Incidente Brennero: operai morti sono di Mondragone

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 26 Aprile 2017 19:08
Sono di Mondragone, provincia di Caserta, i due operai morti nell'incidente ferroviario avvenuto la scorsa notte sulla linea del Brennero a Bressanone. Lo rende noto il sindaco del comune del Casertano, Giovanni Schiappa che annuncia il lutto cittadino. "La notizia dei due operai di Mondragone scomparsi tragicamente nell'incidente ferroviario del Brennero, getta sgomento e tristezza nella comunità cittadina. Ci uniamo tutti al dolore dei familiari - sottolinea - per una tragedia su cui auspichiamo ci sia la massima celerità delle Autorità competenti nel fare chiarezza rispetto alle cause. Verrà proclamato un giorno di lutto cittadino".

Mondragone: Bandiera Blu del Litorale Domizio

Pubblicato in Territorio
Venerdì, 14 Aprile 2017 12:59
Mondragone - Dopo la formalizzazione dell'assoggettabilità ad uso pubblico delle aree oggetto di intervento del "La Bandiera Blu del Litorale Domitio" da parte dell'Amministrazione comunale di Mondragone guidata dal Sindaco Giovanni Schiappa, da una settimana e più sono state avviate le attività del Grande Progetto. Gli ultimi rilievi georadar per la cantierizzazione del progetto esecutivo hanno interessato in primis la zona sud di Mondragone, Torre di Pescopagano, per poi passare ad effettuare anche rilievi fino alla zona nord della Citta' cuore del Litorale Domitio, ovvero LeVagnole. L'area di cantiere individuata a Pescopagano e' in corso di allestimento. Gli ultimi adempimenti riguardano la nomina della Commissione di collaudo e dell'archeologo da parte di Arcadis. Con il deposito dei calcoli presso gli Uffici del Comune di Mondragone, a giorni, avranno inizio effettivamente i lavori. "La Bandiera Blu del Litorale Domitio" e' ormai realtà!

Mondragone (R)Esiste: «Lo spianamento della spiaggia è l’ennesimo sfregio all’ambiente e al paesaggio mondragonese»

Pubblicato in Attualità
Martedì, 11 Aprile 2017 10:02

MONDRAGONE - Lo spianamento della spiaggia è l'ennesimo sfregio all'ambiente e al paesaggio mondragonese. Mondragone (R)Esiste interviene in merito alle disastrose politiche (non) ambientali dell'attuale amministrazione.
"In questi giorni i cittadini mondragonesi hanno assistito all'ennesima triste pagina in materia di ambiente e salvaguardia del paesaggio. Infatti, in vista della stagione estiva, l'amministrazione ha "ben pensato" di avviare la pulizia della spiaggia azionando le ruspe in una zona in cui si stava ricostituendo una duna allo stato embrionale. L'amministrazione, fiera sostenitrice dell'approdo abusivo e del PUFC che prevede nuove costruzioni a discapito del paesaggio dunale, colpisce ancora.
Ci accodiamo ai tanti cittadini che in queste ore stanno documentando sui social questo scempio che costituisce un vero e proprio sfregio al paesaggio e alle risorse della nostra comunità.
A Mondragone serve un cambio di passo nelle politiche ambientali.
Proprio per questo motivo, uno dei punti fondamentali del nostro programma è la salvaguardia dell'ambiente e, nello specifico, del nostro immenso patrimonio dunale in cui vivono specie vegetali e animali che rappresentano un'unicità in questa piccola fetta di Mediterraneo.
Per portare avanti questo impegno, però, serve organizzare un piano di pulizia e manutenzione della spiaggia, programmando una serie di interventi al patrimonio costiero con l'aiuto e la collaborazione delle associazioni ambientaliste e di volontariato presenti sul territorio. Questo tipo di gestione, economica e multifunzionale, serve anche a creare i presupposti per ridare valore alla nostra spiaggia, una risorsa che appartiene a tutti i cittadini, di fondamentale per la crescita economica e sociale della nostra città.
Una manutenzione della costa seria e organizzata consentirebbe anche una programmazione turistica innovativa e a impatto zero, capace di sviluppare nuova economia sostenibile, in grado attrarre un turismo più consapevole e rispettoso delle specificità del nostro territorio".

