Notizie dal Territorio Alto Casertano

Emergenza al Pronto soccorso dell'ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia (Napoli) per un eccezionale afflusso di ammalati che si è verificato oggi pomeriggio. Medici e infermieri sono stati costretti a chiedere l'intervento dei carabinieri tra le ore 14 e le ore 15, quando circa 100 pazienti hanno affollato il pronto soccorso del nosocomio stabiese, dove ­ durante questo turno ­ erano disponibili solo 2 medici e 4 infermieri. ''Quanto si è verificato oggi, purtroppo, non può essere definita una situazione rara. Il pronto soccorso dell'ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, che copre un territorio molto vasto, non dispone di 'triage', cioè di un filtro per dare priorità ai casi più urgenti e non è organizzato in modo da trattenere i pazienti meno gravi fuori dai locali in cui si interviene'', spiega il dottor Marco Cimmino che si è trovato a fare fronte all'emergenza. ''Oggi sono entrato in servizio alle ore 14 e ho trovato due ammalati in condizioni critiche, ai quali non potevamo nemmeno assicurare la barella perché non ne avevamo disponibili ­ aggiunge il dottor Cimmino ­ Ma mentre cercavamo di dedicarci a questi due casi da codice rosso, uno da trasferire con urgenza ad altra struttura e l'altro da indirizzare altrove per eseguire particolari esami diagnostici che qui non effettuiamo, affluivano decine di casi da codice bianco: pazienti che lamentavano mal di pancia, mal di schiena, mal di testa. Tutti nei corridoi a pretendere di essere curati con urgenza e nessun addetto a disciplinare i tempi d'attesa necessari''. Il personale sanitario ha, quindi, chiesto l'intervento dei carabinieri della stazione di Castellammare di Stabia. ''Questo ospedale, purtroppo ­ aggiunge il dottor Cimmino ­ all'accettazione non dispone di personale che regoli l'accesso agli ambulatori. Allo sportello viene solo chiesto nome e cognome del paziente, che poi entra come tutti gli altri, occupando corridoi, sedie, barelle, fino a costringere persino i medici a cedere le proprie sedie o a effettuare elettrocardiogrammi e persino terapie delicate ad ammalati appoggiati in condizioni precarie a causa del super affollamento della corsia''.

Pubblicato in Cronaca

Dalla bilancia a Facebook per raccontare croci e delizie di una vita da oversize. Una pagina­blog, 'Fiorella basta', sul social network e video su youtube per affrontare attraverso "una terapia di comunità" una sfida non semplice: passare da 111 kg a 70 kg e di "riuscire ad entrare almeno in una 46'. Benvenuti nel mondo di Fiorella Loffredo, 39 anni, salernitana, giornalista precaria e "donna con un salvagente addosso", scherza. Fiorella, il suo cammino social lo ha iniziato così: è salita sulla bilancia e cellulare alla mano ha inquadrato il risultato: "Troppi chili, Fiorella ora basta". E tra scene di vita quotidiana e obiettivi da raggiungere, in pochi giorni ha conquistato seguaci e visualizzazioni. "Ma voi sapete cosa devo fare io per mettere lo smalto sulle unghie dei piedi? Acrobazie!", dice Fiorella che punta molto sull'ironia. Spiega che lei non potrebbe mai scappare in caso di eruzione di un vulcano, che non può acquistare gli abiti che desidera, che non può correre sulla spiaggia per il troppo fiatone. Mette in chiaro che non si è sentita "brutta neanche un giorno della mia vita" e che la "voglia di mettersi in piazza non deriva dal fatto che vivo male la mia vita e il mio essere oversize". "E' che voglio essere ancora più libera di quella che sono ­ racconta ­ già una volta ho perso trenta kg ma poi ho smesso di seguire la dieta del mio medico e li ho ripresi tutti. So che non è semplice, ecco perché ho deciso di farlo anche attraverso i social, per essere aiutata a non mollare e anche per aiutare chi non vuole mollare. Una terapia di comunità insomma".

Pubblicato in Curiosità

Un uomo di 54 anni già noto alle forze dell'ordine, Pasquale Rea, è stato arrestato a Pomigliano d'Arco, durante un servizio coordinato di controllo del territorio eseguito dai carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna insieme a colleghi del reggimento Campania. A casa dell'uomo sono state trovate 6 dosi di crack. Successivamente i militari hanno sequestrato 489 grammi di droghe di vario tipo (marijuana, cocaina, hashish e kobret), nascoste in edifici del complesso di edilizia popolare "ex legge 219". A Napoli, in piazza Bellini, i carabinieri della stazione Quartieri spagnoli hanno arrestato per spaccio di stupefacenti due cittadini del Gambia: Michael Jatta, 22enne già noto alle forze dell'ordine, e Saihou Konateh, 18enne, senza fissa dimora, incensurato.

