Notizie dal Territorio Alto Casertano

Alla famiglia di una vittima innocente della camorra la casa confiscata a un boss del clan Gionta. Accade a Torre Annunziata (Napoli) dove l'amministrazione comunale del sindaco Giosuè Starita ha consegnato le chiavi dell'appartamento una volta nella disponibilità di Aldo Agretti (condannato per associazione camorristica nell'ambito del processo denominata Alta Marea) a Carmela Sermino, vedova di Giuseppe Veropalumbo, ucciso da un proiettile vagante la notte di Capodanno del 2007. La donna, insieme alla figlia Ludovica, è in prima linea nell'associazione delle vittime innocenti di camorra. Aldo Agretti, 44 anni, è invece il cugino di Aldo Gionta e figlio di "zi' Carmelina", sorella del boss Valentino. La signora aveva inoltrato più richieste per la disponibilità di un alloggio, in considerazione del suo stato di disagio, anche alla luce di recenti atti di danneggiamento di cui è rimasta vittima, che potrebbero rappresentare una possibile incompatibilità ambientale nella città dove vive.

Pubblicato in Cronaca

Due scosse di terremoto, la prima di magnitudo 1.9 e una seconda in rapida successione di 2.3, si sono verificate a Casamicciola, a Ischia, alle 20,11 e 12 secondi e alle 20,11 e 29 secondi. L'evento sismico è stato confermato dal prof. De Natale dell'Osservatorio Vesuviano di Napoli, che ha specificato che l'evento sismico si è verificato a una profondità di due chilometri. "Abbiamo sentito prima un forte boato ed a seguire la terra è tremata" racconta il comandante della Polizia Municipale di Lacco Ameno, capitano Raffaele Monti. "Subito dopo una seconda scossa che ha fatto tremare l'abitazione" conclude Monti. Molti abitanti sono usciti in strada per paura".

Pubblicato in Cronaca

L'incendio che si è registrato l'altra notte nel reparto di Salute Mentale dell'ospedale 'Santa Maria delle Grazie' di Pozzuoli (Napoli), forse causato "da un comportamento inappropriato di un degente", ha comportato la sospensione dei ricoveri di pazienti sottoposti a Trattamento sanitario obbligatorio. Per fronteggiare le emergenze la Direzione sanitaria ha predisposto l'attività ambulatoriale in un'altra struttura del nosocomio. L'episodio "che non ha prodotto gravi ripercussioni per l'efficace intervento del personale del reparto avvalsosi delle dotazioni antincendio della struttura", informa la direzione sanitaria, si è verificato in un salotto per i pazienti ospitati dal Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura, in un edificio separato dagli altri reparti di degenza. L'incidente non ha causato danni ai pazienti e al personale in servizio. Non è stato ancora possibile quantificare i danni in quanto sono in corso le verifiche della funzionalità di impianti elettrici e tecnologici.

Pubblicato in Cronaca

E' clinicamente morto, in ospedale, Vittorio Vastarello, l'uomo di 43 anni, ferito gravemente in un agguato avvenuto nella tarda mattinata in via San Vincenzo, nel quartiere Sanità, a Napoli. Vastarello è stato raggiunto da diversi colpi: gravissima la ferita rioportata all'arteria femorale che gli ha fatto perdere molto sangue. L'uomo è stato anche sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Sul posto sono giunti gli agenti della polizia scientifica e quelli della squadra mobile che hanno avviato le prime indagini. La zona nei mesi scorsi è stata teatro di agguati e scontri tra clan per il controllo delle attività criminali. Vittorio Vastarello è fratello di Giuseppe, ucciso insieme col cognato, Salvatore Vigna, in un agguato avvenuto la sera dello scorso 22 aprile, davanti a un circolo, sempre nel Rione Sanità. In quel'agguato vennero ferite altre tre persone. Vittorio e Giuseppe sono entrambi figli di Raffaele Vastarella (la differenza nel cognome deriva da un errore di registrazione all'Anagrafe). Raffaele, con i suoi fratelli, risulta elemento di spicco della famiglia camorristica dei Vastarella, storicamente egemone nella zona del centro della città. Il movente dell'agguato potrebbe essere legato alla guerra in atto nel quartiere tra opposte fazioni camorristiche.

Pubblicato in Cronaca

Quando gli agenti della polizia sono giunti sul posto lo hanno trovato a terra con il volto ridotto ad una maschera di sangue. Ora un cittadino, molto probabilmente originario del Ghana ma non ancora identificato, si trova ricoverato in terapia intensiva all'ospedale "Loreto Mare" di Napoli. Secondo la ricostruzione degli investigatori, l'uomo è stato aggredito nel pomeriggio di ieri in via Carriera Grande, a Napoli. Sui motivi dell'aggressione sono in corso gli accertamenti.

Pubblicato in Cronaca

Un bimbo di due anni è rimasto ustionata a seguito di un incidente domestico avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri in un appartamento di via della Resistenza, nel quartiere napoletano di Scampia. Il piccolo, secondo quanto riferito dai genitori, mentre stava giocando si è rovesciato addosso una pentola di acqua bollente che stava sui fornelli. Soccorso è stato portato dapprima all'ospedale "Cardarelli" di Napoli e successivamente trasferito al presidio pediatrico "Santobono".

