Capua: al Ricciardi rassegna di teatro e musica "Le parola cantate"

Pubblicato in Eventi
Martedì, 28 Marzo 2017 13:30

Capua - E' la musica la "prima donna" nella rassegna di teatro Le Parole Cantate del Teatro Ricciardi, nata in collaborazione con Architempo e Eventi mediterranei, in scena da marzo a maggio prossimi.

Tre spettacoli che faranno da preludio a Capua Il Luogo della Lingua festival che, dal 2005 a giugno per via di quel famoso Placito del 960, primo documento scritto in volgare, trasforma la piccola ma importante città campana, culla della lingua italiana, in palcoscenico privilegiato per la letteratura, la musica, il cinema e il teatro. (www.illuogodellalinguafestival.com)

Dopo Nunzia Schiano che il 4 marzo ha inaugurato la rassegna, sabato 1 aprile sarà la volta di Antonella Morea salire sul palcoscenico del teatro Ricciardi per diventare Gabriella Ferri nello spettacolo ...Io la canto così!, racconto in musica scritto a quattro mani con Fabio Cocifoglia, che firma anche la regia.

In scena con l'attrice FRANCO PONZO alla chitarra e VITTORIO CATALDI alla fisarmonica e violino

FOCUS SULLO SPETTACOLO

Sabato 1 aprile ore 21.00

ANTONELLA MOREA

in

IO LA CANTO COSì!

OMAGGIO A GABRIELLA FERRI

con

FRANCO PONZO alla chitarra

VITTORIO CATALDI alla fisarmonica e violino

Prezzo biglietto: 15 euro

"Se chiedi agli amici di Gabriella Ferri, a chi l'ha conosciuta e a chi ha lavorato con lei un aggettivo per raccontarla ti rispondono: "Uno solo? S'incazzerebbe!" – ricorda il regista Fabio Cocifoglia – "Dicono di lei: Era un pagliaccio straordinario, un pagliaccio di razza. Veramente l'amica ideale, ti dava tutto. Dove cantava, ecco, lì era il centro del mondo. La disperazione degli autori. Un po' un pazzariello, uno sguardo dolce e disperato che non si può sfuggire. Era la maschera con cui lei nascondeva tutto, tutto quel macello. Molto sensibile, molto ansiosa, molto severa con se stessa, impegnativa. Ogni sua frase era un urlo lanciato al mondo. Donna bellissima che non aveva paura di imbruttirsi, eccentrica, feroce, anticonformista, libera, rivoluzionaria, troppo in tutto. Una grande madre, una grande moglie, una grande amante".

"Un giorno passeggiavo per le strade di Roma – racconta Antonella Morea – entro in un negozio e vedo lei, Gabriella Ferri, il mio mito da ragazzina. Piena di bracciali, collane, anelli, tutta colorata come sempre. Ma quasi non la riconoscevo. Sembrava non riuscisse nemmeno a parlare. Com'è possibile? Stavo quasi per andarle incontro, come ad una persona di famiglia, come ad una sorella più grande che non vedi da tanto tempo. E mentre sto per andare mi vedo riflessa in uno specchio del negozio. Ora siamo in tre. La mente è volata a quando mi vestivo tale e quale a lei, capelli rigorosamente biondi con la frangia, trucco da trincea, sacchi di trucco, il rimmel sugli occhi due linee di filo spinato, il fondotinta un campo minato. E voglio vedere quando mi espugnano, sono come Gabriella Ferri, io!, così dicevo. E così mi chiamavano per gioco gli amici la Gabriella Ferri napoletana. Erano per me, quelli, anni duri, di trasformazione, di battaglia. E lì mi sono resa conto che per Gabriella Ferri la battaglia non era ancora finita. Manteneva la posizione eroicamente. Confusa, forse, ma sempre in piedi".

Uno spettacolo teatrale – musicale che ha di sottofondo anche le note della chitarra di Franco Ponzo e la fisarmonica ed il violino di Vittorio Cataldi.

 

Capua: mostra personale "Mater" di Umberto Fabbrocile nella chiesa di San Michele a Corte

Pubblicato in Cultura
Mercoledì, 22 Marzo 2017 15:08

Capua - Mostra personale di Umberto Fabbrocile dal titolo "Mater"- Chiesa di San Michele a Corte, CAPUA. Inaugurazione sabato 1 Aprile 2017, ore 18.30, presentazione di Giorgio Agnisola.

La mostra, patrocinata dal comune di Capua e dal Touring Club Italiano - club di territorio di Terra di Lavoro -, propone un importante gruppo di 22 opere : due olii, 10 in tecnica mista e 10 in acrilico.

