Pontelatone: Piatti Tipici del Medio Volturno, settimo appuntamento

Pubblicato in Territorio
Martedì, 07 Febbraio 2017 14:43

Sabato 11 gennaio, a Pontelatone, presso l'agriturismo "Le Fontanelle", si terrà il settimo appuntamento enogastronomico del concorso I Piatti tipici del Medio Volturno, curato dall'associazione Pro loco Caiazzo "Nino Marcuccio", in collaborazione con il Consorzio turistico delle Pro loco del Medio Volturno, l'associazione Cuochi e Ristoratori Terra di Lavoro, l'associazione Terra Nostra della Coldiretti, il GAL Alto Casertano e l'associazione I Templari del gusto.

Il menù preparato sarà proposto da Le Fontanelle sia a pranzo che a cena, alla giuria popolare e alla giuria tecnica (quest'ultima presente esclusivamente nella fase serale).

Il menù, in linea con la tradizione contadina del territorio, esprime le peculiarità ed il credo de "Le Fontanelle": produzione di vini di qualità, materie prime di nostra produzione e di attività artigianali locali. I prodotti utilizzati saranno: Vino Casavecchia, Verdure(compresa Ortica e Borragine) e Mele di produzione propria, Fagioli cerati e Cipolla di Alife (Azienda Agricola Filippelli di Alife), Pasta fresca (Pastificio Punto e Pasta di Pontelatone), Carni (Macelleria Torello di Liberi), Ricotta di Bufala (Caseificio La Baronia di Castel di Sasso).

L'agriturismo "Le Fontanelle" è situato a Pontelatone, in provincia di Caserta, nell'area dei Monti Trebulani. Si tratta di un luogo fecondo per le risorse enogastronomiche che preserva, per la vocazione agricola, per le bellezze naturalistiche ed architettoniche che custodisce; zona di origine dell'Uva Casavecchia, vitigno autoctono che da Novembre 2011 si pregia di essere la quarta DOC, in ordine cronologico, della provincia di Caserta.

Per info e prenotazioni contattare, massimo entro il giorno prima della data in calendario, l'associazione Pro Loco Caiazzo al numero 0823.862761, oppure via mail a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Seguite gli appuntamenti su www.caiazzoproloco.it e su facebook: pro loco Caiazzo - gruppo piatti tipici.

Pontelatone: domani prologo con i sindaci della "Strada del Vino" in vista del "Casavecchia Wine Festival"

Pubblicato in Territorio
Giovedì, 21 Luglio 2016 15:22

Parte con un'anteprima la II edizione del Casavecchia Wine Festival, evento promosso dalla Condotta Slow Food Volturno e dall'amministrazione comunale, a Pontelatone (Caserta).

Domani, infatti, alle ore 18, nella Sala Consiliare del Comune di Pontelatone, i sindaci dei Comuni della Strada del Vino si incontreranno per discutere le prospettive delle Strade del vino in Campania, con particolare riferimento alla Strada del vino Casavecchia, alla presenza del Consigliere regionale Luigi Bosco.

Ricco il cartellone della due giorni dedicata al Casavecchia di Pontelatone Doc; un rosso monovarietale che nelle due serate sarà presentato dalle aziende: Terre del principe; Vestini Campagnano; Viticoltori del Casavecchia; Vini Alois; Vigne Chigi; Agriturismo Fontanelle; Sclavia; Il verro; Poderi Bosco e Masseria Piccirillo beati colli.

Le degustazioni di sabato saranno precedute da un convegno, in programma alle ore 18,30, nell'ex cappella S. Maria del Suffragio a Pontelatone su "Le Strade del Vino e i sistemi locali del cibo buono, pulito e giusto: le sinergie possibili per le aree interne della Campania". L'incontro moderato dal giornalista Antonio Fiore, prevede gli interventi di Adriana Esperti, Antonio Carusone, Vincenzo Coppola, Raffaele Ferrajoli, Mauro Avino, Francesco Marconi, Bruno Sodano, Giuseppe Orefice. A seguire, il Presidente regionale di Città del Vino Raffaele Ferraioli premierà le cantine in concorso a "La Selezione del Sindaco".

Poi, il via agli assaggi di vino e, in Piazza Cavour, dalle ore 20, in Casa Slow Food, per approfondire le conoscenze dei temi del buono, pulito e giusto, ci sarà un allettante Laboratorio di filatura della mozzarella, condotto da Armando Palumbo, Docente Master of Food Formaggi, in collaborazione con il caseificio La Baronia.

