“Noi di Piedimonte” si prepara alla chiusura, stasera in Piazza De Benedictis. Civitillo in Piazza Annunziata: “Rispettiamo il petrolio verde di Piedimonte Matese”

Pubblicato in Attualità
Venerdì, 09 Giugno 2017 10:40

PIEDIMONTE MATESE – Stasera il gran finale in Piazza De Benedictis (antistante la Casa Comunale) alle ore 21:00. I più lunghi comizi che si tengono a Piedimonte Matese in queste sere di campagna elettorale. Questo sono gli incontri organizzati dalla lista n.1 "Noi siamo di Piedimonte". Comizi durante i quali intervengono TUTTI i candidati della lista. Comizi durante i quali intervengono anche i cittadini. "Mai successo prima", ha detto qualcuno. Una squadra, "Noi di Piedimonte", che, soprattutto negli ultimi due incontri tenuti in località Domus Rossa e in Piazza Annunziata, ha parlato di tutte le problematiche di Piedimonte Matese, dimostrando molta più competenza di qualcuno che vanta di averne. Sul palco ieri sera, 8 giugno, anche uno dei boscaioli di Vallata a portare la sua diretta testimonianza.
"Il territorio di Piedimonte Matese ha circa 1200 ettari di boschi, di cui scarsi 900 tra Monte Stufo, Ferracciano, e Selvapiana. Posti per anni dimenticati, posti che forse qualche amministratore del passato non sa neppure dove si trovano. E a proposito di patrimonio boschivo è doveroso precisare una cosa prima di fantasticare sulle ricchezze che i boschi potrebbe portare: nel 2013 fu redatto dal geometra Fiorucci il PAF (Piano di Assestamento Forestale). Piano approvato dalla Regione Campania e dimenticato dal Comune di Piedimonte Matese. Si sarebbe potuto fare cassa subito con il patrimonio boschivo, Noi di Piedimonte lo sappiamo perché ce lo siamo fatti raccontare direttamente da chi vive di questo lavoro. Di Lorenzo lo ha sempre saputo, ha anche sempre saputo anche che ha validità 10 anni. Perché ne parla solo ora? Noi non abbiamo impacchettato fumo da vendere ai boscaioli questa sera, questo lo ha fatto Grillo con la bizzarra idea dettata da Coldiretti". Ad asserirlo a gran voce sul palco il candidato sindaco Fabio Civitillo.
Degno di nota anche l'intervento della più giovane del gruppo, Cristiana Iasalvatore (22 anni), che si è fatta portavoce di tutta la squadra dichiarando con fervore:
"Questa sera voglio parlare di politiche giovanili, partendo da un pezzo di definizione dell'ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) e mi voglio rivolgere soprattutto a chi ci ha definito "giovani" e "inesperti". Secondo la definizione di cui vi parlavo i giovani "...SONO I PRINCIPALI AGENTI DI SVILUPPO ECONOMICO, DI CAMBIAMENTO SOCIALE E DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA. VA ASSICURATO LORO IL VIVERE IN CONDIZIONI ED AMBIENTI CHE FAVORISCANO GLI IDEALI, LA LORO CREATIVITÀ, LA PASSIONE, SVILUPPANDO UNA TENSIONE AL MIGLIORAMENTO DELLA LORO SOCIETÀ". Grillo, Di Lorenzo avete capito? Io non accetto che qualcuno creda che giovane significhi stupido!"