L'artista prende spunto dalle figure delle matres matutae, provenienti dall'antica Capua ed esposte nel Museo Provinciale di Capua, per rivisitare con il suo personalissimo stile, sempre di forte impatto contenutistico, vicende e aspetti drammatici del nostro tempo. ..."Madre del passato che si fa presente nel tempo dell'arte, che si rende speranza di una nuova fecondità" ....

Accanto l'artista ci propone una serie di matres dipinte su tela jeans, trattata con tecnica originale: in alcune utilizza tempere fluorescenti che raccontano suggestivi contesti surreali, in altre le matres, rappresentate in stretta cifra iperrealista, sembrano proiettarsi verso l'osservatore come figure scolpite nella pietra, riproponendo il mistero e la solennità del mito.

www.umbertofabrocile.com

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Capua: Carnevale 2017, oltre trentamila presenze in città

Pubblicato in Territorio
Mercoledì, 01 Marzo 2017 18:53

CAPUA - Una edizione degna dei suoi 131 anni di storia quella che ieri sera, martedì crasso, ha calato il sipario sul Carnevale di Capua edizione 2017.

Oltre 30 mila persone, provenienti da tutta la Campania, hanno premiato gli sforzi di una città che non si è arresa di fronte alle scarse risorse di un Comune in dissesto finanziario e contro i margini di tempo strettissimi per l'organizzazione.

Hanno fatto squadra tutte le forze cittadine, pubbliche e private, a partire dai commercianti alle scuole, dalle associazioni alle istituzioni civili e religiose, fino ad arrivare ad ogni singolo cittadino che si è reso protagonista del recupero di una tradizione dopo anni di d'identità perduta.

E, per l'occasione, anche due tra i siti più prestigiosi della città sono stati illuminati dopo anni di buio: come i Fossati e Porta Napoli

"Il Carnevale edizione 2017 era dedicato alla iella – ha sottolineato Raffaele Modugno, commissario all'Acage (Agenzia Carnevale e Grandi Eventi) per nomina del sindaco Cantore – ma il successo che ha ottenuto ha sconfitto anche quella. Un tripudio di colori e di allegria che ha premiato la forza della coesione che questa città ha dimostrato. Il mio grazie speciale va alle scuole di Capua rivelatesi il valore aggiunto di questa storica manifestazione".

E l'intera città si è mobilitata per contribuire, anche economicamente, alla buona riuscita della kermesse che quest'anno festeggiava il suo 131esimo compleanno con appena 8mila euro stanziati dal Comune in dissesto finanziario. Di contro una festa durata 5 giorni, circa 900 figuranti in strada tra carri e animazioni non stop, e gran finale di spettacolo e ospiti in Piazza dei Giudici ogni sera.

 

Capua: al Ricciardi rassegna di teatro e musica "Le parole cantate"

Pubblicato in Eventi
Martedì, 28 Febbraio 2017 11:31

Capua - Sarà la musica la "prima donna" nella rassegna di teatro Le Parole Cantate del Teatro Ricciardi, nata in collaborazione con Architempo e Eventi mediterranei, in scena da marzo a maggio prossimi.

Tre spettacoli che, accompagnandoci alla primavera, faranno da preludio a Capua Il Luogo della Lingua festival che, dal 2005 a giugno per via di quel famoso Placito del 960, primo documento scritto in volgare, trasforma la piccola ma importante città campana, culla della lingua italiana, in palcoscenico privilegiato per la letteratura, la musica, il cinema e il teatro. (www.illuogodellalinguafestival.com)

Inaugura la rassegna sabato 4 marzo un'attrice del calibro di Nunzia Schiano che con "Femmene" metterà in scena degli emozionanti monologhi tutti al femminile alternandoli alla voce di Myriam Lattanzio, autrice anche dei testi dei racconti tratti da "Nostra signora dei friarielli" di Anna Mazza.

Sabato 1 aprile sarà di scena al Ricciardi ancora una donna di gran temperamento e artista sorprendente, come Antonella Morea che diventa Gabriella Ferri nello spettacolo ...Io la canto così!, racconto in musica scritto a quattro mani con Fabio Cocifoglia, che firma anche la regia.

Concludono la rassegna venerdì 5 maggio, due attori affiatatissimi, Lalla Esposito e Massimo Masiello, che delizieranno musicalmente il pubblico con "Sfogliatelle e altre storie d'amore", raccontando testimonianze scritte e cantando una Napoli di inizio secolo stranamente lontana dai sentimenti romantici dell'epoca.