"La viticoltura spesso è stata capace di anticipare alcune problematiche connesse all'agricoltura - ha osservato Gaetano Pascale, Presidente di Slow Food - e di proporre soluzioni innovative, e per questo è diventata anche un riferimento per tanti altri comparti dell'agroalimentare. In un periodo come quello attuale in cui la sostenibilità ambientale non è più un'opzione ma una necessità, il territorio del Casavecchia può rappresentare un nuovo modello di viticoltura, capace di coniugare la funzione produttiva con la tutela dell'ambiente e del paesaggio, senza cadere nella tentazione della monocoltura più spinta".

Domenica 24, invece, alle ore 10,30, nell'ex cappella S. Maria del Suffragio, si terrà un seminario su "Viticoltura, paesaggio e biodiversità: la consociazione possibile". Dopo i saluti di Adriana Esperti, sindaco di Pontelatone, moderati da Teresa Mincione, prenderanno la parola:

- Vincenzo Coppola, fiduciario Slow Food Volturno;

- Luigi Frusciante, docente di genetica agraria all'Università degli Studi "Federico II" di Napoli;

- Antonio Di Giovannantonio, agronomo;

- Erasmo Timoteo, responsabile Slow Food Campania delle Comunità del Cibo;

- Antonio Carusone, assessore all'urbanistica del Comune di Pontelatone;

- Nicola Sorbo, consigliere nazionale Slow Food;

- Vito Trotta; responsabile Presidi di Slow Food Campania.

Sempre domenica, alle ore 20, per Casa Slow Food, in Piazza Cutillo, Erasmo Timoteo, condurrà un Laboratorio del Gusto su "Origini e diffusione del grano e suo legame con la cultura alimentare del Mediterraneo"; a seguire, gli assaggi di Casavecchia a cura dei fiduciari Slow Food. In entrambe le serate, la gastronomia sarà curata dal ristorante Plinius e dall'agriturismo Le Fontanelle di Pontelatone e dal ristorante Il Generale di Caiazzo.

Ma c'è dell'altro. A Palazzo Galpiati, per l'intera durata della manifestazione, si potrà ammirare la mostra "Pompeo tra gesto materia e colore", dell'artista Ciro Pompeo; mentre, per quanto riguarda la musica, sabato 23 luglio toccherà in piazza Cavour, al duo Musicadea (Valentina Ranalli, Voce, e Paolo Paolopoli); e in piazza Cutillo, al gruppo Brazilian jazz project; domenica 24, invece, sarà la volta, in piazza Cavour, degli Inside quartet e, in Piazza Cutillo, della band La terza classe.

Altre informazioni sulla pagina Facebook Casavecchia Wine Festival.

 

Pontelatone: definito il programma de "Casavecchia Wine Festival"

Pubblicato in Territorio
Lunedì, 18 Luglio 2016 16:04

Pontelatone - Qualche giorno ancora di attesa e, poi, sarà Casavecchia Wine Festival. La rassegna, organizzata dalla Condotta Slow Food Volturno e l'amministrazione comunale (sponsor Ferrarelle), giunta alla seconda tornata e in programma per sabato e domenica prossima a Pontelatone (Ce), vuole conquistare un posto di rilievo nell'agenda dei tanti appassionati e cultori di enogastronomia.

Elemento cardine dell'appuntamento è il Casavecchia di Pontelatone Doc, un rosso monovarietale meritevole di maggiore notorietà e apprezzamento che, nella due giorni, sarà proposto dalle aziende: Terre del principe; Vestini Campagnano; Viticoltori del Casavecchia; Vini Alois; Vigne Chigi; Agriturismo Fontanelle; Sclavia; Il verro; Poderi Bosco e Masseria Piccirillo beati colli.

L'evento sarà preceduto, venerdì 22, alle ore 18, da un interessante momento. Presso la Sala Consiliare del Comune di Pontelatone, infatti, si terrà un incontro con i Sindaci dei Comuni della Strada del Vino per discutere le prospettive delle Strade del vino in Campania, con particolare riferimento alla Strada del vino Casavecchia. All'incontro interverrà il Consigliere regionale Luigi Bosco, che illustrerà le opportunità di rilancio delle strade del vino offerte dalla Regione Campania attraverso lo strumento del PSR.