Pubblicato in Cronaca

Una discarica abusiva di circa 15mila metri quadrati è stata sequestrata dalla polizia municipale di Napoli, intervenuta in un complesso adibito a location di eventi e cerimonie ai Colli Aminei. Gli agenti dei reparti di Tutela Edilizia e Tutela Ambientale hanno scoperto, tra animali da cortile di varie specie allevati dal titolare della struttura, l'esistenza di rifiuti (amianto, copertoni, batterie, carcasse di elettrodomestici e anche vecchi autoveicoli semicoperti dalla vegetazione) oltre ad regolarità delle opere edilizie ora al vaglio dei tecnici comunali che saranno oggetto di ulteriori verifiche. L'area sequestrata, secondo le disposizioni dell'autorità, sarà messa in sicurezza e bonificata dal proprietario, che è stato denunciato per abbandono di rifiuti speciali e pericolosi.

Pubblicato in Cronaca

Le sue 'prede' preferite erano le persone impegnate a giocare alle slot­machine: le avvicinava riuscendo a sfilare lo smartphone che, generalmente, custodivano nelle tasche delle loro giacche o che posavano sugli sgabelli. Protagonista della vicenda, un 35enne di origine partenopea domiciliato a Sant'Ilario d'Enza, nel Reggiano, denunciato dai Carabinieri con l'accusa di furto aggravato e continuato. L'uomo, bloccato dai militari ­ si legge in una nota dell'Arma ­ è stato immortalato dalle immagini registrate in una sala giochi di un bar della cittadina emiliana: nel corso di una perquisizione eseguita all'interno della sua abitazione, i Carabinieri hanno poi scoperto, in un sottofondo ricavato in una valigia, una decina di smartphone risultati rubati. A far scattare le indagini la denuncia presentata da un 50enne di Sant'Ilario d'Enza derubato del proprio smartphone mentre era intento a giocare a videopoker in un bar del paese. Il 35enne ripreso dal sistema di videosorveglianza interna del locale è stato fermato dai Carabinieri, l'altra sera: nella sua disponibilità hanno trovato uno smartphone rubato il 26 dicembre scorso in un bar di Napoli. Successivamente, nell'abitazione dell'uomo, i militari hanno rinvenuto una decina di telefonini nascosti nel doppio fondo di una valigia, tra cui quello del 50enne che aveva segnalato il furto.

Pubblicato in Cronaca

Il Napoli comincia nel modo peggiore il tour de force che culminerà il 7 marzo con la sfida di Champions al Real Madrid. Un'Atalanta brava e spietata, magnificamente organizzata tatticamente da Gasperini, passa al San Paolo (2­0) e mette nei guai gli azzurri. L'interpretazione della gara da parte dei bergamaschi è perfetta ed evidenzia i limiti di un Napoli troppo ripetitivo negli schemi ed incapace di cambiare ritmo nei momenti di necessità. L'Atalanta si difende con ordine ma nel primo tempo il Napoli riesce comunque a creare occasioni da gol con Insigne, una conclusione del quale supera Berisha ma tocca la parte alta della traversa, con Mertens che si presenta solo davanti al portiere e conclude a lato di qualche centimetro e con una punizione dello stesso belga che Berisha devia sull'incrocio dei pali. I nerazzurri quando il Napoli attacca, rinforzano la difesa a tre con i profondi ripiegamenti di Conti e Spinazzola. I due esterni sono anche molto abili a proporsi sui rovesciamenti di fronte e soprattutto Spinazzola sulla destra mette spesso in difficoltà Hysaj. I bergamaschi, che difficilmente trovano sbocchi a conclusione di azioni manovrate, vanno in vantaggio al 28' su azione da calcio d'angolo, deviato da Toloi. E' Caldara con eccezionale tempismo a farsi trovare davanti alla porta di Reina e a deviare in rete con un tocco di testa. Nella ripresa il Napoli prova a stringere i tempi, ma l'Atalanta si difende sempre con ordine e la difesa di Gasperini non soffre mai per la pressione dei padroni di casa. Nella fascia del terreno di gioco tra la linea di metà campo e quella dell' area di rigore, i centrocampisti nerazzurri sono abilissimi nel chiudere tutte le linee di passaggio, per cui l'azione del Napoli diventa inevitabilmente lenta, ripetitiva e prevedibile. La gara potrebbe avere una svolta favorevole per gli azzurri al 21' quando Kessie, autore di un secondo fallo da ammonizione, si fa espellere dall'arbitro Celi. Sarri inserisce Milik al posto di Hamsik, ma la manovra della sua squadra non decolla. E' invece l'Atalanta, al 24' a trovare il raddoppio, sempre con Caldara, bravo a concludere a rete un'azione cominciata da Spinazzola. Il Napoli, pur in superiorità numerica, è impotente. La manovra è sempre lenta e prevedibile ed in quelle occasioni in cui gli attaccanti azzurri riescono ad avvicinarsi alla porta avversaria, ci pensa Berisha a chiudere ogni spazio. Finisce 2­0 con l'Atalanta sempre più lanciata verso le posizioni di alta classifica ed il Napoli che deve ora guardarsi alle spalle dove la muta degli inseguitori si fa sempre più minacciosa.