FOCUS SULLO SPETTACOLO DI

Sabato 4 marzo ore 21.00

NUNZIA SCHIANO

In

FEMMENE

con

MYRIAM LATTANZIO voce

e

EDO PUCCINI chitarra

VITTORIO CATALDI fisarmonica

Prezzo biglietto: 15 euro

Femmene è uno spettacolo teatrale molto suggestivo la cui regia è di Niko Mucci ed è magistralmente interpretato da Nunzia Schiano la cui recitazione è alternata dalla voce incantevole e seducente voce di Myriam Lattanzio, autrice anche dei testi dei racconti tratti da "Nostra signora dei friarielli" di Anna Mazza. Un atto unico improntato sui vari ritratti femminili che mettono in risalto ciò che si cela nel mondo spesso misterioso delle donne, creature fragili ma che al momento opportuno sanno essere estremamente forti, racconti interpretati da Nunzia Schiano, con naturalezza e genuinità quasi fosse lei la reale protagonista.

Si narrano esperienze della vita quotidiana, come la donna in attesa del mezzo pubblico che la porterà a lavoro anche se la sua fatica si era precedentemente svolta a casa nell'aver accudito tutta la notte i suoi figli. Si descrive la terribile esperienza della violenza fisica, esperienza che uccide l'anima, una tragica cicatrice sulle donne che pur essendo vittime si sentono "colpevoli" e come tali, spesso etichettate e marchiate. C'è la calorosa interpretazione di una madre nel suo focolaio casalingo alle prese con i "friarielli" che devono essere sempre pronti per soddisfare il palato dei cari, i quali a turno le daranno notizie per lei shock, notizie che la sua mentalità non approva ma che nonostante ciò si ritroverà a dover accettare e difendere come fanno la maggior parte delle mamme.

Uno spettacolo coinvolgente, che fa riflettere, che manda un messaggio chiaro e forte: le femmene non devono aspettare di ricevere la mimosa per essere gratificate. Le femmene sono un universo tutto da scoprire, hanno delle risorse inimmaginabili e sono creature da rispettare. Allegria e divertimento sono assicurati ma si vivranno in egual maniera tratti intrisi di una realtà amara, talvolta tristemente nota ma che rimane indifferente.

La recitazione, l'arte di Nunzia Schiano e la voce armoniosa e possente di Myriam Lattanzio creano un connubio di passione ed ardore. Entusiasmo, enfasi ed intensità che coinvolgeranno emotivamente il pubblico. Uno spettacolo teatrale – musicale che ha di sottofondo anche le note della chitarra di Edo Puccini e la fisarmonica Vittorio Cataldi.

 

Capua: "Le Parole Cantate", rassegna di teatro al Teatro Ricciardi

Pubblicato in Eventi
Venerdì, 24 Febbraio 2017 14:26

Capua - Sarà la musica la "prima donna" nella rassegna di teatro Le Parole Cantate del Teatro Ricciardi, nata in collaborazione con Architempo e Eventi mediterranei, in scena da marzo a maggio prossimi.

Tre spettacoli che, accompagnandoci alla primavera, faranno da preludio a Capua Il Luogo della Lingua festival che, dal 2005 a giugno per via di quel famoso Placito del 960, primo documento scritto in volgare, trasforma la piccola ma importante città campana, culla della lingua italiana, in palcoscenico privilegiato per la letteratura, la musica, il cinema e il teatro. (www.illuogodellalinguafestival.com)

Inaugura la rassegna sabato 4 marzo un'attrice del calibro di Nunzia Schiano che con "Femmene" metterà in scena degli emozionanti monologhi tutti al femminile alternandoli alla voce di Myriam Lattanzio, autrice anche dei testi dei racconti tratti da "Nostra signora dei friarielli" di Anna Mazza.

Sabato 1 aprile sarà di scena al Ricciardi ancora una donna di gran temperamento e artista sorprendente, come Antonella Morea che diventa Gabriella Ferri nello spettacolo ...Io la canto così!, racconto in musica scritto a quattro mani con Fabio Cocifoglia, che firma anche la regia.

Concludono la rassegna venerdì 5 maggio, due attori affiatatissimi, Lalla Esposito e Massimo Masiello, che delizieranno musicalmente il pubblico con "Sfogliatelle e altre storie d'amore", raccontando testimonianze scritte e cantando una Napoli di inizio secolo stranamente lontana dai sentimenti romantici dell'epoca.

