milano con una emergenza difesa:

"L'emergenza difesa c'è stata tutta la settimana, ci siamo allenati con difensori della Primavera. Albiol ha qualche linea di febbre, Tonelli ha fatto oggi tutta la seduta, domani mattina vedremo com'è la condizione generale. Purtroppo abbiamo due difensori impiegati in Coppa d'Africa e questo è un ulteriore ostacolo al momento per la linea difensiva".

Che gara si attende a San Siro?

"Sarà una partita difficilissima che potrà dirci a che punto siamo come maturazione. Il Milan sta facendo benissimo ed in casa è molto forte. Hanno ricompattato l'ambiente e sono in grande condizione. Noi dobbiamo valutare se mentalmente abbiamo fatto passi avanti"

"Quest'anno siamo di fronte ad un campionato strano in cui non si può sbagliare nulla e in cui bisogna vincere gli scontri diretti perché la media delle prime 5 squadre è altissima. Per questi domani ci aspetta una sfida delicata e molto indicativa".

Milan che ha in Suso e Bonaventura due calciatori in grande evidenza:

"Sono due giocatori forti che saltano l'uomo, che sanno entrare nelle linee, sono due uomini di alto livello tecnico ed il pericolo è concreto per noi. Ripeto che ci aspetta una partita feroce sia per noi che per loro".

Si affrontano due squadre che giocano un bel calcio. Sarà più un match di fioretto o di sciabola?

"Come ogni partita ci saranno i momenti del fioretto e quelli della sciabola. Il Milan è una squadra che può crearci problemi in ogni momento, quindi bisognerà leggere bene la gara sempre".

Come sta Pavoletti?

"Pavoletti mi sembra stia progredendo ma deve lavorare ancora per arrivare al top della condizione".

Infine una battuta su Maradona. Dove giocherebbe Diego in questo Napoli?

"Dove vuole lui. E' l'unico giocatore che può vincere le partite da solo. Per Maradona non conta il modulo, basta che la squadra sia organizzata. Poi in campo Diego sapeva fare sempre la differenza in qualsiasi posizione".

 

Pubblicato in Sport

Milan-Napoli sarà seguita in tutto il Mondo. Secondo i dati comunicati da MP&Silva, saranno circa un miliardo i telespettatori potenziali dell'incontro di San Siro. La diffusione del segnale sarà capillare e riguarderà tutti i 5 continenti.

Da segnalare che il big match sarà trasmessa anche in Paesi colpiti dalla guerra, quali la Libia, il Sudan, l'Iraq, la Siria e l'Afghanistan.

Attesa per la sfida anche in Cina (CCTV il broadcaster), Australia (Bein Sport), Usa e Sudamerica (Rai Sport International).

 

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 46

Salute e Benessere

Moda e Tendenze

Cerco Lavoro

da queste pARTI

JoomShaper