Caiazzo: "Festa a Vico", ci sarà il caiatino Franco Pepe

Pubblicato in Territorio
Sabato, 27 Maggio 2017 17:49
Sarà per tre giorni (dal 4 al 6 giugno) la capitale del buon cibo. Festa a Vico, giunta alla XV edizione, si presenta per l'edizione 2017 rinnovata e sempre più interessante. Arriveranno a Vico Equense 400 chef, più di 30 pizzaioli, maestri pasticceri, artigiani, produttori di nicchia, tutti calamitati in questo centro della Costiera sorrentina che, grazie all'intuito e al lavoro di Gennaro Esposito, chef stellato de "La Torre del Saracino" e del suo staff, ha creato un evento unico nel suo genere. Perché oltre a lavorare, tanto, tutti i protagonisti hanno un'occasione unica per vedersi e confrontarsi. E anche il pubblico, che arriva qui a migliaia, ha modo di assaggiare, conoscere, verificare e assaggiare un mondo di prodotti, così vasto e di qualità, che altrimenti sarebbe difficile raggiungere. Il primo giorno della "Repubblica del Cibo" l'appuntamento si svolgerà al centro del paese (con un ticket di 20 euro, tutti potranno partecipare e degustare, il ricavato sarà destinato in beneficenza) con uno spazio dedicato anche alla pizza. E, in questa occasione, Gennaro ha chiamato a rapporto 5 nomi di prestigio di quest'arte che ha la culla proprio a Napoli: Alessandro Condurro, Ciro Salvo, Francesco e Salvatore Salvo, Gino Sorbillo e Franco Pepe. Il tema sarà "Le quattro sfumature della pizza". Nell'offerta la pizza e le sue varianti. Perché sembra facile dire pizza, a Napoli, ad esempio, le varie sfumature cambiano a secondo del quartiere. C'è quella a ruota di carretta, quella con il cornicione alto, detto ora a canotto. Nel capoluogo è generalmente tonda e con il cornicione alto, in Costiera sorrentina è lunga e più stesa come la pizza a metro di Vico Equense, ma ancora diversa da questa è quella che si mangia a Sorrento. Ma Gennarino tiene a precisare "non è importante la forma, ma la qualità delle materie prime che compongono la pizza. Sotto questo profilo oggi c'è una grande ricerca" e a Napoli, oltre la buona farina, e agli altri elementi, si tiene a precisare che la pizza la fa con la sapienza dell'impasto, il bravo pizzaiulo (con la u) perché all'innovazione bisogna sempre legare la tradizione e qui, sotto all'ombra del Vesuvio, sono oltre duemila anni che si creano le pizze. Basta visitare l'antica Pompei per averne tracce.

Caiazzo: la Pro Loco inaugura il Salotto Culturale con "I miei Caiatini"

Pubblicato in Territorio
Mercoledì, 03 Maggio 2017 14:16
Caiazzo - L’associazione Pro Loco Caiazzo “Nino Marcuccio” inaugura, il 7 maggio, alle ore 19.00, presso il Piccolo Teatro Jovinelli di Palazzo Mazziotti in via Umberto I, il Salotto culturale presentando “I miei caiatini”. Una serata dedicata alla celebrazione di alcuni dei caiatini che si sono distinti per meriti artistici e che hanno contribuito a donare lustro alla nostra città. Nello specifico, saranno ricordati attraverso la lettura e la rappresentazione delle loro poesie Nino Marcuccio, Francesco Covelli della Posta, Lino Fiore, Antonio De Simone, Esther Faraone Perreca, Antonio Della Rocca, Carlo Fiore, Francesco Maioriello, Giuseppe Perillo, Raffaele De Sorbo e Mons. Luigi Riccio. Interverranno: “U’ còr e mammà”, diretto da Angela Musco e accompagnato al pianoforte da Alfonso Carullo e Maria Insero accompagnata al pianoforte da Lucio Maioriello. Inoltre, in occasione del cinquantesimo anniversario dalla loro scomparsa, saranno presentati personaggi che hanno contribuito, attraverso la loro arte, a donare all’Italia un significativo patrimonio culturale ed identitario: Totò e Luigi Tenco. L’ingresso è gratuito. Per maggiori info contattare l’associazione Pro Loco Caiazzo al numero 0823.862761, oppure via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Seguite gli appuntamenti su www.caiazzoproloco.net e su facebook: pro loco Caiazzo. -- Federica Landolfi Giornalista Professionista Tessera n° 065999 mobile: (+39) 389/1625666 Seguimi su Facebook: https://www.facebook.com/FedericaLandolfiGiornalista Twitter: Federica Landolfi @fedelando