COSTO DEL BIGLIETTO: 15 EURO

Programma

Sabato 4 marzo ore 21.00

NUNZIA SCHIANO

In

FEMMENE

con

MYRIAM LATTANZIO voce

e

EDO PUCCINI chitarra

VITTORIO CATALDI fisarmonica

Femmene è uno spettacolo teatrale molto suggestivo la cui regia è di Niko Mucci ed è magistralmente interpretato da Nunzia Schiano la cui recitazione è alternata dalla voce incantevole e seducente voce di Myriam Lattanzio, autrice anche dei testi dei racconti tratti da "Nostra signora dei friarielli" di Anna Mazza. Un atto unico improntato sui vari ritratti femminili che mettono in risalto ciò che si cela nel mondo spesso misterioso delle donne, creature fragili ma che al momento opportuno sanno essere estremamente forti, racconti interpretati da Nunzia Schiano, con naturalezza e genuinità quasi fosse lei la reale protagonista. Si narrano esperienze della vita quotidiana, come la donna in attesa del mezzo pubblico che la porterà a lavoro anche se la sua fatica si era precedentemente svolta a casa nell'aver accudito tutta la notte i suoi figli. Si descrive la terribile esperienza della violenza fisica, esperienza che uccide l'anima, una tragica cicatrice sulle donne che pur essendo vittime si sentono "colpevoli" e come tali, spesso etichettate e marchiate. C'è la calorosa interpretazione di una madre nel suo focolaio casalingo alle prese con i "friarielli" che devono essere sempre pronti per soddisfare il palato dei cari, i quali a turno le daranno notizie per lei shock, notizie che la sua mentalità non approva ma che nonostante ciò si ritroverà a dover accettare e difendere come fanno la maggior parte delle mamme.

Uno spettacolo coinvolgente, che fa riflettere, che manda un messaggio chiaro e forte: le femmene non devono aspettare di ricevere la mimosa per essere gratificate. Le femmene sono un universo tutto da scoprire, hanno delle risorse inimmaginabili e sono creature da rispettare. Allegria e divertimento sono assicurati ma si vivranno in egual maniera tratti intrisi di una realtà amara, talvolta tristemente nota ma che rimane indifferente. La recitazione, l'arte di Nunzia Schiano e la voce armoniosa e possente di Myriam Lattanzio creano un connubio di passione ed ardore. Entusiasmo, enfasi ed intensità che coinvolgeranno emotivamente il pubblico. Uno spettacolo teatrale – musicale che ha di sottofondo anche le note della chitarra di Edo Puccini e la fisarmonica Vittorio Cataldi.

Sabato 1 aprile ore 21.00

ANTONELLA MOREA

in

IO LA CANTO COSI' – Omaggio a Gabriella Ferri

con
FRANCO PONZO chitarra
VITTORIO CATALDI fisarmonica e violino

Nel suo romanzo Opinioni di un clown Heinrich Böll scrive: "Sono un clown e faccio collezione di attimi". Questa frase si accende tutte le volte che penso a Gabriella Ferri, artista inimitabile e quasi impossibile da raccontare. Se chiedi agli amici di Gabriella Ferri, a chi l'ha conosciuta e a chi ha lavorato con lei un aggettivo per raccontarla ti rispondono: "Uno solo? S'incazzerebbe!".

Dicono di lei: Era un pagliaccio straordinario, un pagliaccio di razza...Veramente l'amica ideale, ti dava tutto... Dove cantava, ecco, lì era il centro del mondo... La disperazione degli autori... Un po' un pazzariello... Uno sguardo dolce e disperato che non si può sfuggire... Era la maschera con cui lei nascondeva tutto, tutto quel macello ... Molto sensibile, molto ansiosa... Molto severa con se stessa... Impegnativa... Ogni sua frase era un urlo lanciato al mondo... Donna bellissima che non aveva paura di imbruttirsi... Eccentrica... Feroce... Anticonformista... Libera... Rivoluzionaria... Troppo in tutto... Una grande madre, una grande moglie, una grande amante...
Fabio Cocifoglia

"Un giorno passeggiavo per le strade di Roma – racconta Antonella Morea – entro in un negozio e vedo lei, Gabriella Ferri, il mio mito da ragazzina. Piena di bracciali, collane, anelli, tutta colorata... come sempre. Ma quasi non la riconoscevo. Sembrava non riuscisse nemmeno a parlare. Com'è possibile? Stavo quasi per andarle incontro, come ad una persona di famiglia, come ad una sorella più grande che non vedi da tanto tempo. E mentre sto per andare mi vedo riflessa in uno specchio del negozio. Ora siamo in tre. La mente è volata a quando mi vestivo tale e quale a lei, capelli rigorosamente biondi con la frangia, trucco da trincea, sacchi di trucco, il rimmel sugli occhi due linee di filo spinato, il fondotinta un campo minato. E voglio vedere quando mi espugnano, sono come Gabriella Ferri, io!, così dicevo. E così mi chiamavano per gioco gli amicila Gabriella Ferrinapoletana. Erano per me, quelli, anni duri, di trasformazione, di battaglia. E lì mi sono resa conto che per Gabriella Ferri la battaglia non era ancora finita. Manteneva la posizione eroicamente. Confusa, forse, ma sempre in piedi".