Archeologia: 40mila anni di preistoria a Mondragone, domani presentazione

Pubblicato in Territorio
Venerdì, 17 Marzo 2017 14:42

Mondragone - Domani pomeriggio, alle ore 18:30, nella Sala Conferenze "M. Pacifico" del Museo Civico Archeologico "Biagio Greco", si terrà l'incontro su "La grotta di San Sebastiano, 40.000 anni di preistoria a Mondragone", con la presentazione del documento sulla grotta e delle campagne di scavo 2015 e 2016.

Interverranno il Direttore Scientifico del Museo Civico Archeologico Luigi Crimaco, il Funzionario Archeologico della Soprintendenza belle arti e paesaggio di Caserta e Benevento Antonella Tomeo, il docente dell'Università "La Sapienza" Carmine Collina, il docente dell'Università "La Sapienza" Marcello Piperno, il docente dell' Università "Suor Orsola Benincasa" Leonardo Repola ed il Giornalista Leonardo Sebastianelli. Modererà il dibattito Francesco Nazzaro. Interverrà per i saluti, insieme all'Assessore ai Beni Culturali Valerio Bertolino e alle Attività Culturali Lucia Smirne, il Sindaco della Città Giovanni Schiappa.

"Le preziose campagne di scavo che rivendichiamo con orgoglio – commenta il Sindaco Giovanni Schiappa – ci diranno a che punto siamo con la riscoperta di questo grande patrimonio di inestimabile valore. L'attenzione verso il segmento culturale, storico e archeologico, nel corso di questi primi cinque anni di attività amministrativa, è stata intensa e costante. Il crescente interesse di diverse università italiane sul patrimonio storico di Mondragone, sono la viva testimonianza che i nostri investimenti e l'impegno delle nostre risorse umane, nel corso di questi anni, sono serviti – continua il Sindaco – a creare qualcosa di molto importante. Il prossimo quinquennio amministrativo, sarà incentrato ancora sulle campagne di scavo, ma anche e soprattutto sulla promozione nei circuiti del turismo culturale del nostro straordinario patrimonio."

 

Mondragone: Mercatino Solidale Biologico, visita del sindaco Schiappa agli alunni della "Stella Maris"

Pubblicato in Territorio
Giovedì, 16 Marzo 2017 16:06

Mondragone - Il Sindaco Giovanni Schiappa ha fatto visita, ieri mattina, agli alunni della scuola primaria "Stella Maris", che guidati dalle insegnanti Margherita Iuliano, Margherita Luongo, Dionisia Puoti e Cinzia Cerqua, oltre che dal Dirigente scolastico Beatrice Tavoletta, sono stati impegnati nel progetto del "laboratorio biologico floro-orto-didattico", attraverso il quale hanno promosso il Mercatino Solidale.

L'obiettivo di questo lavoro è quello di ampliare le conoscenze e i comportamenti più corretti con il cibo e le proprie origini, promuovendo la cultura della salute, mediante attraverso una corretta alimentazione fatta da alimenti biologici.

"Ancora una volta – commenta il Sindaco Giovanni Schiappa – i nostri bambini, guidati da insegnanti capaci e lungimiranti, riescono con grande semplicità ad essere da esempio per i più grandi, tracciando un percorso – quello della sana alimentazione biologica e rispettosa dell'ambiente – ormai consigliato da tutti gli esperti del mondo dell'alimentazione."

Mondragone: danni all'agricoltura, agricoltori potranno produrre domanda per danni avuti negli anni scorsi

Pubblicato in Territorio
Lunedì, 27 Febbraio 2017 15:10

MONDRAGONE - L'Amministrazione comunale di Mondragone guidata dal Sindaco Giovanni Schiappa informa il comparto agricolo territoriale che le risultanze del censimento effettuato negli anni addietro dagli Uffici del settore Agricoltura della Provincia di Caserta - curato dal Consigliere provinciale Stefano Giaquinto, gia' Assessore provinciale con delega all'agricoltura - hanno ottenuto un primo importante riconoscimento con l'individuazione del Comune di Mondragone da parte degli Uffici della Regione Campania.

