Caserta: inaugurata Scuola Internazionale contro crimine organizzato

Pubblicato in Attualità
Giovedì, 19 Gennaio 2017 16:05

E' stata inaugurata a Caserta, alla presenza del Vice Capo della Polizia Matteo Piantedosi, la "Scuola Internazionale di Alta formazione per la prevenzione ed il contrasto al crimine organizzato", struttura interforze di fatto già attiva da oltre un anno.

"La formazione - dice Piantedosi - è fondamentale per rendere efficiente il settore della sicurezza, così come è importante che vi sia uno scambio di esperienze e informazioni tra le forze di polizia dei vari Paesi, europei e non. In tal senso la Scuola di Caserta rappresenta un punto di riferimento di notevole rilevanza, perché oggi fenomeni come la criminalità organizzata e il terrorismo sono certamente connessi. E poi l'Italia, e Caserta in particolare, hanno tanto da insegnare in tema di lotta al crimine organizzato".

Anche Luigi Soreca, direttore per la Sicurezza interna nella direzione generale Affari interni della Commissione europea, spiega che l'Italia è "il Paese di passaggio per tanti migranti su cui lucra il crimine organizzato, italiano in particolare. La dimensione europea del crimine passa proprio attraverso l'Italia". Soreca inoltre fornisce i dati sulla dimensione del fenomeno criminale a livello europeo: "in tutta Europa - dice - abbiamo contato 2600 organizzazioni criminali che hanno un fatturato annuo di 110 miliardi di euro; di questa montagna di soldi, riusciamo annualmente a congelare solo due miliardi e a confiscarne appena uno. La collaborazione fra i vari Paesi, dunque, è determinante".

Proprio la Scuola di Alta Formazione di Caserta, nell'ottica della collaborazione tra le diverse Forze di Polizia dei vari Stati, provvederà a ospitare e specializzare esponenti di rilievo di tutte le Polizie del mondo accomunate dal desiderio di individuare linee di comune interesse operativo, facendo perno sui presupposti normativi internazionali, quali quelli contenuti nella convenzione ONU di Palermo del 2000.

Al riguardo, sono già numerose le Nazioni che hanno aderito alla proposta formativa - tra le tante la Cina, l'India, lo Sri Lanka, l'Australia, il Canada, la Giordania, il Libano, il Burundi, la Nigeria e il Camerun - e che stanno inviando e invieranno Funzionari e Ufficiali delle proprie Forze di Polizie per frequentare i corsi di aggiornamento e di specializzazione.

Entro qualche settimana partirà anche un corso breve per la formazione dei funzionari di Europol che andranno negli hotspot allestiti per il controllo del fenomeno migratorio. Ma nel frattempo in questi mesi sono tanti i funzionari di polizia provenienti da tutto il Mondo che si sono venuti a formare a Caserta; oggi, alla cerimonia, c'erano funzionari polacchi, ma anche provenienti da Paesi Africani con il Camerun. "Nell'ultimo anno - spiega Michele Rocchegiani, direttore della Scuola di perfezionamento delle Forze di Polizia di Roma cui dipende quella di Caserta - abbiamo organizzato sette corsi sul crimine organizzato, in particolare su temi come la tratta di esseri umani o la criminalità economica, e fino a giugno, mese in cui si chiuderà l'anno accademico, abbiamo in programma altri sei corsi.

I docenti sono 40 mentre i funzionari che hanno preso parte ai corsi sono 200, due terzi dei quali provenienti dall'estero, precisamente da 38 Paesi". 

Caserta: il Presidente del Coni Giovanni Malagò inaugurerà la nuova sede provinciale

Pubblicato in Sport
Mercoledì, 18 Gennaio 2017 14:41

Il Presidente del Coni Giovanni Malagò sarà giovedì 26 gennaio, alle 16.30, a Caserta per inaugurare la nuova sede provinciale in via Bramante 4. Ad accompagnare il massimo dirigente dello sport italiano il Presidente regionale Cosimo Sibilia e il componente di Giunta centrale Guglielmo Talento, che verranno ricevuti dal Delegato Provinciale Michele De Simone.

Alla semplice ma significativa cerimonia interverranno le Autorità istituzionali del capoluogo e della provincia, i dirigenti del Coni Campania, delle Federazioni e degli Enti di Promozione Sportiva di Terra di Lavoro, una rappresentanza degli atleti olimpionici medagliati.