Venerdì 5 maggio ore 21.00

LALLA ESPOSITO e MASSIMO MASIELLO

in

SFOGLIATELLE E ALTRE STORIE D'AMORE

concerto-spettacolo

con

ANTONIO OTTAVIANO, pianoforte e arrangiamenti

GIANLUIGI PENNINO, sax e clarinetto

SAVERIO GIUGLIANO, contrabbasso.

Donne, uomini, storie strane d'amore... Attraverso le canzoni degli anni '30 di una Napoli stranamente non melodica e romantica ma che dà voce a figure di donne che si oppongono a figure maschili che le vogliono muse e sirene e uomini che subiscono l'inizio di una emancipazione femminile, i due performer attori-cantanti percorrono in chiave brillante un repertorio musicale napoletano di forte impatto ironico. Lalla Esposito e Massimo Masiello raccontano testimonianze scritte e cantano una Napoli di inizio secolo stranamente lontana dai sentimenti romantici dell'epoca.

 

Capua: Carnevale 2017, il programma della manifestazione

Pubblicato in Territorio
Mercoledì, 22 Febbraio 2017 12:51

CAPUA - Pronto il programma del Carnevale di Capua edizione 2017, la kermesse più antica del territorio in scena dal 23 al 28 febbraio per le vie della città.

Una sfida che ha chiamato a raccolta tutte le forze cittadine, pubbliche e private, a partire dalle scuole ai commercianti, dalle associazioni alle istituzioni civili e religiose, fino ad arrivare ad ogni singolo cittadino affinché ciascuno si renda protagonista del recupero di una tradizione dopo anni di d'identità perduta. Una sfida contro il tempo e pochi soldi che il sindaco di Capua Eduardo Centore ha affidato a Raffaele Modugno nominandolo commissario all'Acage (Agenzia Carnevale e Grandi Eventi), in virtù della sua decennale esperienza proprio nell'organizzazione del Carnevale di Capua.

"Corre l'anno 2017 ed il nostro Carnevale non poteva non celebrare la iella, tra credenze, scaramanzia e folclore. - spiega Modugno – Una maniera per sorridere ed esorcizzare le nostre paure ataviche con una festa degna della sua storia. E l'intera città si è mobilitata per contribuire, anche economicamente, alla buona riuscita del Carnevale 2017, considerate le difficoltà economiche del Comune di Capua che quest'anno ha potuto stanziare solo 8mila euro, e l'esempio dato dall'intera Amministrazione comunale che ha devoluto alla kermesse i propri emolumenti".

IL PROGRAMMA

GIOVEDÌ 23/02/2017 Ore 16.00- Piazzale della Ferrovia

Raduno delle maschere, dei gruppi e dei carri – Formazione Corteo

Ore 16.30, Partenza del CORTEO DI RE CARNEVALE con la partecipazione di:

Scuola dell'Infanzia "Carlo Santagata" – I. C. Pier delle Vigne, Capua

I. C. Pier delle Vigne, Capua - Banda musicale

I. A. C. "Fieramosca – Martucci", Capua- Gruppo "I love Napoli"

Liceo L. Garofano, Capua – La corte di Re Carnevale

"Le streghe son tornate"- gruppo apricorteo

Gruppo musicale "Amadeus"

Ore 17.00 - Le strade a colori

Spettacoli itineranti con:

Trampolieri

Mangiafuochi

O' Pazzariello

Musica ed Arte in strada: Guido Burzio in "Caos" – "Le Bolle Giganti"- spettacolo fantasmagorico

Dalle ore 18.00, Riviera Volturno – Canti e balli popolari

Ore 18.30, Piazza dei Giudici

- Cerimonia di consegna delle chiavi della città a Re Carnevale. La corte di Re Carnevale presenta: "A Carnevale ogni iella vale" – Spettacolo di satira con Stefano Russo, Grazia di Martino e Antonio Ferraro, scritto e diretto da Jury Monaco.

Ore 19.30, Piazza dei Giudici - Esibizione gruppi umoristici

Ore 21.00, Piazza dei Giudici – Ballo pubblico con "Animanìa Band".