Pubblicato in Sport

ALIFE - Come preannunciato anche per la Polizia Municipale cambiamenti in vista. E' stata pubblicata sull'Albo Pretorio del Comune di Alife una direttiva a firma del sindaco Salvatore Cirioli che dispone una serie di regole atte a migliorare il servizio, "in attesa di cambiamenti più corposi che si stanno programmando", ha preannunciato l'assessore delegato Gianfranco Di Caprio.
Al comandante della Polizia Municipale si chiede di rendere noto entro il venerdì della settimana precedente l'ordine di servizio che preveda: controllo capillare del territorio comunale; accertamenti sul rispetto del Codice della Strada; accertamenti e verifica di abusi e violazioni alle norme sull'edilizia e sul commercio; abbandono indiscriminato e pericoloso di rifiuti; violazioni alla disciplina TOSAP e alle concessioni di Passo Carrabile; vigilanza sulle principali vie cittadine.
Queste in breve le nuove direttive che seguirà la Polizia Provinciale in modo tale che entro ogni venerdì il Comandante dovrà trasmettere dettagliata relazione settimanale al sindaco.
"E' necessario che si continui con il riassetto della macchina amministrativa proprio affinché il cittadino percepisca un certo ordine ed una certa disciplina, necessari per cambiare vecchie abitudini". A dichiararlo il primo cittadino Salvatore Cirioli.

Pubblicato in Attualità

CALCIO

Serie B

Risultati

Brescia4-1Cittadella

Benevento3-4Bari

Ascoli2-4Pisa

Avellino3-1Vicenza

Cesena1-1Pro Vercelli

Frosinone1-0Hellas Verona

Novara2-1Spezia

Spal1-0Perugia

Ternana0-1Latina

Trapani1-0Salernitana

Virtus Entella2-0Carpi

Classifica

1 FROSINONE 51

2 SPAL 48

3 BENEVENTO (-1) 46

4 HELLAS VERONA 46

5 BARI 40

6 PERUGIA 39

7 CITTADELLA 39

8 VIRTUS ENTELLA 38

9 SPEZIA 38

10 NOVARA 37

11 CARPI 36

12 AVELLINO 35

13 ASCOLI 34

14 SALERNITANA 32

15 PISA 31

16 BRESCIA 31

17 CESENA 30

18 LATINA 29

19 VICENZA 28

20 PRO VERCELLI 26

21 TRAPANI 25

22 TERNANA 23

Marcatori

17 Pazzini (Verona)

14 Caputo (Virtus Entella)

11 Caracciolo (Brescia)

10 Ceravolo (Benevento) - Lasagna (Carpi) - Litteri (Cittadella) - Dionisi (Frosinone)

9 Ciano (Cesena) - Ciofani (Frosinone) - Galabinov (Novara) - Coda (Salernitana) - Antenucci (Spal) - Granoche (Spezia) - Avenatti (Ternana)

8 Cacia (Ascoli) - Ardemagni (Avellino) - La Mantia (Pro Vercelli)

7 Favilli (Ascoli) - Di Carmine (Perugia)

6 Orsolini (Ascoli) - Verde (Avellino) - Maniero (Bari) - Djuric (Cesena) - Strizzolo (Cittadella) - Nicastro (Perugia) - Zigoni (Spal)

5 Brienza (Bari) - Ciciretti (Benevento) - Iori (Cittadella) - Corvia (Latina) - Sansone (Novara) - Donnarumma (Salernitana) - Coronado (Trapani) - Bessa (Verona) - Masucci (Virtus Entella)