Per sabato 23 luglio, alle ore 18,30, invece, nell'ex cappella S. Maria del Suffragio a Pontelatone è prevista l'apertura del Casavecchia Wine Festival con il convegno dal tema "Le Strade del Vino e i sistemi locali del cibo buono, pulito e giusto: le sinergie possibili per le aree interne della Campania". All'incontro, moderato dal giornalista Antonio Fiore, seguiranno i saluti di Adriana Esperti, sindaco di Pontelatone, e gli interventi di: Antonio Carusone, assessore all'urbanistica del Comune di Pontelatone; Vincenzo Coppola, fiduciario Slow Food Volturno; Raffaele Ferrajoli, sindaco di Furore (Sa) e presidente Città del Vino della Campania; Mauro Avino, componente commissione nazionale Slow Food filiere e mercati; Francesco Marconi, responsabile regionale Slow Food del progetto Arca del Gusto; Bruno Sodano, consigliere nazionale Slow Food; Giuseppe Orefice, presidente Slow Food Campania.

Al termine del seminario il Presidente regionale di Città del Vino Raffaele Ferraioli premierà le cantine che hanno partecipato alla XV edizione del concorso enologico "La Selezione del Sindaco".

"Il turismo del vino – ha spiegato Raffaele Ferraioli - rappresenta un importante volano per uno sviluppo economico fondato sull'autosostenibilità. I comuni aderenti alle Città del Vino da anni sono impegnati a realizzare condizioni di contesto che assicurino una qualità diffusa dei territori vitati, con il coinvolgimento dell'imprenditoria locale e del mondo dell'associazionismo. Le strade del vino rappresentano, in questo senso, la sintesi perfetta di questa visione e in quest'ottica meritano di essere rilanciate con l'ausilio di opportune strategie territoriali".

A seguire, sempre per sabato 23 in Piazza Cavour, dalle ore 20, è in programma un invitante Laboratorio di filatura della mozzarella, condotto da Armando Palumbo, Docente Master of Food Formaggi, in collaborazione con caseificio La Baronia. In effetti, in Casa Slow Food, approfondirà le conoscenza dei temi del buono, pulito e giusto attraverso la declinazione locale degli stessi. Ampio spazio sarà dedicato alle Comunità del Cibo di Terra Madre del territorio e ai prodotti dei Presìdi, presenti alla manifestazione con uno spazio mercatale a essi dedicato. Mentre, domenica 24 luglio, alle ore 20, Erasmo Timoteo, Responsabile regionale delle Comunità del cibo, condurrà un Laboratorio del Gusto dedicato ai grani antichi.

"Le aziende vitivinicole – ha rilevato Giuseppe Orefice, presidente Slow Food Campania - sono arcipelaghi non sono isole, hanno la responsabilità nell'incontro con l'enoturista di presentare un territorio nella sua integrità rappresentando non solo le proprie produzioni ma quelle di piccoli agricoltori e artigiani che ne definiscono l'identità. Nella costruzione dei sistemi locali del cibo le strade del vino rappresentano gli antichi tratturi, quelli attraversando i quali si può entrare in risonanza con la storia e con la gente che vive quelle terre".

Per quanto concerne la gastronomia, da abbinare ai vini presentati dalle aziende, le proposte saranno curate dal ristorante Plinius e dall'agriturismo Le Fontanelle di Pontelatone e dal ristorante Il Generale di Caiazzo.

Per domenica 24 luglio, ore 10,30, inoltre, nell'ex cappella S. Maria del Suffragio, si terrà il convegno "Viticoltura, paesaggio e biodiversità: la consociazione possibile", con interventi del sindaco di Pontelatone, Adriana Esperti, Vincenzo Coppola, fiduciario Slow Food Volturno, Luigi Frusciante, docente di genetica agraria all'Università degli Studi "Federico II" di Napoli, Antonio Di Giovannantonio, agronomo, Erasmo Timoteo, responsabile Slow Food Campania delle Comunità del Cibo, Antonio Carusone, assessore all'urbanistica del comune di Pontelatone, Nicola Sorbo, consigliere nazionale Slow Food Vito Trotta, responsabile Presidi di Slow Food Campania; modererà Teresa Mincione.

Nella due giorni non poteva mancare la musica e così sabato 23 luglio saranno protagonisti in piazza Cavour il duo Musicadea (Valentina Ranalli, Voce, e Paolo Paolopoli), e in piazza Cutillo, il gruppo Brazilian jazz project; mentre, domenica 24, toccherà in piazza Cavour al gruppo musicale La terza classe, e in piazza Cutillo, agli Inside quartet.