VENERDÌ 24/02/2017 – Piazza dei Giudici

Dalle ore 10.30 –" Il Carnevale delle scuole":

Esibizione orchestra alunni Scuola secondaria I Grado "Pier delle Vigne" - Capua

Sfilata da Porta Napoli ed esibizione Scuola dell'Infanzia "Porta Roma" e il Pifferaio Magico

Spettacoli ed animazioni per bambini, attrazioni varie.

Ore 19.00 – "Una città per suonare", spettacolo musicale con band giovanili:

Badess

Linea Diretta

Northern Lights

Point & Comma

SABATO 25/02/2017

Dalle ore 10.30, Piazza dei Giudici – "Il Carnevale delle scuole":

Gli alunni della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado dell' I. A. C. "Fieramosca-Martucci" di Capua presentano : "... e così ci ritrovammo nel Sacco", mini rappresentazione teatrale e "I love Napoli", spettacolo musicale.

Spettacoli ed animazioni per bambini, attrazioni varie.

Dalle ore 11.30 - A cura dell'Associazione Arabesque di Annamaria Di Maio, "Il Carillon delle Mascherine"

Chiesa di S. Salvatore a Corte – Laboratori di Giocodanza per bambini dai 4 ai 7 anni

Cortile del Palazzo del Governatore – Laboratori di Hip-Hop per i più grandi

Dalle ore 15.00 alle ore 19.00, Piazza Duomo – A cura dell'INFO POINT "CAPUA SACRA" e del TOURING CLUB di Capua, partenze tour guidati ai luoghi di interesse della città.

Dalle ore 17.30, Piazza dei Giudici – "Il carnevale dei bambini"

Spettacoli, animazioni, attrazioni varie, maghi, saltimbanchi, trampolieri

"Free time Club show" di Monica De Gennaro

Ore 18.00, Aula Consiliare

"Le cicuzze" di Camillo Ferrara.

Ore 21.00, Piazza dei Giudici

"Dj pandemonio", con Gianluca Manzieri e Radio Marte

DOMENICA 26/02/2017

Dalle ore 9.00 alle 13.00, Piazza Duomo – A cura dell'INFO POINT "CAPUA SACRA" e del TOURING CLUB di Capua, partenze tour guidati ai luoghi di interesse della città.

Dalle ore 10.30 - Piazza dei Giudici, "Il Carnevale dei bambini"

"Il Circo dei divertimenti"- Spettacolo di animazione

A cura del gruppo scout CAPUA 4, "Caccia al tesoro"

Ore 16.00, Largo S. Caterina

Raduno delle maschere, dei gruppi e dei carri – Formazione Corteo

Ore 16.30, Partenza Corteo con la partecipazione di:

Liceo L. Garofano, Capua – La corte di Re Carnevale

Liceo S. Pizzi , Capua

"Le streghe son tornate"- gruppo apricorteo

Gruppo etnico-musicale " Città di Bracigliano" (SA)

Banda "Pulcinella"

"Tammurriando musica popolare"

Dalle ore 17.00, Piazza dei Giudici – "Le strade del Funk" con:

ConTurBand - MARCHING BAND

Il Clownomade Josè Martinez Navarra in "Psicomanìa".

Artisti di strada

Dalle ore 17.30, Piazza dei Giudici:

A cura dell'Associazione Arabesque di Annamaria Di Maio, "Sciò scio ciucciuè" – sigla di apertura del Carnevale di Capua,

Arrivo del Re Carnevale e lettura del proclama dal balcone del palazzo del Governatore: La corte di Re Carnevale presenta: "A Carnevale ogni iella vale" – Spettacolo di satira con Stefano Russo, Grazia di Martino e Antonio Ferraro, scritto e diretto da Jury Monaco.

Dalle ore 18.00, Riviera Volturno – Canti e balli popolari

Ore 18.30, Piazza dei Giudici – Flash Mob latino con la regia del maestro Miguelito Valdes, della scuola "Baila baila".

Ore 20.00, Piazza dei Giudici- Spettacolo musicale con "Le mille bolle blù"

Ore 21.00- Piazza dei Giudici - da Made in Sud, FRANCESCO CICCHELLA

Ore 22.30 – Piazza dei Giudici, Music Dance con il Dj FRANK'O

MARTEDI' 28/02/2017

Ore 16.00, VIA NAPOLI

Raduno delle maschere, dei gruppi e dei carri – Formazione Corteo

Ore 16.30, Partenza del CORTEO DI RE CARNEVALE con la partecipazione di:

Liceo L. Garofano, Capua – La corte di Re Carnevale

Liceo S. Pizzi, Capua

"Le streghe son tornate"- gruppo apricorteo

Gruppo musicale "Amadeus"- Città di Bracigliano (SA)

Banda Messicana

"Tozzabancone & FittiFitti" spettacolo itinerante con pupazzi a cura di Violetta Ercolano.