4 Gatto (Ascoli) - D'angelo (Avellino) - Floro Flores (Bari) - Galano (Bari) - Chibsah (Benevento) - Cissé (Benevento) - Falco (Benevento) - Bisoli (Brescia) - Morosini (Brescia) - Torregrossa (Brescia) - Arrighini (Cittadella) - Brosco (Latina) - Scaglia (Latina) - Faragò (Novara) - Dezi (Perugia) - Guberti (Perugia) - Rosina (Salernitana) - Floccari (Spal) - Mora (Spal) - Nenè (Spezia) - Luppi (Verona) - Troiano (Virtus Entella)

3 Perez (Ascoli) - Fedele (Bari) - Lucioni (Benevento) - Bianco (Carpi) - Bifulco (Carpi) - Catellani (Carpi) - Di Gaudio (Carpi) - Cocco (Cesena) - Garritano (Cesena) - Chiaretti (Cittadella) - Ariaudo (Frosinone) - Paganini (Frosinone) - Soddimo (Frosinone) - Boakye (Latina) - Paponi (Latina) - Casarini (Novara) - Viola (Novara) - Forte (Perugia) - Eusepi (Pisa) - Mannini (Pisa) - Masucci (Pisa) - Emmanuello (Pro Vercelli) - Mustacchio (Pro Vercelli) - Arini (Spal) - Giani (Spal) - Piu (Spezia) - Di Noia (Ternana) - Falletti (Ternana) - Palombi (Ternana) - Citro (Trapani) - Petkovic (Trapani) - Romulo (Verona) - Valoti (Verona) - Pucino (Vicenza) - Raicevic (Vicenza) - Tremolada (Virtus Entella)

2 Castaldo (Avellino) - Lasik (Avellino) - Daprelà (Bari) - De Luca (Bari) - Monachello (Bari) - Buzzegoli (Benevento) - Puscas (Benevento) - Bonazzoli (Brescia) - Martinelli (Brescia) - Koné (Cesena) - Rigione (Cesena) - Rodriguez (Cesena) - Salvi (Cittadella) - Kragl (Frosinone) - Acosty (Latina) - De Vitis (Latina) - Adorjan (Novara) - Brighi (Perugia) - Morra (Pro Vercelli) - Busellato (Salernitana) - Della Rocca (Salernitana) - Vitale (Salernitana) - Bonifazi (Spal) - Cremonesi (Spal) - Finotto (Spal) - Schiattarella (Spal) - Pulzetti (Spezia) - Maracchi (Trapani) - Pagliarulo (Trapani) - Fossati (Verona) - Ganz (Verona) - Pisano (Verona) - Siligardi (Verona) - Bellomo (Vicenza) - Signori (Vicenza) - Ammari (Virtus Entella) - Catellani (Virtus Entella) - Ceccarelli (Virtus Entella) - Pellizzer (Virtus Entella)