"Già da qualche mese - sottolinea il Delegato provinciale Michele De Simone - ci siamo trasferiti dalla storica sede in via Colombo ai nuovi uffici di via Bramante che, pur se più contenuti rispetto agli spazi agibili, sono caratterizzati da una rinnovata efficienza funzionale, che consente alla casa comune degli sportivi di conservare il ruolo di tradizionale punto di riferimento, peraltro in una collocazione più agevole da raggiungere e con l'affacciata sul parco giochi e i giardini della cosiddetta piazza Padre Pio".

E' la terza volta che il presidente Malagò negli ultimi due anni viene a Caserta: nell'ottobre 2014 difatti presenziò alla finale nazionale del Trofeo Coni con tutto il Gotha sportivo italiano accolto per la cerimonia di apertura nella spettacolare cornice della piazza Carlo 3° di fronte alla Reggia; quindi lo scorso anno ha presieduto alla inaugurazione del Centro Sportivo Great Gym a Caserta Sud; giovedì tornerà in città per tagliare il nastro inaugurale della nuova sede del Coni nel capoluogo.

 

Aversa: inaugurazione nuovo Centro di Salute Mentale

Pubblicato in Territorio
Mercoledì, 04 Gennaio 2017 14:06

Martedì 10 gennaio, alle ore 11.00, in Viale Europa 6 ad Aversa l'inaugurazione del nuovo Centro di Salute Mentale (CSM) competente per i distretti sanitari n. 17 di Aversa e n. 18 di Succivo.

Dopo la significativa esperienza del CSM ubicato nel palazzo Orabona di Aversa, conclusasi nel 2014, è rimasta viva l'esigenza di ricostruire un contesto operativo che favorisse le pratiche di una salute mentale realmente territoriale. In seguito a importanti lavori di rifacimento edilizi e impiantistici, è finalmente pronto il nuovo CSM di Viale Europa, dove saranno garantite ai pazienti le prestazioni sia ambulatoriali che territoriali, e dove troveranno collocazione un Day-Hospital per la gestione delle acuzie psichiatriche e un Centro Diurno per le attività di riabilitazione psicosociale.

Sarà aperto per 12 ore al giorno in tutti i giorni feriali. Valore aggiunto: la struttura è di proprietà della ASL, cosa che consentirà all'azienda di risparmiare sulla spesa per il fitto precedentemente sostenuta. All'inaugurazione saranno presenti il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il Direttore Generale della ASL Caserta Mario De Biasio, il Direttore del Dipartimento di Salute Mentale della ASL Caserta Luigi Carizzone, il Sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro.

Calvi Risorta: inaugurazione della REMS

Pubblicato in Territorio
Giovedì, 15 Dicembre 2016 13:58

Recenti disposizioni legislative (DPCM 01/04/2008, Leggi 17/02/2012 n. 9 e 30/05/2014 n. 81) hanno consentito la chiusura degli OPG (Ospedali Psichiatrici Giudiziari), mostruosi ibridi istituzionali nati nel clima culturale lombrosiano dell'Italia ottocentesca, il cui definitivo superamento rappresenta un completamento della legge Basaglia del '78, che operò la storica chiusura degli Ospedali Psichiatrici "civili" e attivò i servizi territoriali per la salute mentale.

Con l' apertura della REMS (Residenza per l'Esecuzione della Misura di Sicurezza) definitiva di Calvi Risorta, si completa una parte importante del processo di superamento degli OPG. Nel panorama nazionale, gli interventi realizzati in Regione Campania sono stati significativi ed efficaci, considerando la chiusura degli OPG di Napoli (21/12/2015) e Aversa (15/06/2016).

In questo percorso, l'impegno assicurato dalla ASL Caserta è stato rilevante, anche per aver assicurato - con il fondamentale concorso delle comunità locali - la realizzazione di tre REMS provvisorie, temporaneamente operative e risultate essenziali per il raggiungimento di questi obiettivi di civiltà.

Ma non bisogna dimenticare che si avvia un'altra fase, ancor più significativa: verso la progressiva riduzione e chiusura delle strutture provvisorie, le ordinarie attività dei servizi sanitari, il massimo interscambio tra le strutture. E soprattutto verso l'integrazione dei singoli nelle comunità di appartenenza, in direzione della piena attuazione della riforma.