Caiazzo: ennesimo successo per il coro gregoriano "Laudate Dominum" a Capua

Pubblicato in Territorio
Venerdì, 14 Aprile 2017 16:40
Ottima partecipazione del coro gregoriano "Laudate Dominum" di Caiazzo, questa mattina a Capua alla bellissima manifestazione di fede denominata "L'Incontro". L'evento, organizzato dal comune di Capua e dalle associazioni locali, ha visto la partecipazione di migliaia di fedeli, giunti anche dai comuni vicini, che hanno letteralmente gremito la centralissima Piazza dei Giudici. La suggestiva processione, partita dalla chiesa della Maddalena per quanto concerne l'Addolorata e dalla chiesa di Sant'Eligio per quanto concerne l'Ecce Homo, è stata preceduta dai figuranti che rappresentavano i personaggi della Passione e seguita in religioso silenzio da migliaia di fedeli. Il coro Laudate Dominum, magistralmente diretto dal maestro Antonio Bernardo, ha eseguito canti propri del periodo quaresimale e al momento dell'incontro tra Gesù e l'Addolorata, lo Stabat Mater. Presente alla bella manifestazione il Generale Eduardo Centore, Sindaco della città di Capua e altri amministratori comunali. Le autorità militari erano rappresentate da uomini dell'Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza.

Caiazzo: "Fiori d'Azzurro", per la difesa dei diritti dell'infanzia

Pubblicato in Territorio
Martedì, 11 Aprile 2017 13:14
Caiazzo - Sabato 22 e domenica 23 aprile 2017, dalle ore 08:30 alle ore 13:30, saremo in piazza Porta Vetere per promuovere l’acquisto delle piantine di calancoe per supportare il Telefono Azzurro, che da anni sta dalla parte dei bambini e si batte per la difesa dei diritti dell’infanzia! Le Calancoe saranno disposte in una composizione di 3 piante a fiore doppio inserite insieme in un vaso cm 15 disponibile in vari colori (4 disponibili), e preparata in una confezione nei colori di Telefono Azzurro in cambio di un’offerta minima di 13,00 euro. In Italia, non li vedi, ma sono in tanti i giovani che subiscono violenta fisica e psicologica. Bambini e adolescenti maltrattati, privati della loro identità, schiacciati dalla paura del domani. Gli abusi sono un dramma, che spesso spingono i più deboli a compiere gesti estremi. Telefono Azzurro da sempre è in prima linea. Ascolta ed interviene ogni giorno 24 ore su 24, con la linea gratuita 1.96.96, la chat, la app, e i social network, offrendo un supporto e aiuto immediato. Vi aspettiamo! Scegli un fiore contro gli abusi! Per maggiori info: Pro Loco Caiazzo “Nino Marcuccio” tel 08823/862761 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Facebook: @proloco.caiazzo

Caiazzo: continua la preparazione del coro gregoriano Laudate Dominum

Pubblicato in Territorio
Mercoledì, 29 Marzo 2017 11:52

Caiazzo - Continua la preparazione del coro gregoriano "Laudate Dominum" in vista dei prossimi impegni nel periodo pasquale.