Ciò avviene grazie alle segnalazioni inoltrate dall'Amministrazione comunale di Mondragone per i danni subiti dagli agricoltori negli anni scorsi. Ora bisognerà esclusivamente attendere la prossima pubblicazione del bando della misura 4.4.1 per poter produrre la domanda di sostegno per la realizzazione degli interventi previsti e dettagliati nell'ambito del PSR 2014/2020 per la prevenzione dei danni da fauna, in particolare da cinghiale per il territorio di Mondragone.

 

Mondragone: Carnevale, Melevisione e Teatro Nazionale dei Burattini

Pubblicato in Territorio
Venerdì, 24 Febbraio 2017 14:20

MONDRAGONE - L'Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giovanni Schiappa ha previsto diverse attività in occasione del carnevale in Città. Domenica 26 Febbraio, in Piazza G. Schiappa presso la Villa comunale, si terrà lo storico spettacolo del Teatro Nazionale dei Burattini della famiglia Ferraiolo.

Martedi 28 Febbraio, in Piazza G. Falcone e V.le Margherita, arriva la "Melevisione" Milo Cotugno, oltre a giostre gonfiabili, spettacoli circensi, animazione ed altre attività per il carnevale dei più piccoli.

Per una maggiore tutela della sicurezza - soprattutto dei più piccoli - e dell'ordine pubblico, il Primo cittadino ha inoltre stabilito con propria ordinanza il divieto assoluto di utilizzo delle bombolette spry con materiale schiumogeno e altri oggetti fastidiosi o pericolosi come manganelli di ogni tipo e dimensione, fialette, uova, petardi fiaccole o spruzzi d'acqua di ogni genere.

"Abbiamo cercato di prevedere diverse attività – commenta l'Assessore al Turismo Salvatore – capaci di attrarre soprattutto i più piccoli e, conseguentemente, i loro genitori. Le manifestazioni previste – continua l'Assessore – sono di particolare rilievo artistico, sia per quanto riguarda lo storico spettacolo dei Burattini, sia per la Melevisione, molto amata dai più piccoli." Anche il Sindaco Giovanni Schiappa ha commentato le attività in programma: "Con le attività in programma e l'attenzione verso la sicurezza ed il rispetto delle regole, a carnevale non c'è bisogno di andare fuori porta. Le nostre famiglie, specie quelle con bambini piccoli, potranno divertirsi in città con gli eventi di Domenica e Martedi."

 

Mondragone-Falciano del Massico-Carinola: comunicato pendolari

Pubblicato in Territorio
Giovedì, 02 Febbraio 2017 16:10

Le dichiarazioni dei dirigenti Trenitalia stridono con la realtà che vede ogni giorno i pendolari subire gravi disagi

Il comitato pendolari "Falciano – Mondragone – Carinola" con una lettera aperta risponde alle dichiarazioni apparse sul settimanale distribuito per i viaggiatori delle Ferrovie dello Stato

Ieri, tramite una lettera aperta indirizzata alla Dottoressa Barbara Morgante, amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia, abbiamo inteso manifestare il nostro senso di smarrimento nei confronti delle sue dichiarazioni apparse sul settimanale "Note".
Nell'articolo in questione la Dottoressa Morgante ci ha tenuto a ribadire che il cliente è la risorsa più importante e che l'obiettivo dell'azienda è quello di offrire viaggi sempre più confortevoli, senza cancellazioni, ritardi o servizi sostitutivi. Dichiarazioni senz'altro degne di nota, peccato che la rimodulazione degli orari ci consegna una realtà ben diversa dalle belle parole apparse sul settimanale. Anzi, l'applicazione dei nuovi orari, elaborati senza alcun tipo di confronto con gli utenti, ha mostrato quanto sia marginale per i vertici dell'azienda il coinvolgimento degli utenti, i quali si sono visti imporre una programmazione che con il sistema di cambio nelle stazioni intermedie ha istituito, di fatto, stazioni di serie A e stazioni di serie B.