Martedì 20 dicembre (h 10:00 - 12:30) l'inaugurazione della REMS (Via Bizzarri 31, Calvi Risorta).

Sono previsti interventi del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, del Direttore della ASL Caserta Mario De Biasio, del Commissario Straordinario del Comune di Calvi Risorta Umberto Pio Antonio Campini, del Responsabile della Sanità Penitenziaria ASL Caserta dott. Giuseppe Nese.

Caserta: inaugurazione Consorzio Mozzarella di Bufala Campana Dop

Pubblicato in Attualità
Martedì, 06 Dicembre 2016 13:59

Caserta - La prima settimana di dicembre 2016 ha segnato la giornata inaugurale di un progetto lanciato verso il futuro e verso sinergie nuove e accattivanti. Protagonista, il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP che ha cercato e creato ponti con i Beni Culturali. Mozzarella di Bufala Campana Dop - il prodotto per antonomasia della nostra terra – diventa, con questo avvio, l'anello di congiunzione tra "giovani, formazione e valorizzazione del territorio".

La nuova struttura prevede spazi destinati alla formazione, con il supporto anche di un'aula multimediale, ed un caseificio didattico destinato ad attività di aggiornamento professionale degli operatori del settore. Di una nuova "casa del Consorzio", utile per consolidare il settore e luogo in cui sviluppare e dare vita ai nuovi progetti per la crescita dell'Organismo, ha parlato il presidente Domenico Raimondo. "La casa del Consorzio – ha dichiarato il Presidente – è un progetto destinato ai giovani ed al futuro della filiera con un forte legame con la tradizione e con il territorio.

Si tratta di una iniziativa volta a valorizzare anche il territorio creando un volano tra i Beni Culturali ed il patrimonio agroalimentare. Un progetto pilota che parte da Caserta – con anche un forte coinvolgimento dei giovani, vera anima del settore – ma potrebbe essere replicato da altre realtà nei differenti territori".

Dell'importanza di investire in azione di sviluppo e di tutela del comparto della Mozzarella di Bufala Campana Dop – settore fondamentale per l'economia della Regione Campania – ha parlato anche il Governatore Vincenzo De Luca che, nel corso della serata inaugurale, ha già annunciato "lo stanziamento di 8 milioni di euro per le attività di promozione del Consorzio". Un annuncio di rilievo considerando che la filiera produttiva della mozzarella da' lavoro a circa 15mila addetti, molti dei quali giovani. Ha confermato il suo impegno per le future attività di ricerca e sviluppo che saranno intraprese dal Consorzio nei prossimi mesi, nonché il suo ruolo di collegamento con il mondo accademico, Paolo De Castro, membro del Comitato Scientifico del Consorzio insieme al Rettore Gaetano Manfredi ed al professor Germano Mucchetti.

Di sinergie tra le diverse realtà del comparto al fine di generare un volano economico positivo per l'intero territorio, ha parlato anche il direttore della Reggia di Caserta, Mauro Felicori, nel corso del suo intervento. La mozzarella di bufala campana è il più importante marchio Dop del centro-sud Italia. Nel 2015 sono stati prodotti più di 41 milioni kg di Mozzarella di Bufala Campana (+8,5% sul 2014), di cui il 31% esportato, principalmente in Germania, Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Svizzera, Spagna. I dati disponibili del primo semestre del 2016 segnano un + 7% rispetto al 2015. Numeri in forte crescita che non possono non richiamare l'attenzione sulla formazione, la ricerca e lo sviluppo coinvolgendo le nuove generazioni.

San Nicola la Strada: inaugurato l'ampliamento della Scuola dell'Infanzia di via Saba

Pubblicato in Territorio
Martedì, 13 Settembre 2016 12:09

"E' difficile esprimere l'emozione enorme che ho provato ieri sera, a distanza di appena due anni dall'inaugurazione della nuova sede della nostra scuola". Le parole, dettate da legittime gioia e soddisfazione, sono di Antonello Petriccione, direttore della Scuola Bambini al Centro che, dopo essersi trasferita nel settembre del 2014 da Piazza Municipio a Via Saba, ha inaugurato, sabato 10 settembre, l'ampliamento della struttura, reso necessario a causa delle crescenti richieste di iscrizione.