Pubblicato in Cronaca

I fichi contengono oltre l'80 per cento di acqua ma anche sali minerali (calcio, potassio, ferro, sodio e fosforo) in buona quantità, lignina, una fibra vegetale che favorisce il benessere intestinale, e la presenza di vitamina A li rende preziosi per vista e pelle. Chi non ha mai sentito parlare del classico decotto di fichi secchi? rappresenta sempre un rimedio della nonna molto valido per calmare la tosse. Già Plinio il Vecchio, nella sua Naturalis Historia (I sec. d.C.), attribuì ai fichi il potere di aumentare il vigore fisico nei giovani e di garantire la buona salute degli anziani. Insomma si tratta di un "rinvigorente" che non ha eguali.
I più buoni sono i tardivi, che raggiungono la maturazione tra fine agosto e settembre, e di qui il nome "settembrini", come il Brogiotto Nero, dalla buccia nerastra e polpa dolcissima, il Dottato, con la buccia verde e adatto all'essiccazione, l'Albachiara o Abate, dalla polpa chiara e delicata e tanti altri.
I fichi sono tra i protagonisti della cucina italiana dell'estate. Con i fichi si può preparare di tutto, dall'antipasto al dolce. Non solo torte e marmellate, quindi, ma anche come antipasto abbinato al prosciutto crudo e formaggio, la famosa pizza bianca romana, paste e risotti, piatti di carne e insalate. Molto buoni anche a colazione.
Per la grande quantità di frutti che produce, l'albero di fico era considerato dagli egizi e dagli abitanti della Mesopotamia simbolo di fertilità e abbondanza. È menzionato anche nella Genesi. Questi dolci frutti erano particolarmente apprezzati nella cultura greca e romana: Platone ne era ghiotto, tanto da meritare l'appellativo di "mangiatore di fichi", ed era convinto che mangiarli contribuisse ad accrescere l'intelligenza. Il ficus ruminalis, nella leggenda della fondazione di Roma, era l'albero selvatico sotto il quale la lupa allattò Romolo e Remo – ruminalis deriva da ruma, che significa appunto "mammella". Tagliando la pianta in qualsiasi punto fuoriesce un liquido bianco, il lattice, che per il colore candido ricorda il latte e nell'antichità contribuiva a far associare il fico all'idea di prosperità e nutrimento.
Una curiosità: in passato il lattice – che è altamente ustionante – era impiegato nella preparazione dei formaggi, per far cagliare il latte.

Pubblicato in Curiosità
Mercoledì, 31 Agosto 2016 18:42

Curti, Guardia di Finanza in Comune

CURTI - Questa mattina la guardia di finanza ha acquisito presso l'ufficio Tecnico del Comune di Curti gli atti relativi al Piano Urbanistico Comunale. L'azione intrapresa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere non sorprende l'amministrazione cittadina. Sulla questione interviene il sindaco Antonio Raiano: "Accogliamo con favore l'iniziativa della Procura di indagare su quanto redatto in passato in materia urbanistica. Siamo a disposizione dell'autorità giudiziaria alla quale forniremo con tempestività tutti gli atti necessari. Io e tutto il mio gruppo di 'Legalità e Trasparenza' da oltre 3 anni evidenziamo gravi perplessità ed incoerenze sulla validità di gran parte degli atti di redazione del piano. Ci riserviamo di costituirci parte civile nel caso in cui dovessero emergere elementi di reità a carico di chi verrà ritenuto responsabile di eventuali condotte illecite". Un piano redatto durante l'amministrazione guidata da Domenico Ventriglia, annullato dal Tar a gennaio 2015 per chiari motivi di illegittimità nell'iter amministrativo e riadottato in extremis dall'amministrazione di Michele Di Rauso il giorno prima della decadenza della sua amministrazione.

Pubblicato in Cronaca

Si comunica che è aperta la prevendita in vista della gara Casertana-Monopoli, valevole per la seconda giornata del campionato di Lega Pro, in programma allo stadio 'Pinto' domenica 4 settembre alle ore 20.30.

Questi i prezzi dei tagliandi (comprensivi di costi di prevendita):

TRIBUNA VIP. Intero: 32 euro.

TRIBUNA CENTRALE. Intero: 20 euro. Ridotto: 12 euro.

TRIBUNA LATERALE. Intero: 17 euro. Ridotto: 9 euro.

TRIBUNA INFERIORE. Intero: 14 euro. Ridotto: 8 euro

DISTINTI. Intero: 10 euro. Ridotto: 6 euro

*Ridotto Donne, Minori 14/18 anni, Over 65.

MINORI 10/13 ANNI: Ridotto da 4 euro per tutti i settori escluso VIP. Acquistabile unicamente presso l'Official Store di viale Medaglie d'Oro.

Pubblicato in Sport

Il Napoli comunica di aver ceduto Nicolao Manuel Dumitru in prestito al Nottingham Forest. 

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 67

Moda e Tendenze

Cerco Lavoro

Cercansi in Germania infermieri

Cercansi in Germania infermieri

Nuovo annuncio per possibilità di lavoro in Germania: questa volta si ricercano Infermieri professio...

da queste pARTI

JoomShaper