A farne le spese sono sempre i pendolari che, oltre ai comuni disagi di treni stracolmi e in ritardo, devono far fronte a un servizio ogni giorno più scadente che mette in pericolo anche l'incolumità psicofisica dei viaggiatori.

Inoltre - continuano i componenti del Comitato – vorremmo far presente che alla prova dei fatti i servizi sostitutivi su gomma sono stati istituzionalizzati dopo l'entrata in vigore dei nuovi orari.
Ribadiamo con forza che il trasporto regionale è un servizio pubblico, pertanto la mission aziendale non è la ricerca del profitto ma la soddisfazione dei bisogni di tutti gli utenti e non dei clienti come erroneamente la Dottoressa Morgante definisce i viaggiatori del trasporto pubblico.

 

Mondragone: pranzo sociale della Befana con il sindaco Schiappa

Pubblicato in Territorio
Sabato, 07 Gennaio 2017 16:46

Si è tenuto quest'oggi presso il salone della Parrocchia di San Giuseppe Artigiano il pranzo sociale della befana organizzato dall'Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giovanni Schiappa, con la partecipazione di diversi partner privati che hanno contribuito alla realizzazione dello stesso.

L'Assessorato alle Politiche sociali retto da Lucia Smirne, aldilà di ogni aspettativa, ha registrato la partecipazione di circa 180 persone, tra concittadini, connazionali e stranieri, in un clima di pacifico multiculturalismo, arricchito da canti e poesie lette dai partecipanti, oltre che dalla musica offerta dal dj mondragonese Ivan Tipaldi.

Le Parrocchie Cittadine, la Croce Rossa Italiana, la Protezione Civile e tanti volontari hanno fatto da cornice a questo evento solidale.

"In questo periodo segnato da una cosi forte conflittualità multietnica – commenta il Sindaco Giovanni Schiappa – a Mondragone diamo prova del fatto che i valori cristiani dell'accoglienza e dell'altruismo non hanno colore e bandiere, riuscendo ad unire ciò che spesso la disperazione divide. In un momento cosi difficile, occorre operare un intelligente bilanciamento tra l'intransigenza sul tema del rispetto delle nostre regole e della nostra cultura e la necessità di non dimenticare mai chi si trova in una condizione di difficoltà. E' un po' questo – conclude il Sindaco Schiappa – il dettato da seguire per essere Amministratori seri e responsabili".

Mondragone: "Bandiera Blu" del litorale domizio; Schiappa, occasione storica

Pubblicato in Territorio
Giovedì, 29 Dicembre 2016 15:00

Con il nuovo anno, per la Città di Mondragone, si concretizza l'avvio de "La Bandiera Blu del Litorale Domitio", il grande progetto di risanamento ambientale e di tutela del mare finanziato con fondi europei. Sedici milioni di euro stanziati per la costruzione di reti fognarie che miglioreranno gli impianti esistenti. Obiettivo migliorare la qualità delle acque e l'innalzamento degli indici di balneabilità.

La realizzazione del Grande Progetto è stata seguita dall'Arcadis ed il lotto funzionale che interessa Mondragone vedrà il Consorzio Cogest, quale aggiudicatario della gara europea, realizzare i lavori. Attesi i nuovi collettori fognari in tutte le zone periferiche ed in particolare a favore degli abitati di Pescopagano e LeVagnole, oltre che sulla Domitiana. Il Sindaco di Mondragone Giovanni Schiappa rimane convinto che tali opere rappresentino "un'occasione storica per il rilancio del territorio".

A seguito del verbale di chiusura della validazione del progetto esecutivo, l' Amministrazione comunale di Mondragone rende noto che l'unico atto necessario all'inizio della realizzazione del Grande Progetto "La Bandiera Blu del Litorale Domitio" rimane la consegna dei lavori che dovrebbe avvenire tra Capodanno e l'Epifania, previo sopralluogo della direzione lavori con il consorzio di imprese da tenersi appunto nei primi giorni del 2017, confermando presumibilmente l'avvio da subito di ben tre cantieri sul territorio comunale di Mondragone.