Un'ala del complesso scolastico sarà, infatti, destinata per venire incontro alle esigenze soprattutto delle famiglie di bambini di Asilo Nido con fascia di età dai 6 mesi ai 2 anni e mezzo, realizzando così il primo asilo nido sul territorio di San Nicola la Strada, naturalmente a gestione privata con possibili ed eventuali sinergie con il Comune di San Nicola la Strada. A tagliare il nastro tricolore dell'inaugurazione, il sindaco Vito Marotta che ha presenziato la cerimonia con più di duecento persone, tra bambini e genitori, accorse per festeggiare l'evento.

La serata è trascorsa con divertenti momenti di intrattenimento per i bambini, alle prese con gonfiabili giganti e mascotte di Minnie e Topolino. Quindi pensierini e regali per tutti i presenti e poi le coinvolgenti performance del noto "mago comico" Michele Mergellino, prestigiatore napoletano conosciuto in tutto il territorio regionale. Una serata da incorniciare, insomma, per la scuola Bambini al Centro, realtà sempre più in crescita nel settore della formazione per l'infanzia, esistente sul territorio di San Nicola la Strada dal 2008.

Santa Maria La Fossa: inaugurata la "Fattoria Didattica Integra"

Pubblicato in Territorio
Lunedì, 04 Luglio 2016 17:15

SANTA MARIA LA FOSSA - «Solo la confisca non basta. I beni sottratti alla camorra devono diventare fonte di ricchezza per il territorio». Ha elogiato il "modello Agrorinasce" Raffaele Cantone, presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione, ospite, questa mattina, a Santa Maria La Fossa, all'inaugurazione della "Fattoria didattica Integra", gestita dall'associazione "ATS Terra Verde".

Il complesso, situato in località "Abate", è stato riqualificato con i fondi della Fondazione con il Sud, rappresentata dal direttore generale Marco Imperiale, e sorge su terreni agricoli confiscati a Paolo Saverio e a Francesco "Cicciariello" Schiavone, entrambi cugini del più noto Francesco "Sandokan".

«Ricordo – ha aggiunto Cantone – l'esordio del concorzio nel recupero di un bene, l'Università della legalità a Casal di Principe, che si trovava in una vera e propria enclave mafiosa. In quegli anni, si avvertiva un'aria aspittica, non certo come quella di festa che si respira oggi. Quello fu il primo segnale di una nuova mentalità che si stava affermando, di cui Agrorinasce è stata ispiratrice e interprete. I cittadini vogliono vedere i risultati: un edificio confiscato e abbandonato – ha concluso il magistrato – presta un pessimo servizio al clima di fiducia e di legalità». La cerimonia è stata organizzata, oltre dal consorzio presieduto da Immacolata Fedele, dal sindaco della città, Antonio Papa, che ha proceduto al taglio nastro.

«Restituiamo alla comunità – ha dichiarato Papa – uno dei simboli del potere criminale a Santa Maria La Fossa. Nel ringraziare Cantone per la vicinanza istituzionale, il mio auspicio è che il bene, a regime, divenga un'opportunità occupazionale per i giovani e le donne svantaggiate». Dopodiché è avvenuta la presentazione di "Integra", a cura di Giovanni Allucci, amministratore delegato di Agrorinasce, e di Ovidio Marzaioli, presidente di "ATS Terra Verde". Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, Maria Antonietta Troncone, procuratore capo del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Gabriella Casella, presidente facente funzione del Tribunale Santa Maria Capua Vetere e Tommaso De Simone, presidente della Camera di Commercio di Caserta.

«Attraverso una manifestazione di interessi rivolta al terzo settore – ha spiegato Allucci –, Agrorinasce ha affidato la fattoria ad "ATS Terra Verde", promotrice di un progetto che aiuta a valorizzare, in maniera sana e concreta, la tradizione agricola del territorio e, allo stesso tempo, contiene in sé delle novità in campo agricolo».

«L'ATS Terra Verde – ha proseguito il presidente Marzaioli – ha ristrutturato parte della masseria e dell'allevamento bufalino, ha avviato la coltivazione del grano e introdotto nuove coltivazioni, come quella della canapa sativa e del tartufo di canna, un tubero con tante proprietà benefiche che per decenni è stato un valido sostituto della patata, noto pure come patata americana. Nel futuro, si auguriamo che "Integra" possa diventare un polo culturale e commerciale».