Completa il programma la mostra, esposta a Palazzo Galpiati per l'intera durata della manifestazione, dell'artista Ciro Pompeo dal titolo "Pompeo tra gesto materia e colore".

 

Pontelatone: malore per il primo cittadino Carusone

Pubblicato in Cronaca
Lunedì, 18 Aprile 2016 13:50

Il primo cittadino Antonio Carusone del comune di Pontelatone, cittadina dell'Agro Caiatino, è stato colpito da un malore mentre era nella propria auto. Il fatto è accaduto sabato pomeriggio. Il primo cittadino si è sentito male mentre era in autostrada, precisamente la A1, e viaggiava in direzione Sud, ossia Napoli. Pare dalle notizie giunteci che stesse accompagnando il proprio figlio per la disputa di un incontro di calcio da sostenere nella zona nolana. Resosi conto dell'acccaduto procedeva a chiamare il 118 ed una autoambulanza lo trasportava all'Ospedale Cardarelli di Napoli, in terapia intensiva. Le sue condizioni sembrano abbastanza stabili sinora. 

Pontelatone: colpo in farmacia, arrestato Pasquale Santoro

Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 08 Gennaio 2016 13:38

Nel corso della mattinata odierna i Carabinieri della Compagnia di Capua hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di Santoro Pasquale cl. 89 poiché resosi responsabile di rapina aggravata in concorso.

Le indagini, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica Giacomo Urbano, avviate a seguito di un tentativo di rapina perpetrata in data 19 febbraio 2015 presso la Farmacia " De Simone" di Pontelatone, consentivano di individuare gravi elementi di responsabilità a carico del Santoro il quale già in data 07 aprile 2015 veniva colpito da medesima misura cautelare.

Successivi sviluppi investigativi permettevo di appurare altresì come il predetto, nel corso della medesima serata, subito dopo aver tentato il colpo alla citata farmacia, si fosse reso responsabile di un altrettanto efferata rapina presso la sala scommesse Game World Intralot di Macerata Campania nel corso della quale, minacciando le parti offese con pistola alla mano, si faceva consegnare la somma di 600 euro.

Il provvedimento è stato notificato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere ove il predetto è attualmente recluso.

Il sindaco di Pontelatone Antonio Carusone ritorna in Africa

Pubblicato in Attualità
Venerdì, 04 Settembre 2015 08:25

E dopo la prima straordinaria, a suo dire, esperienza in Africa il primo cittadino di Pontelatone ritorna a dare un aiuto a chi è meno fortunato di noi. A renderlo noto una comunicazione dell'Associazione che rappresenta di cui vi riportiamo il testo. Da parte della redazione di RadiCe un grosso e sentito augurio di buona permanenza al sindaco e ai suoi compagni d'avventura.
"Sono arrivati nelle tarde ore di stanotte i 5 volontari che hanno preso parte alla missione di Aviat Onlus, tutti contenti di essere in Africa, Togo, e altrettanto carichi di donare il proprio aiuto e la propria professionalità a chi ha più bisogno.
Sono tante le attività che dovranno intraprendere e portare avanti... Per il momento, hanno passato la mattinata a riordinare il materiale donato, a svuotare le valigie e a conoscere le persone locali che li hanno accolti. Nel pomeriggio ci sarà una riunione "tecnica" con il responsabile del centro medico di Kegué, il dottor Nouwossan, per organizzare il lavoro sulla base delle prenotazioni già ricevute per quanto riguarda la cardiologia, l'odontoiatria, la medicina generale e l'oculistica.
Sono arrivati gli "yovo" (uomini bianchi) e quindi... la richiesta di visite/medicazioni/esami sale notevolmente!
Per i 5 volontari saranno sì lunghe e faticose giornate di "lavoro" (dalle 8 alle 18) ma tutti loro hanno sicuramente ben presente il motivo che li ha spinti ad intraprendere questo viaggio: aiutare chi ha bisogno... Grazie a tutti loro per quello che faranno!"

Sagra della Castagna “Ufarella” 2014, ancora un fine settimana per esserci

Pubblicato in Eventi
Mercoledì, 22 Ottobre 2014 11:07

Perfetto il connubio tra turismo culturale e gastronomia locale. Un successo che è andato oltre le aspettative, quello che ha fatto registrare un gran numero di presenze durante il primo fine settimana della 28esima edizione della Sagra della Castagna “Ufarella” a Treglia di Pontelatone. Ancora un fine settimana per esserci, il 25 e il 26 ottobre. Si concluderà dunque la quattro giorni dedicata al prodotto che da maggio 2013, è entrato a far parte dell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Regione Campania, la castagna “Ufarella”.