Dalle ore 18.00, Riviera Volturno – Canti e balli popolari

Dalle ore 19.00 – Le strade a colori

Spettacoli itineranti con:

ConTurBand - MARCHING BAND

Il Clownomade Josè Martinez Navarra in "Psicomanìa".

Trampolieri

Mangiafuochi

O' Pazzariello

Musica ed Arte in strada: Guido Burzio in "Caos"

Ore 19.30- Piazza dei Giudici

A cura dell'Associazione Arabesque di Annamaria Di Maio, "Sciò scio ciucciuè"- sigla di apertura del Carnevale di Capua,

Cerimonia di premiazione con Jury Monaco

La corte di Re Carnevale presenta: "Il testamento di re Carnevale" – Spettacolo di satira con Stefano Russo, Grazia di Martino e Antonio Ferraro, scritto e diretto da Jury Monaco.

Ore 20.30, Piazza dei Giudici - "Kiss Kiss ShoW, con Antonio Manganiello, Daniele Musiani, Fabio Brescia, Dady satin, Dar k Queen e LUCA SEPE.

Ore 23.30, Largo Porta Napoli - Partenza Corteo Funebre Re Carnevale

Ore 24.00, Ponte vecchio romano – Fuoco alle Torri

Spettacolo di fuochi d'artificio ed addio al Re Carnevale.

Inoltre il 23, 26 e 28 febbraio.

"Selfiamoci"- SCATTA, VINCI & VIAGGIA! - Scatta il tuo selfie durante la sfilata del Carnevale, in qualsiasi zona della città e pubblicala sulla pagina facebook de "Il carnevale di Capua" con l'hashtag #CarnevalediCapua2017

"Le piazze del Trucco" a cura di Patrizia Laudicino - stands di trucchi per adulti e bambini in Via Conte Landone, via Duomo e Largo Porta Napoli.

 

Capua: il Rotaract Capua Antica e Nova al forum "La Giustizia e Economia"

Pubblicato in Territorio
Giovedì, 16 Febbraio 2017 15:00

Il Rotaract Club Capua Antica e Nova ha partecipato con una sua delegazione composta dal presidente Raffaella Tartaglione ed Antimo Basolillo al Forum "La giustizia e l'economia", che si è svolto sabato 4 febbraio presso l'Istituto Secondario Statale "Gaetano Filangieri" di Frattamaggiore, per avvicinare i ragazzi al mondo del lavoro. L'iniziativa, alla quale il Rotaract ha dato il patrocinio morale, è stata promossa dall'Associazione fra Commercialisti "Luca Pacioli" nell'ambito della XI edizione dell'assegnazione di borse di studio.

Ogni anno l'Associazione "Luca Pacioli" eroga borse di studio a studenti meritevoli iscritti all'Istituto "Filangieri" che vengono selezionati direttamente dalla scuola.

Durante la mattinata di cultura a Frattamaggiore, si è tenuta la presentazione dei libri 'Confessione di un giudice' di Domenico Mazzocca, 'Mali capitali' di Catello Maresca - pm Antimafia - e 'Le società pubbliche' di Francesco Fimmanò e Antonio Catricalà.

Al termine del convegno è stato consegnato al Rotaract Club Capua Antica e Nova un omaggio da parte dell'Associazione fra Commercialisti, Luca Pacioli. "Una bellissima manifestazione che denota come il contributo della società civile al futuro – ha detto la responsabile dei rotaractiani Tartaglione nel suo intervento - si dimostra anche attraverso piccoli, ma significativi gesti. Un plauso a questa associazione che stimola i nostri giovani alla formazione e all'apprendimento".

Queste le parole di Bruno Miele, Presidente dell'associazione di Commercialisti 'Luca Pacioli', agli studenti nel presentare il forum. "È necessario stare a stretto contatto con gli studenti perchè le scuole sono il vero serbatoio del futuro ed è da qui che bisogna ripartire per superare le difficoltà che oggi ci troviamo ad affrontare. Crediamo che il nostro territorio abbia grandi potenzialità, sia sotto il profilo pubblico che privato, ed è per questo che ritengo sia necessario avvicinare i giovani al mondo delle professioni".

Capua: Tony Tammaro con "Alla conquista dell'Italia" al Teatro Ricciardi

Pubblicato in Eventi
Martedì, 14 Febbraio 2017 14:37

Il 18 febbraio, alle ore 21, al teatro Ricciardi di Capua TONY TAMMARO con "Alla conquista dell'Italia"

Dopo aver conquistato il pubblico di oltre 2000 teatri in tutta Italia, il cantante e autore partenopeo tra i più ironici e antidepressivi degli ultimi trent'anni si esibirà a Capua con il meglio del suo repertorio, da "Patrizia" al "Rock dei Tamarri".