Domenica prossima 2 aprile, i cantori caiatini, magistralmente diretti dal dr. Antonio Bernardo, animeranno la S. Messa nel duomo di Benevento. Come da programma concordato, il coro eseguirà l'Attende Domine all'inizio della celebrazione e a seguire, l'Ubi Caritas, l'Ave Verum alla comunione, il Vexilla Regis, il Pange Lingua, l'Audi benigne condidor e, a conclusione del sacro rito, il famoso Stabat Mater.

La Santa Messa sarà quella classica XVII del periodo pasquale. Nel pomeriggio il coro raggiungerà Piana Romano, in tenimento di Pietrelcina, luogo in cui Padre Pio ricevette le sacre stimmate. Altri impegni attendono il coro caiatino e tra essi i più importanti quello di Capua il Venerdì Santo e quel di Teano il 23 aprile.

Caiazzo: "Giochi, Tradizioni e Mestieri di un Tempo", iniziano i laboratori

Pubblicato in Territorio
Venerdì, 17 Marzo 2017 18:38

Caiazzo - Mercoledì 15 marzo, alle ore 18.00, presso la scuola primaria di Caiazzo centro, l'associazione Pro Loco Caiazzo "Nino Marcuccio", in collaborazione con l'Istituto Comprensivo "Aulo Attilio Caiatino", ha dato il via ai laboratori di "Giochi, tradizioni e mestieri di un tempo", iniziativa dedicata alla memoria di Nino Marcuccio.

Presenti, a dare il benvenuto ai bambini e ai genitori, c'erano Maria Grazia Fiore, presidente dell'associazione Pro loco e Cecilia Cusano, dirigente dell'Istituto comprensivo. La responsabile del progetto, Ivania Marcuccio, dopo aver ringraziato i genitori per la disponibilità dimostrata, la dirigente Cusano per la collaborazione e lo staff dell'associazione Pro loco per il sostegno, ha brevemente illustrato gli obiettivi dei laboratori, che in questa prima fase si concentreranno sulle attività di ascolto e pratica dei giochi di un volta.

Il progetto nasce dalla volontà di tramandare alle nuove generazioni spaccati di una vita vissuta all'insegna della semplicità e per evitare che giochi, mestieri e tradizioni di un tempo cadano definitivamente nell'oblio. Il recupero dei giochi tradizionali rappresenta pertanto la riscoperta della propria storia, delle proprie radici e del senso di appartenenza. Il progetto prende forma dopo un lungo periodo di ricerca, iniziato dalla signora Marcuccio, insieme al padre Nino, avvalendosi della collaborazione degli anziani del centro Combattenti e Reduci, delle testimonianze di alcune signore del quartiere Portanzia, della collaborazione di Ortensio Marcucci, della Professoressa Angelina Mastroianni, di Ilaria Cervo.

Visibilmente emozionata, Ivania Marcuccio ha anche fatto vedere ai presenti un video sui giochi tradizionali, tratto dal film, di Nino Marcuccio," Il matrimonio com'era". Subito dopo i bambini sono stati divisi per fasce d'età e a ciascun gruppo è stato spiegato il gioco della Campana; tutti si sono potuti divertire a giocare semplicemente lanciando un sassolino e cercando di completare il percorso senza infrangere le regole.

Prossimo appuntamento martedì 21 marzo per i ragazzi della scuola secondaria di 1° grado e mercoledì 22 per i bambini della scuola primaria, dalle ore 18.00. 

alle ore 20.00, presso la scuola primaria di Caiazzo centro. L'associazione Pro Loco

Caiazzo "Nino Marcuccio" si riserva la possibilità di modificare giorni ed orari dei laboratori,

in base alle esigenze dei partecipanti ed al loro cospicuo numero. Per maggiori info

rivolgersi alla referente, Ivania Marcuccio, 345.7373398, o alla Pro Loco Caiazzo, piazza

S. S. Menecillo, n.1 – tel. 0823 862761 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , tutti i giorni dalle 9:30

alle 13:00 e dalle 17:00 alle 19:00.