Caiazzo: il Maestro pizzaiolo Franco Pepe insignito del Cappello d'Oro

Pubblicato in Territorio
Giovedì, 01 Giugno 2017 16:47
Piedimonte Matese - Una ricchezza straordinaria di un territorio che rappresenta una culla di eccellenze enogastronomiche e di testimonianze di valore internazionale come Franco Pepe, insignito del "Cappello D'Oro" e per la sezione speciale "Emergenti", all'Associazione di giovani produttori di "Zafferano Terra di Lavoro" con il suo presidente Antonio Croce. Una iniziativa voluta ed organizzata dall'Istituto Alberghiero "Cappello" di Piedimonte Matese, con la sua dirigente Filomena Rossi e le sue collaboratrici scolastiche, per offrire ai giovani studenti un forte stimolo verso un lavoro che assume il sempre più il valore di una vera e propria arte: chef, pizzaiolo, personale di sala. Il "Riconoscimento" dell'Istituto “E. V. Cappello” viene assegnato: “Alla personalità che con la sua opera ha contribuito alla valorizzazione culturale ed economica del territorio del Medio-Alto Casertano”. Come prima edizione quest’anno è stato assegnato, tra le personalità intervenute, al Maestro pizzaiolo Francesco Pepe e consegnato, con il presidente della commissione il giornalista Dante Stefano del Vecchio, dall’Assessore al Lavoro con delega alle Risorse Umane della Regione Campania Sonia Palmieri. Una intuizione di straordinario valore celebrare nella scuola coloro che hanno intrapreso e stanno per intraprendere un percorso legato al cibo, alla cucina, ai ristoranti del proprio territorio portando nel mondo le nostre tipicità, di un'agricoltura ricca di prodotti e antica nel tempo, in particolare dai romani da cui abbiamo ereditato un patrimonio di conoscenza unico al mondo. Franco Pepe, che della scuola ne è stato parte da giovane, ci ritorna con le sue emozioni di sempre verso una terra che ama e che sta sollecitando per crescere e svilupparsi. Una giornata con tanti testimoni, come lo chef Pietro Parisi, il casaro La Vecchia, una produttrice della cipolla alifana.

“Noi di Piedimonte”, rione Vallata sotto i riflettori: inaugurato un nuovo comitato elettorale e lunedì prossimo comizio

Pubblicato in Attualità
Sabato, 20 Maggio 2017 17:54

PIEDIMONTE MATESE – Spazio ai rioni. Inaugurata ieri sera, 19 maggio, una nuova sede elettorale della lista n.1 "Noi di Piedimonte" con Fabio Civitillo candidato sindaco. Dopo la sede principale di via Antonio Gaetani, anche il rione Vallata ha la sua sede, quella di via Angelo Scorciarini, concepita più che come punto d'incontro per i candidati, come punto d'ascolto per i cittadini. Intanto tutto è pronto per un nuovo comizio che si svolgerà lunedì sera, 22 maggio, a partire dalle ore 20:30 a Piazzetta Trutta, sempre nei pressi di rione Vallata.
"Vogliamo aprire le porte alla gente, – ha precisato il candidato sindaco Fabio Civitilloquesta sede è la seconda e non sarà l'ultima. Nessun quartiere di Piedimonte Matese sarà trascurato e nessuna problematica rimarrà inascoltata".

Amministrative Piedimonte Matese, Civitillo vuole ripartire dai cittadini. Ecco com’è nata l’idea della candidatura

Pubblicato in Attualità
Venerdì, 28 Aprile 2017 14:48

PIEDIMONTE MATESE - Dopo aver annunciato la volontà a prendere le distanze da un concetto di "primarie" che di fatto non permetterebbe un vero e proprio rinnovamento, il medico matesino Fabio Civitillo e la sua squadra guardano al futuro. "Le primarie, - ha precisato Civitillo – non si sono poste l'obiettivo di misurarsi con la necessità di proporre candidati e idee di profondo rinnovamento, indispensabili per Piedimonte Matese". Una nuova proposta politica e amministrativa quella a cui ha pensato il candidato sindaco Fabio Civitillo e la squadra di sostenitori che sin dall'inizio hanno avuto le idee ben chiare in merito ad un progetto di totale rinnovamento.
In attesa dei prossimi e decisivi passi, quali l'annuncio del nome della compagine politica che racchiuderà validi professionisti e l'inaugurazione della sede elettorale che diventerà il quartier generale degli aspiranti amministratori piedimontesi, già si lavora alle linee guida di un programma per la cui stesura ci sarà la partecipazione attiva di diverse professionalità.
"Vogliamo innanzitutto ascoltare i cittadini. Amministrare oggi la cosa pubblica richiede una dedizione particolare. Servire il bene comune e risollevare le sorti di Piedimonte Matese, anche. Noi siamo pronti. La nostra discesa in campo è nata, già da qualche mese, da un punto fermo: portare avanti un vero discorso di rigenerazione nel panorama amministrativo piedimontese. Il nostro impegno si muove nell'ambito di un consolidato mettersi in gioco con forze nuove della società ma collocate in un chiaro schieramento di centrosinistra. Piedimonte Matese in questo momento ha bisogno di abbandonare vecchie abitudini e di guardare avanti, non trascurando innanzitutto la situazione finanziaria in cui versa l'Ente. Per fare questo abbiamo bisogno di nuovi entusiasmi e di nuove competenze". A dichiararlo l'aspirante sindaco Fabio Civitillo.