Tony Tammaro, che ha portato la sua "musica tamarra" alla conquista dell'Italia con oltre 2000 concerti e otto album, sarà al Teatro Ricciardi di Capua il prossimo sabato 18 febbraio con uno spettacolo tutto da godere e da ridere.

Sul palco con lui una band di cinque musicisti per un viaggio di musica e racconti che attraverserà 25 anni di successi e otto album "cult".

Canzoni come "Patrizia", "Supersantos", "Il Parco dell'Amore", "Scalea", il "Rock dei Tamarri", saranno l'anima di uno show esilarante e ben lontano dallo standard dei concerti. Ad esempio sulla canzone "La Fornacella", il cantante arrostirà carciofi sul palco, o ancora sulla canzone "'O Trerrote" entrerà in scena alla guida di un'ape. Insomma, ce ne saranno delle belle.

Prezzo dei biglietti:

platea € 25; prima galleria € 20; seconda galleria € 15

Info & prenotazioni al botteghino o sul sito internet del teatro

 

Capua: tir rapinato, ricettatore arrestato dai Carabinieri

Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 13 Gennaio 2017 13:08

Il ricettatore di un Tir rapinato sull' autostrada A1, nei pressi di Capua (Caserta), è stato arrestato nella notte dai Carabinieri, che hanno recuperato merce rubata per un valore di circa un milione di euro.

L' uomo, G. V., 47 anni, custodiva il bottino in un deposito in via Iazzetta, a Pomigliano d' Arco, dove risiede.

I militari ci sono arrivati grazie al tracciamento del gps del Tir rapinato ed alle immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Oltre alla merce (prodotti di elettronica, abbigliamento ed accessori per lo sport) i Carabinieri hanno trovato strumenti da scasso ed un jammer (apparecchio utilizzato per disturbare le frequenze).

L' autoarticolato che trasportava merce di un' azienda di Parma, era stato rapinato in un' area di sosta della A1 da due malviventi armati di pistola con il volto coperto.

L' autista era stato costretto a salire su un' auto e poi era stato rilasciato a Castel Volturno (Caserta).

I Carabinieri proseguono le indagini per identificare i responsabili della rapina e del sequestrato dell' autista del Tir.

 

Capua: al Teatro Ricciardi "Sinfonia di Bollicine", brindisi e concerto

Pubblicato in Eventi
Sabato, 24 Dicembre 2016 10:48

Domenica 1 gennaio 2017, alle ore 11.30 al Teatro Ricciardi di Capua SINFONIA DI BOLLICINE, BRINDISI E CONCERTO CON IL "CINQUETTO"

Una mattinata di festa per salutare il primo giorno del 2017 tra brindisi e musica d'arte

In scena cinque maestri d'orchestra del Teatro San Carlo di Napoli

I violini dei maestri Giuseppe Carotenuto, Salvatore Lombardo, Angelo Casoria, Nicola Marino, e il contrabbasso del maestro Gianni Stocco saluteranno il nuovo anno per il pubblico del Teatro Ricciardi di Capua portando in scena un fantasioso percorso che rilegge alcuni brani della tradizione classica, passando attraverso Bach, Rossini, Mozart fino a toccare brani romantici e moderni.

Una festa benaugurale che la famiglia Modugno del Teatro storico capuano ha voluto dedicare al pubblico del Ricciardi, con tanto di calici da alzare per brindare al nuovo anno.

In scena "Il Cinquetto", gruppo musicale formato da cinque professori d'orchestra del Teatro di San Carlo legati da una complicità musicale fuori dagli schemi.

"Cinque amici giocano con la musica - spiega Gianmaria Modugno del Teatro Ricciardi di Capua - dialogando amichevolmente tra loro e col pubblico in maniera buffa e umoristica per un concerto fatto di musica diversa, divertita e divertente. Questa è l'alchimia che i maestri del San Carlo di Napoli porteranno sul palco del Ricciardi ed è questo che regaleremo al nostro pubblico, sempre partecipe alla riuscita degli spettacoli in scena".

 

Pagina 1 di 8

Salute e Benessere

Moda e Tendenze

Cerco Lavoro

Assunzioni di infermieri in Germania

Assunzioni di infermieri in Germania

89 aspiranti all'assunzione di infermieri in Ospedali di Amburgo (Germania) hanno partecipato staman...

da queste pARTI

JoomShaper