Caiazzo: "Carnevale in Carriola", buona la prima

Pubblicato in Territorio
Lunedì, 27 Febbraio 2017 15:45

Caiazzo - Domenica 26 febbraio si è svolto l'ormai consueto appuntamento annuale con il "Carnevale in Carriola". Riuntisi intorno alle 14:30 presso il Foro Boario, i partecipanti hanno sfilato lungo le strade cittadine in un corteo colorato e animato dalla musica del gruppo folk "Zio Alberto e i suoi ragazzi". Diverse le soste durante il tragitto per mettere in scena brevi sketch in base al tema della carriola. In piazza S. Stefano Menecillo, si è unito al corteo il gruppo "Kaiatia Folk" che con canti e balli tipici della tradizione locale, ha allietato e coinvolto il pubblico presente.

Intorno alle 17:30, all'interno dell'ex chiesa dell'Annunziata, si è svolta la "Gara dei dolci di Carnevale", attentamente valutati da una giuria di esperti che decreterà il vincitore domani pomeriggio alle ore 17:00. Caiazzo non ha fatto solo da cornice a tradizione, folklore e momenti ludici: le suggestive strade e le bellezze storico-artistiche sono state infatti protagoniste attraverso le visite guidate organizzate dalla Pro Loco e tenute dalle volontarie del progetto "PassAggiando".

Domani martedì 28 febbraio, si terrà, meteo permettendo, la sfilata delle carriole, con partenza alle ore 14.30 dal Foro Boario. Alle ore 18:00 all'interno dell'Annunziata si terrà lo spettacolo di guarattelle (teatrino in cui si rappresentano commediole semplici mediante l'uso di marionette) "IO: PULCINELLA", di e con Selvaggia Filippini e le premiazioni delle carriole e dei dolci di Carnevale. Infine verso le 19:00 il "Carnevale in Carriola" 2017 si concluderà con i funerali e l'incendio di re Carnevale presso piazza Porta Vetere.

Per maggiori info contattare l'associazione Pro Loco Caiazzo al numero 0823.862761, oppure via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Seguite gli appuntamenti su www.caiazzoproloco.it e su facebook: pro loco Caiazzo.

Caiazzo: "Gara dei dolci di Carnevale", seconda edizione

Pubblicato in Territorio
Lunedì, 13 Febbraio 2017 16:57

Caiazzo - Domenica 26 e martedì 28 febbraio 2017 si terrà la II edizione della "Gara di dolci di Carnevale". I partecipanti potranno presentare le loro creazioni la domenica presso l'ex Chiesa dell'Annunziata a partire dalle ore 14:00. I dolci saranno poi esaminati da un'apposita giuria che decreterà il vincitore il martedì grasso, dalle ore 18:00, presso l'ex chiesa dell'Annunziata.

Per ulteriori informazioni sulle modalità di accesso alla gara e sul regolamento è possibile consultare la pagina facebook @proloco.caiazzo, scrivere all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare al numero 0823/862761.

Caiazzo: CreAzione Festival, realizzati un corto di fiction ed un documentario

Pubblicato in Territorio
Giovedì, 02 Febbraio 2017 16:30

Caiazzo - Un concorso per giovani sceneggiatori e dieci eventi spettacolari per valorizzare l'Alto Casertano attraverso la produzione culturale: in due parole CreAzione Festival. Il Festival della produzione cinematografica d'autore voluto e organizzato dal Comune capofila di Caiazzo è stato finanziato dalla Regione Campania nell'ambito del progetto PROGRAMMA OPERATIVO COMPLEMENTARE (POC) 2014-2020.

Eventi, mostre, degustazioni, concerti hanno animato e vitalizzato centri storici e siti suggestivi di otto comuni (Caiazzo, Castel Campagnano, Castel di Sasso, Giano Vetusto, Piana di Monte Verna, Roccaromana, Rocchetta e Croce, Ruviano). Ma la rassegna ha previsto anche un'interessante opportunità per talenti e scrittori, l'ente guidato dal primo cittadino Tommaso Sgueglia ha proposto infatti a giovani aspiranti soggettisti e sceneggiatori un concorso per la selezione di un progetto di produzione cinematografica destinato alla realizzazione di un corto di fiction e di un documentario.