Per tutti ancora una possibilità di rimanere anche a pranzo la domenica del 25 ottobre e di visitare, grazie al supporto di guide esperte, l’antica città di Trebula Balliensis.

Un menù semplice per degustare, insieme alla castagna, i piatti della tradizione contadina del posto. Immancabile il vino Casavecchia, la p’ttera (carne di maiale con papaccelle all’aceto) e straordinari dolci a base del prezioso frutto. Anche se le protagoniste indiscusse rimarranno le “Vrole”, cioè le caldarroste. Ormai l’appuntamento a Treglia, per gustare il frutto più gustoso dell’autunno, paragonato al pane per le sue capacità nutrizionali, si consolida di anno in anno. E nonostante la pioggia, anche, visto il posto al coperto per chi sceglie di visitare la sagra. Vincente anche il connubio con le ricchezze archeologiche dell’antica Trebula che sono un fiore all’occhiello per la frazione di Pontelatone.

“Anche quest’anno, stando ai numeri del primo fine settimana di sagra, si è registrato un flusso di partecipanti notevole. E tutto dopo lo splendido successo ottenuto dall’edizione dello scorso anno. La comunità tutta e il lavoro meraviglioso della Pro Loco Trebulana hanno fatto in modo che tutto andasse nel migliore dei modi e che i visitatori fossero accolti al meglio”. Questa la dichiarazione del presidente della Pro Loco Trebulana Giovanni Sabino.

Per info: www.tregliaonline.it e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Casavecchia di Pontelatone, una DOC che si fa strada

Pubblicato in Territorio
Lunedì, 07 Aprile 2014 10:32

PONTELATONE - Fregiarsi di essere diventati “Città del vino” e avere la sensazione di essere sulla strada giusta verso la promozione. Questo è quanto è accaduto alla comunità casertana di Pontelatone. E’ accaduto a gennaio 2014 il grande salto che ha catapultato Pontelatone nel circuito nazionale “Città del vino” e da subito dopo è in corsa, insieme alle altre zone di origine delle uve idonee a produrre il vino DOC “Casavecchia di Pontelatone”: Liberi, Formicola, Pontelatone, Caiazzo, Castel di Sasso, Castel Campagnano, Piana di Monte Verna e Ruviano, per entrare a far parte del circuito regionale “Le strade del vino”, proponendosi come Comune capofila. Mentre anche un’altra iniziativa è imminente per la neonata “Città del vino”, la partecipazione, prevista per il 30 maggio, al concorso enologico internazionale “La Selezione del sindaco”. Un evento giunto alla tredicesima edizione che quest’anno sarà ospite del Comune di Bolzano.

Le Strade del vino, definite in Italia dalla Legge 27 luglio 1999 e dal successivo DM 12 luglio 2000, regolamentate in Campania con DGR n. 3504/01 e successive modifiche ed integrazioni, vogliono essere un tentativo di favorire, razionalizzare e qualificare l'offerta enoturistica e dunque mirano a promuovere il territorio nella sua accezione più vasta. Il Regolamento regionale vuole garantire il coordinamento e il controllo ma anche tutta una serie di parametri che garantiscano un giusto lancio dell’iniziativa.

“Siamo città del vino dallo scorso gennaio, - ha dichiarato Antonio Carusone, sindaco di Pontelatone - il passo successivo è stato quello di creare un comitato promotore che sta avviando le procedure di concerto con il regolamento per la disciplina per Le strade del Vino in Campania. Abbiamo organizzato degli incontri per coinvolgere gli altri comuni che fanno parte del disciplinare del Casavecchia e entro il 30 aprile bisogna presentare tutta la documentazione necessaria. Pontelatone è il comune capofila, in una prima fase saremo presenti come enti pubblici ma una volta completamente decollato il progetto sarà guidato dal comitato promotore e gli enti pubblici scompariranno”.

Moda e Tendenze

Cerco Lavoro

Cercansi in Germania infermieri

Cercansi in Germania infermieri

Nuovo annuncio per possibilità di lavoro in Germania: questa volta si ricercano Infermieri professio...

da queste pARTI

JoomShaper