Primarie del PD a Piedimonte Matese, il candidato sindaco Fabio Civitillo: “Non parteciperò. Andrò avanti per la mia strada”

Pubblicato in Attualità
Domenica, 23 Aprile 2017 21:30

PIEDIMONTE MATESE – Prende forma il progetto politico/amministrativo del medico piedimontese Fabio Civitillo, in corsa senza remore verso le Amministrative 2017. Dopo un lungo confronto con il gruppo che sostiene la sua candidatura, infatti, l'aspirante sindaco Civitillo annuncia che non parteciperà alle primarie del Partito Democratico di Piedimonte Matese.
"La decisione di non partecipare alle primarie trova la sua motivazione nel principio fondamentale del rinnovamento, - precisa Civitillo – che è lo spirito e l'anima di questo gruppo. Aderire alle primarie impedirebbe, al di là del consenso elettorale, un rinnovamento reale secondo me necessario alla cittadinanza di Piedimonte Matese".
Questa scelta sottolinea quanto la candidatura di Civitillo sia principalmente in progetto politico e poi amministrativo e mostra quanto la proposta di una squadra di governo "nuova" sia l'elemento più importante, un punto di partenza per la lista del medico piedimontese.

Peppe Barra inaugura il “Festival dell’Erranza”: il 5 maggio a Piedimonte Matese apre la V edizione

Pubblicato in Eventi
Giovedì, 20 Aprile 2017 11:00

Il cammino artistico di Peppe Barra, iniziato più di cinquant'anni fa, farà tappa il 5 maggio 2017 a Piedimonte Matese (CE). L'apertura primaverile del "Festival dell'Erranza" è affidata e dedicata ad un artista di ineguagliabile qualità e talento nel coinvolgere anche un pubblico internazionale: a partire dalle ore 18:30 Peppe Barra si esibirà nel cinquecentesco complesso monumentale di San Domenico, dando vita a una rappresentazione di rara bellezza, fatta di parole e suoni evocativi della sua capacità unica di raccontare la tradizione popolare.
Un'esibizione carica di suggestioni e in linea con il tema di quest'anno della quinta edizione del Festival, "Il Dono e l'Impossibile". «Il dono, inteso come gesto di generosità e di gratuità, – anticipa il direttore artistico del Festival, Roberto Perrotti – crea inevitabilmente nuovi e profondi legami sociali, simbolici e relazionali fra chi dona e chi riceve... Si guarderà al dono della terra e della bellezza, dell'intelligenza e dell'estro, dell'ospitalità e del soccorso e si proporrà una riflessione sulla sua ambiguità e sul suo misterioso circuito».
Incontri, Spettacoli, Riflessioni si terranno il 29 e 30 settembre e 1 ottobre 2017, sempre nel Chiosto di San Domenico a Piedimonte, in occasione di un evento ormai di risonanza nazionale e con ospiti di respiro internazionale che arricchiscono e valorizzano identità e l'originalità dell'iniziativa.

Piedimonte Matese: nasce l'Associazione "Papa Francesco"