 

Santa Maria La Fossa: inaugurato polo tecnologico ed ambientale

Pubblicato in Territorio
Sabato, 21 Maggio 2016 16:47

SANTA MARIA LA FOSSA - «La memoria è il giusto tributo a chi ha sacrificato la vita per un'ideale di giustizia». Così Franco La Torre, rivolgendosi agli studenti di diversi istituti dell'Agroaversano, ha iniziato il suo intervento al Centro di educazione e documentazione ambientale di Santa Maria La Fossa. Il Centro, inaugurato stamattina, è stato intitolato al padre, Pio La Torre, politico e sindacalista ucciso dalla mafia e medaglia d'oro al merito civile.

L'edificio sorge su un'area agricola di circa 13 ettari confiscata a Francesco «Sandokan» Schiavone, in località Ferrandelle.

«Ricordo – ha aggiunto La Torre – che nel 1982, l'anno dell'assassinio, in Sicilia si parlava di mafia come di una devianza culturale e antropologica, quasi giovanilistica. Pochi mesi dopo l'omicidio fu approvata la legge Rognoni-La Torre che introdusse nel Codice penale la previsione del reato di "associazione di tipo mafioso". È possibile, dunque, cambiare. È possibile – ha concluso La Torre – lasciarsi alle spalle l'incubo della Terra dei Fuochi e questo centro ne è la prova».

Tra le testimonianze, anche quelle della senatrice Rosaria Capacchione, membro della commissione bicamerale di inchiesta sul fenomeno delle mafie e storica firma del Mattino, che, da cronista, ha seguito la vicenda del sequestro e della confisca della masseria "Ferrandelle" al clan Schiavone di Casal di Principe.

Del senatore Ciro Falanga, componente della Commissione parlamentare antimafia. Di Gianna Fracassi, segretaria nazionale Cgil Scuola; di Maria Antonietta Troncone, procuratore capo Tribunale di Santa Maria Capua Vetere; del viceprefetto Imma Fedele, presidente di Agrorinasce; e di Antonio Papa, sindaco della città: «Abbiamo scritto una pagina storica per Santa Maria La Fossa, che dedico a quelle mamme che in piena emergenza tentavano di difendere il territorio, tra i più fertili della provincia, dall'invasione dei rifiuti».

Sul finale, la cerimonia di premiazione del progetto "Difendere l'ambiente per difendere sé stessi. La legalità al servizio dell'ecologia", voluto da Agrorinasce, Fondazione Polis e dal Ministero dell'Istruzione, Rete più Scuola Meno Mafia. In sala, gli studenti del liceo scientifico "Segrè" di San Cipriano d'Aversa, dell'istituto tecnico "Carli" di Casal di Principe e degli istituti comprensivi "De Mare" di San Cipriano d'Aversa, "Diana" di Casal di Principe, "Pascoli" di Casapesenna, "Santo Spirito" di Casal di Principe e quelli del "Gravante" di Grazzanise e Santa Maria La Fossa.

Subito dopo, è stata inaugurata pure l'isola ecologica ed è stato dato inizio alle attività dell'impianto di biogas per il trattamento dei reflui zootecnici. Centro, isola e impianto costituiscono un vero e proprio polo ambientale e tecnologico all'avanguardia. Rappresentano il più importante investimento su beni confiscati alle organizzazioni criminali d'Italia: ben 10 milioni di euro, 9 dei quali investiti dalla società "Power Rinasce" del gruppo Intercantieri Vittadello, e 1,5 milioni investiti da Agrorinasce, con fondi del Ministero dell'Interno.

La mattinata si è aperta con i saluti di Giovanni Allucci, amministratore delegato di Agrorinasce, e con la relazione tecnica di Alessandro Stefanello, amministratore delegato di "Power Rinasce". «Nel luogo in cui è sorta la discarica più grande d'Europa – ha affermato Allucci –, volevamo realizzare qualcosa che fosse l'esatto opposto. Il Ceda sarà un luogo aperto agli studenti, all'Università, alle categorie professionali, ai cittadini».

 

Capua: inaugurato centro polifunzionale diurno per anziani

Pubblicato in Territorio
Venerdì, 20 Maggio 2016 15:14

Capua - Taglio del nastro per il Centro diurno per anziani "Casa Sacro Cuore". Il centro è stato realizzato dalla Fondazione Misericordia Domini onlus con la collaborazione della Cooperativa Città Irene e grazie al contributo del Pio Monte della Misericordia, di Enel Cuore Onlus e alla compartecipazione della Regione Campania.