Due prodotti cinematografici con la regia di Nicola Spanò, "la nostra soddisfazione" hanno affermato gli organizzatori traendo un bilancio dell'iniziativa, che sono stati realizzati dalla Breeze Entertainment di Giovanni Scirocco e proiettati nell'Auditorium ex Chiesa dell'Annunziata nel corso della serata conclusiva.

Al corto "La Messagera" scritto da William Russo hanno partecipato come attori, tutti locali e figli dell'area del Monte Maggiore, Giuseppe Fiore (Riccardo), Angela Russo (La Messagera), Ottavio Buonomo (Stefano), Rino Signore (Scagnozzo) e Paul Tascillo (Scagnozzo).

Comparse: Pasquale De Rienzo, Concetta Pasquale, Bruno Giuseppe, Maria Teresa De Matteo, Angela De Rienzo, Giuseppe Sangiovanni, Giusy Cammarota, Angelica Sangiovanni, Francesco Pio Bovenzi, Felicia Villano, Vincenzo Di Maio, Wiliam Russo che ha avuto anche il ruolo di aiuto regia.

Ha curato la Fotografia l'operatore video Antonio Gustafierro, fonico Giorgio Durantino, operatore steadycam Luigi Scotto, riprese Aeree Giovanni Scirocco, fotografo di scena Damiano Enrico, Adriana Pietrafesa, Ovidio Raimondo. Segretaria di edizione Caterina Coletta, trucco e parrucco Stefania Cepparulo, musiche Pericle Odierna, montaggio Willi Sarro.

Questo invece il cast tecnico del documentario "Tra colline e fiumi l'alto casertano": soggetto e sceneggiatura Vincenzo Ciafrone, voce guida Angela Russo, direttore della Fotografia e riprese video Antonio Guastafierro, riprese aeree Giovanni Scirocco, fotografo di scena Adriana Pietrafesa, camera car Ovidio Raimondo, segretaria di edizione Caterina Coletta, montaggio – Willi Sarro, post-produzione Audio The Ctrl Room Giorgio Durantino.

"Ci siamo divertiti a cercare e scegliere scorci caratteristici di paesi che abbiamo attraversato e conosciuto meglio grazie alle riprese", ha raccontato il regista Nicola Spanò. "Una bella esperienza", ha aggiunto Antonio Gustafierro. Gli ha fatto da eco il produttore Giovanni Scirocco che si è definito "figlio del territorio" e quindi ancora più orgoglioso del coinvolgimento della Breeze in un progetto targato Alto Casertano. Tra gli attori protagonisti del corto la bella e sensuale Angela Russo che ha dichiarato di essersi innamorata di Caiazzo e il talentuoso caiatino Peppe Fiore che anche in questa esperienza ha dimostrato grandi capacità di interpretazione, questa volta di un personaggio alla ricerca del suo destino e alla riscoperta delle sue radici.

 

Caiazzo: calato il sipario su CreAzione Festival, gran finale con Cristina Donadio ed Enzo Gragnaniello

Pubblicato in Territorio
Martedì, 31 Gennaio 2017 12:11

Dopo il poliedrico Maurizio Casagrande e il regista Edoardo De Angelis, si sono raccontati al pubblico di CreAzione Festival altre due grandi artiste. Sabato 28 gennaio a Roccaromana, in una chiesetta dedicata alla Madonna del Castello annessa alla suggestiva Torre Normanna, l'attrice e doppiatrice Renata Fusco, figlia di una pianista e di un pittore, ha raccontato il suo primo amore (la danza), la gelosia che da piccola nutriva nei confronti del "mostro nero con la coda" (il pianoforte), gli anni di studio, la scoperta del canto e del mondo della lirica, la differenza tra operetta e musical, l'incontro con l'attore, regista e coreografo Sandro Massimini e con il magico mondo della Disney, la collaborazione con l'ensemble di musica rinascimentale e barocca Antica consonanza composta da Guido Pagliano (viola da gamba, flauti), Ugo Di Giovanni (liuto a 8 cori), e Pier Francesco Borrelli (clavicembalo), gli stessi musicisti che l'hanno accompagnata nel corso della serata nell'esecuzione di brani di tradizionale napoletana.