Pubblicato in Territorio
Mercoledì, 19 Aprile 2017 16:46
A Piedimonte Matese nasce una nuova associazione culturale denominata "Papa Francesco", con fini di solidarietà sociale. Già nel nome sono racchiusi i principi fondamentali a cui intende ispirarsi: semplicità, amore per il prossimo, empatia. Questi alcuni dei valori che Papa Francesco continuamente propugna nelle sue opere e nei suoi discorsi. Valori importanti, che l’associazione ha fatto suoi e che intende trasmettere attraverso le sue attività. L’associazione Papa Francesco, operando in campo laico, rivolge la sua attenzione principalmente alle fasce deboli: anziani, bambini, diversamente abili, ecc., con l’obiettivo di creare un centro socio-ricreativo-culturale presso la sua sede operativa, che verrà inaugurata sabato 22 aprile, alle ore 19:30, presso via Matese, 22, Piedimonte Matese (Ce). Il centro vuole essere un punto di riferimento per tutte le persone che vorranno associarsi, un luogo dove potranno svolgere svariate attività o semplicemente stare in compagnia, abbattendo quei muri di solitudine e indifferenza che spesso circondano tali soggetti. In questo ambito l’associazione si prefigge di promuovere e/o realizzare: - iniziative culturali, ricreative, ludiche, motorie, formative ed informative di carattere culturale e sanitario e laboratori vari, quali pittura, ceramica, decoupage, ecc.; - predisposizione e realizzazione di progetti, anche in collaborazione con altri attori sociali. Inizialmente accoglieremo soci anziani, l’obiettivo è quello di prevenire l'emarginazione, la solitudine e l'inattività delle persone anziane, offrendo a quest’ultime un supporto quotidiano e professionale nella valorizzazione e nel rispetto del ruolo che ricoprono all’interno della società. Le attività saranno svolte sia in sede, come la predisposizione di corsi, incontri informativi, eventi o stare semplicemente in compagnia, e così via; sia fuori sede, come l’accompagnamento dell’anziano nel disbrigare i servizi quotidiani: fare la spesa, andare a pagare una bolletta, fare semplicemente una passeggiata, accompagnarli a visite mediche, ecc. L’intenzione dell’associazione è quella di partire dalle piccole cose, piccoli servizi che possono risultare utili e che magari prima non si aveva coscienza del loro bisogno. Inoltre, fare in modo che tutti i soci appartenenti a tale categoria, siano i protagonisti principali, valorizzando al meglio la loro persona e mettendoli in relazione con gli altri e il territorio.

Piedimonte Matese, parte domani il progetto MuciramaLab

Pubblicato in Eventi
Mercoledì, 19 Aprile 2017 09:50

Il museo è un contenitore di storie. Un luogo privilegiato di incontri, un luogo in cui la didattica
dell'antico può incrociare senza alcuna fatica, i percorsi pedagogici più moderni ed innovativi. Su
questo ci siamo interrogati quando abbiamo prodotto i nostri laboratori didattici che prenderanno il
via ufficialmente il 20 aprile 2017 grazie alla proficua collaborazione tra Mucirama ed i volontari
dell'associazione culturale Am'Arte.
Ci siamo interrogati su come fare rete, su come creare percorsi di cultura partecipata, su come far
convivere e confondere e mescolare archeologia, arte, mito, storia ma anche teatro, poesia,
cittadinanza, bambini, pubblico in un unico grande, organico, processo creativo. Il risultato è un
progetto di laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
Queste le prime tappe:
- Passeggiando sull'Olimpo (6 anni-10 anni) ideato dalla prof. Roberta Castorina
- Kamishibai (6-10 anni) ideato dalla prof. Maria Mastrangelo

Il biglietto d'ingresso al Museo è gratuito.
Per l'attività didattica è previsto un contributo di € 3.00 a studente.
Per info e prenotazioni:
AM'ARTE - Associazione Museale Archeologia e Arte
Museo Civico Raffaele Marrocco (MUCIRAMA)
Largo San Domenico, 2
81016 Piedimonte Matese (CE)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 329-8785623

Piedimonte Matese: chiesetta di San Rocco

Pubblicato in Lara Vede
Lunedì, 20 Febbraio 2017 12:57

La foto particolare è di Donato Saini

Piedimonte Matese: Bangladesh, familiari D'Allestro mercoledì da Papa Francesco

Pubblicato in Territorio
Venerdì, 17 Febbraio 2017 14:10

I familiari di Vincenzo D'Allestro, l'imprenditore di Piedimonte Matese (Caserta) ucciso nel corso dell'attentato compiuto dall'Isis a Dacca in Bangladesh il 2 luglio 2016, hanno riferito che si recheranno da Papa Francesco insieme ai familiari delle altre otto vittime della strage.

Il gruppo di trenta persone, accompagnate dal vescovo della Diocesi di Alife-Caiazzo, monsignor Valentino Di Cerbo, che ha sostenuto l'iniziativa, annuncia che incontrerà il Pontefice mercoledì 22 febbraio in forma privata prima della consueta udienza generale.

La richiesta dell'incontro risale allo scorso autunno, e fu avanzata dalla famiglia D'Allestro, residente a Piedimonte Matese, che dopo la morte di Vincenzo ha creato l'associazione "In viaggio con Vincenzo", il cui scopo è sostenere, tra gli altri, anche alcuni progetti di solidarietà sociale in Bangladesh. 

Pagina 1 di 8

Salute e Benessere

Moda e Tendenze

da queste pARTI

JoomShaper