Ad inaugurare la struttura, monsignor Salvatore Visco, arcivescovo di Capua, Carmine Antropoli, sindaco di Capua, don Gianni Branco, presidente della Fondazione Misericordia Domini Onlus, Antimo Cesaro, sottosegretario ai Beni Culturali, Loredana Raia, consigliera regionale, Alessandro Pasca di Magliano, soprintendente Pio Monte della Misericordia, e Carmelina Grimaldi per Enel Cuore Onlus.

"Il Centro Sociale Polifunzionale - si legge in una nota - è una struttura a ciclo semiresidenziale aperta dal mattino alla sera che offre luoghi di svago e di socializzazione ma che è pronta anche a soddisfare bisogni primari degli ospiti, con servizi di mensa, lavanderia e infermeria. Il Centro mira al pieno coinvolgimento degli anziani in un progetto che stimola ciascuno a divenire protagonista, rendendosi utile a servizio degli altri. Il centro organizza attività di animazione, socializzazione indirizzate allo sviluppo dell'autonomia, puntando anche all'integrazione tra diverse generazioni".

"L'iniziativa è in linea con l'impegno di Enel Cuore Onlus, da sempre a fianco di associazioni capaci di generare collaborazioni virtuose tra pubblico e privato e aggregare risorse economiche, culturali e sociali di un territorio a favore di iniziative sostenibili di cui beneficia l'intera comunità. La Onlus di Enel ha contribuito alla realizzazione degli spazi comuni per le attività di incontro e socializzazione, aperti a tutta la comunità, e a quelli destinati a laboratori e attività motorie (palestra attrezzata).

Il Centro è aperto al territorio e vive un continuo scambio attraverso momenti di socializzazione e attività che coinvolgono l'intera città, anche attraverso il contributo volontario di privati della città che mettono a disposizione le proprie competenze professionali. Una rete di volontari accompagna anche coloro che intendono usufruire dei servizi in modo occasionale", conclude la nota. 

Mostra ceramica: Forma, Materia e Colore, inaugurazione nel Salernitano

Pubblicato in Cultura
Venerdì, 20 Maggio 2016 11:58

Ogliara Cilento - Sabato 21 maggio 2016, alle ore 18,00, inaugurazione della mostra di scultura ceramica: Ellen G., Clara Garesio e Giuseppe Pirozzi a cura di Gabriella Taddeo; testo critico di Clorinda Irace al Museo Città Creativa di Ogliara Salerno col patrocinio del Comune di Salerno e del Comune di Atrani (SA).

La mostra Ceramica: Forma Materia Colore degli artisti Ellen G., Clara Garesio e Giuseppe Pirozzi è curata dalla direttrice del museo Gabriella Taddeo e presentata da un testo critico di Clorinda Irace, intende proporre – come scrive la curatrice – «tre diverse declinazioni del linguaggio ceramico e nello stesso tempo indagare il tema di una attuale famiglia di artisti.

Giuseppe Pirozzi, ex-docente all'Accademia di Belle Arti di Napoli, fin dagli anni '50 si è confrontato con la contemporaneità prevalentemente nel campo della scultura, scegliendo come materia d'elezione il bronzo, ma dedicandosi nell'ultimo decennio prevalentemente alla terracotta, facendo affiorare dalla materia argillosa archetipi e immagini della memoria; Clara Garesio – sua moglie – è ceramista di formazione faentina ed opera da sempre nell'arte ceramica e nella didattica, sperimentando molteplici tecniche e linguaggi, dalla maiolica, al grés, alla porcellana, alla terracotta decorata con originali smalti policromi, privilegiando la ricerca sul colore e sulla superficie; Ellen G., architetto, storico dell'arte e artista – loro figlia – si esprime con un linguaggio centrato sulla costruzione razionale della forma plasmata nella terracotta e ricoperta da sobrie cromie ad ingobbio o smalto, nascono così forme atemporali, arricchite da allusioni simboliche universali.

In altre parole da una stessa atmosfera familiare, da una stessa radice si diramano tre vitalità artistiche particolari, eterogenee fra loro, ma ognuna di notevole, indiscusso spessore».

info: 089 282159 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Pagina 1 di 2

Fieragricola

Salute e Benessere

Moda e Tendenze

Cerco Lavoro

da queste pARTI

JoomShaper