Un primo a LeVagnole (in prossimità dell'antica colonia romana di Sinuessa conosciuta nell'antichità proprio per le eccellenti capacità terapeutiche delle sue acque termali), un secondo cantiere a Pescopagano (porzione di territorio in gran parte nata "spontaneamente" negli anni addietro ed ora in fase di acquisizione al patrimonio comunale dell'Ente) ed un terzo fra Pineta Prisconte o Pineta Nuova, prima ancora di iniziare ad intervenire a Stercolilli, Pineta Riviera, etc. e lungo l'intero tratto stradale della Domitiana.

Con il sopralluogo, appunto, si cercherà di adeguare il cronoprogramma del Cogest alle esigenze indifferibili della Comunità mondragonese. Proprio in relazione alla "Bandiera Blu del Litorale Domitio" e' dallo scorso mese di luglio che si fa attendere la risposta al Primo Cittadino Giovanni Schiappa da parte di Andrea Bianco, il Blue Flag National Operator per l'Italia di FEE, l'Associazione che assegna il riconoscimento della "bandiera blu" alle località di mare. L'oggetto del contendere fu una serie di cartelloni pubblicitari installati già da diversi anni dall'Assessorato al Turismo agli ingressi della Città cuore del Litorale domitio. Foto del mare pulito e della spiaggia su cui risalta lo slogan "Mondragone, la Bandiera Blu del Litorale Domitio".

Andrea Bianco, in una lettera indirizzata al Sindaco ne chiese l'immediata rimozione, ritenendola una sorta di pubblicità ingannevole perché Mondragone, pur avendo un mare pulito, non si e' visto ancora attribuire l'ambito riconoscimento poiché alla sua assegnazione concorrono anche altri fattori come quelli relativi alla ricettività ed all'accoglienza, di riferimento al privato prima ancor prima che al pubblico. "Il Comune - scrisse Bianco a Schiappa - non è stato riconosciuto e certificato come bandiera blu e quindi non può utilizzare quel titolo".

La tempestiva replica del primo cittadino fu particolarmente dura e, a quanto pare, diede i suoi frutti. Schiappa parlò di un intervento operato da Bianco "dopo una strumentale segnalazione ricevuta, a fronte della quale l'Organizzazione avrebbe fatto meglio ad informarsi più in dettaglio prima di intervenire". Poi ribadi la decisione di non rimuovere i cartelli incriminati "perché gli stessi non riportano alcun logo riconducibile all'Organizzazione, nè riportano la dicitura che necessita di un suo riconoscimento ed autorizzazione. Riportano esclusivamente la denominazione del Grande Progetto finanziato dall'Unione Europea per il tramite della Regione Campania, di cui il Comune di Mondragone è uno dei beneficiari" spiegava il Sindaco. A riprova delle sue affermazioni il Primo cittadino allegava alla mail inviata al rappresentante di Fee in Italia anche il frontespizio del progetto.

"Qualora fosse modificata la denominazione dell'intervento, dalla Regione o direttamente dall'Unione Europea, che certamente lo comunicheranno a noi come a tutti gli altri enti beneficiari, certamente provvederemo a rimuovere la cartellonistica in oggetto", concluse Schiappa, che poi invitava Bianco a visitare Mondragone, annunciando di "prendere certamente contatti con la sua rinomata Associazione, quando riscontreremo il rispetto anche degli altri criteri e degli altri parametri di assegnazione dell'ambito riconoscimento della Bandiera Blu".

 

Pagina 1 di 8

Salute e Benessere

Caserta: giornata dedicata alle malattie della tiroide

Caserta: giornata dedicata alle malattie della tiroide

Caserta - Oggi, mercoledì 24 maggio, l’Azienda Ospedaliera di Caserta “Sant’Anna e San Sebastiano” p...

Moda e Tendenze

da queste pARTI

JoomShaper