1 Carpani (Ascoli) - Cassata (Ascoli) - Hallberg (Ascoli) - Mignanelli (Ascoli) - Belloni (Avellino) - Eusepi (Avellino) - Jidayi (Avellino) - Moretti (Avellino) - Paghera (Avellino) - Basha (Bari) - Ivan (Bari) - Salzano (Bari) - Tonucci (Bari) - Jakimovski (Benevento) - Lopez (Benevento) - Pajac (Benevento) - Pezzi (Benevento) - Blanchard (Brescia) - Coly (Brescia) - Dall'oglio (Brescia) - Pinzi (Brescia) - Vassallo (Brescia) - Beretta (Carpi) - Crimi (Carpi) - Struna (Carpi) - Balzano (Cesena) - Cinelli (Cesena) - Dalmonte (Cesena) - Di Roberto (Cesena) - Ligi (Cesena) - Renzetti (Cesena) - Benedetti (Cittadella) - Iunco (Cittadella) - Kouamé (Cittadella) - Pascali (Cittadella) - Scaglia (Cittadella) - Schenetti (Cittadella) - Ciofani (Frosinone) - Cocco (Frosinone) - Pryyma (Frosinone) - Russo (Frosinone) - Sammarco (Frosinone) - Terranova (Frosinone) - Dellafiore (Latina) - Garcia Tena (Latina) - Regolanti (Latina) - Rolando (Latina) - Calderoni (Novara) - Di Mariano (Novara) - Kupisz (Novara) - Lukanovic (Novara) - Macheda (Novara) - Scognamiglio (Novara) - Belmonte (Perugia) - Bianchi (Perugia) - Di Chiara (Perugia) - Monaco (Perugia) - Mustacchio (Perugia) - Ricci (Perugia) - Angiulli (Pisa) - Cani (Pisa) - Gatto (Pisa) - Lisuzzo (Pisa) - Lores Varela (Pisa) - Verna (Pisa) - Bianchi (Pro Vercelli) - Ebagua (Pro Vercelli) - Konate (Pro Vercelli) - Legati (Pro Vercelli) - Palazzi (Pro Vercelli) - Sprocati (Pro Vercelli) - Vajushi (Pro Vercelli) - Improta (Salernitana) - Luiz Felipe (Salernitana) - Minala (Salernitana) - Perico (Salernitana) - Beghetto (Spal) - Cerri (Spal) - Costa (Spal) - Pontisso (Spal) - Vicari (Spal) - Baez (Spezia) - Deiola (Spezia) - Djokovic (Spezia) - Fabbrini (Spezia) - Maggiore (Spezia) - Piccolo (Spezia) - Sciaudone (Spezia) - Valentini (Spezia) - La Gumina (Ternana) - Meccariello (Ternana) - Palumbo (Ternana) - Petriccione (Ternana) - Barillà (Trapani) - Casasola (Trapani) - Ciaramitaro (Trapani) - De Cenco (Trapani) - Ferretti (Trapani) - Jallow (Trapani) - Manconi (Trapani) - Rizzato (Trapani) - Boldor (Verona) - Juanito (Verona) - Zaccagni (Verona) - Cernigoi (Vicenza) - De Luca (Vicenza) - Di Piazza (Vicenza) - Ebagua (Vicenza) - Galano (Vicenza) - Giacomelli (Vicenza) - Orlando (Vicenza) - Rizzo (Vicenza) - Siega (Vicenza) - Cutolo (Virtus Entella) - Diaw (Virtus Entella) - Iacoponi (Virtus Entella) - Sini (Virtus Entella)

Pubblicato in Sport

La base operativa era in uno scantinato. Da lì partiva un tunnel collegato che dalla cosiddetta zona 'Torretta' arrivava alle fogne. E da lì la 'banda del buco' preparava il prossimo 'colpo'. I carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Bagnoli hanno rinvenuto un fucile artigianale con colpo in canna e 48 cartucce nascosti nell'intercapedine tra i muri di due palazzi di via Camillo Cucca. Ispezionando i luoghi circostanti, i militari hanno scoperto la base operativa di una "banda del buco" alla quale si accedeva scendendo le scale di un "basso". C'era di tutto: 9 tute impermeabili, 9 lampade frontali professionali, arnesi da perforazione e da scasso, guanti, caschi e mascherine, ma anche diversi capi d'abbigliamento griffati. Da lì partiva un tunnel che metteva in collegamento "la torretta" con l'ampio sistema fognario della città; scoperto anche un allacciamento abusivo alla rete elettrica pubblica. Il percorso preparato dai ladri è stato cementato e reso inutilizzabile anche con l'intervento di una squadra della rete fognaria del Comune.

Pubblicato in Cronaca

Il corpo senza vita di un immigrato, non ancora identificato, è stato trovato in mattinata in via Ripuaria dei Camaldoli, alla periferia di Giugliano (Napoli). Secondo i primi accertamenti l'uomo potrebbe essere vittime di un incidente stradale. Sul posto sono giunti gli agenti del locale commissariato di polizia e quelli della stradale di Napoli. La vittima potrebbe avere tra i 30 e i 35 anni ed è alta un metro e 78 centimetri. Presenta una vistosa ferita alla testa. A far scattare l'allarme è stata una segnalazione anonima giunta al commissariato di Giugliano. Sul posto sono giunti anche i soccorritori del "118" che non hanno potuto fare altro che costatare il decesso dell'uomo. Subito dopo è stato informato il sostituto procuratore di turno di Napoli Nord. La polizia stradale di Napoli di Napoli sta indagando per accertare se l'uomo sia vittima di un incidente. La strada dove è stato ritrovato il cadavere conduce verso il litorale flegreo dove ci sono numerosi centri di accoglienza per i migranti.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 64

Moda e Tendenze

Cerco Lavoro

Cercansi in Germania infermieri

Cercansi in Germania infermieri

Nuovo annuncio per possibilità di lavoro in Germania: questa volta si ricercano Infermieri professio...

da queste pARTI

JoomShaper