Non è mancata la proiezione di clip tratte dalla ricca carriera di Renata Fusco, echi dalla fantasia della Disney che hanno emozionato tantissime bambine presenti per l'occasione e che hanno richiesto all'artista "un po' di Sirenetta". Alla chiacchierata moderata da Michele Rosco è seguito il concerto-spettacolo del gruppo musicale Ave Gratia Plena fondato a Limatola nel 1991 e diretto da Pietro Di Lorenzo. "Amore, gioco e danza nella musica e nella danza del Medioevo" ha proposto musiche vocali e strumentali dai Carmina Burana ai brani "satirici" tratti dalle raccolte italiane dell'ars nova, a fare da sfondo le colline come luogo suggestivo e la splendida Torre che "governa e controlla tutto il territorio".

"Un'occasione di promozione per piccoli paesi come Roccaromana, sono contenta di aver aderito al progetto", ha commentato il sindaco Anna Filomena De Simone. Concetto ripreso, la sera seguente a Caiazzo (domenica 29 gennaio) in occasione della chiusura ufficiale di CreAzione Festival, dal direttore artistico Simona Caracciolo e dal primo cittadino-promotore dell'idea progettuale della città di Caiazzo Tommaso Sgueglia. "La sinergia e la collaborazione tra i comuni continuerà con altri eventi - ha sostenuto la fascia tricolore - il binomio cinema e territorio ha funzionato e ha dimostrato ancora una volta la ricchezza storica e culturale dell'Alto Casertano, la generosità e il calore degli abitanti e dei centri storici".

La serata nell'Auditorium ex Chiesa dell'Annunziata è iniziata con un altro coinvolgente talk, sul palco questa volta Cristina Donadio, meglio conosciuta come Scianel della serie Gomorra. Ha ripercorso i suoi 35 anni di carriera, il suo amore e impegno nel teatro, il primo film "Nel regno di Napoli", l'esordio con Nino Taranto, l'esperienza con De Filippo e Giuffrè, l'esperienza con Gomorra e l'interpretazione della 'iena' del clan, fino a lanciare un sano messaggio ai giovani dicendo loro: "Scoprite la vostra passione come esigenza interiore, con essa supererete tutto, ogni difficoltà".

Hanno chiuso il cartellone dedicato alla cultura e al marketing territoriale, il sound, le parole e le note di Enzo Gragnaniello in duo. "Ogni canzone è un viaggio", ha confessato ai fan e al pubblico presente, lo stesso cantautore partenopeo che dimentica le sue radici e racconta sempre le sue collaborazioni, tra tutte quella con Roberto Murolo e Mia Martini che ha omaggiato con l'emozionante "Cu'mme". Nella stessa serata sono stati proiettati il corto da fiction e il documentario realizzati grazie ad un concorso con giovani sceneggiatori inserito e voluto fortemente proprio in CreAzione. I soggetti cinematografici sono stati girati e montati durante il periodo di svolgimento del festivaldalla Breeze Entertainment (rappresentanti dal produttore Giovanni Scirocco e dal videomaker e direttore della fotografia Antonio Guastafierro), lavori diretti da Nicola Spanò che hanno coinvolto talenti locali e raccontato uno spaccato incontaminato e naturale della provincia di Caserta.

 

Pagina 1 di 5

Salute e Benessere

Moda e Tendenze

da queste pARTI

JoomShaper