Santa Maria C.V.: alla libreria Spartaco presentazione libro

Pubblicato in Territorio
Martedì, 02 Maggio 2017 17:55
"LERCIO. Lo sporco che fa notizia. Il libro" Ed. Shockdom Dagli autori del sito che negli ultimi anni ha vinto tutti i maggiori premi dedicati alla satira e ha conquistato un milione di fan, una serie di clamorosi, iperbolici falsi-articoli, notizie dell'ultim'ora, annunci - che vi faranno ridere, stupire, commuovere, indignare, racchiusi in un libro "LERCIO. Lo sporco che fa notizia" (ed. Shockdom). Saranno in quattro gli autori satirici di sito e libro pronti a stupire i lettori della Libreria Spartaco di via Martucci 18 a Santa Maria Capua Vetere (Ce), venerdì 5 maggio 2017, alle ore 19: Davide Paolino, Mattia Pappalardo, Stefano Pisani e Patrizio Smiraglia. E no, questa non è una bufala! Vi aspettiamo! Ingresso libero. (Gli autori che saranno alla presentazione assicurano ai satanisti che il libro può essere letto al contrario senza perderne il senso. O forse acquistandone qualcuno...). LERCIO. Il libro Da prima del clickbaiting, ben oltre il fact-checking, una spanna sopra il debunking. In un mondo avvolto dalle tenebre della post-verità, solo l'iper-verità delle notizie false di LERCIO è in grado di fornirvi una lanterna per orientarvi nel buio. Seguiteci in un universo parallelo in cui accadono eventi impossibili, come la morte di Berlusconi, e scoprirete come le storie partorite dalla fantasia malata di un manipolo di satirici psicolabili possano diventare più vere del vero. LERCIO. Il sito Lercio.it è un sito satirico nato nel 2012 come blog personale di Michele Incollu e poco dopo è stato occupato da trenta autori che condividono segreti inconfessabili sui grandi disastri della storia italiana: da Ustica ai concerti dei Modà, da Aldo Moro a Pomeriggio Cinque, dal Mostro di Firenze al film di Costantino Vitagliano. Da anni ormai combattono il mondo delle bufale con le loro fake news portando la loro testimonianza anche in scuole, università, circoli culturali e bagni di autogrill. Prossimi appuntamenti alla Spartaco: - Venerdì 19 maggio 2017, ore 18,30: presentazione del libro "Ogni orizzonte della notte" (Augh edizioni) di Maurizio Vicedomini. Presenta Martino Santillo. - Mercoledì 31 maggio 2017, ore 18: presentazione del libro "Il club del piumino rosso" (ed. L'isola dei ragazzi) di Antonia Grimaldi. - Giovedì 1 giugno 2017, ore 18: presentazione del libro "La compagnia delle anime finte" (ed. Neri Pozza) di Wanda Marasco, candidata al Premio Strega 2017. Presenta Marco Palasciano.

SANTA MARIA CAPUA VETERE. Agnese Adinolfi Pardi tende la mano a ‘Campania Libera’

Pubblicato in Attualità
Venerdì, 14 Aprile 2017 14:24

«Dopo un periodo di giusta e matura riflessione successivo all'estenuante campagna elettorale delle amministrative dello scorso anno, credo sia giunto il momento di riprendere il percorso politico avviato oltre un anno fa con il consigliere regionale Luigi Bosco e con gli amici di 'Terra Libera', oggi 'Campania Libera'. Offro, pertanto, nelle mani del segretario cittadino Maurizio Cecere la mia disponibilità a riprendere a collaborare nel direttivo locale per fornire il mio migliore contributo all'attuazione del programma amministrativo di maggioranza. Prima di tutto ciò ritengo, oltremodo, indispensabile chiarire che non v'è da parte mia alcun problema e/o questione aperta con il consigliere Agostino Baldassarre, il quale meritatamente è risultato essere il più votato della nostra lista e con lo stesso merito è stato insignito successivamente presidente della commissione consiliare Urbanistica, tenendo a precisare che tutto ciò che si è verificato nelle fasi immediatamente successive alle elezioni è stato figlio della concitazione del momento e non certo di una volontà di creare pregiudizio al primo eletto della nostra lista». A dichiararlo Agnese Adinolfi Pardi

Santa Maria Capua Vetere: Domenico Dara con "Appunti di meccanica celeste" alla Spartaco

Pubblicato in Cultura
Martedì, 04 Aprile 2017 17:57
Santa Maria Capua Vetere - Giovedì 6 aprile, alle ore 18.30, l'Accademia Palasciania e la Libreria Spartaco (Santa Maria Capua Vetere, via Alberto Martucci 18) presentano il poetico e magnetico romanzo di Domenico Dara candidato al Premio Strega, "Appunti di meccanica celeste" (ed. Nutrimenti), ambientato in un paesino calabrese che non ha nulla da invidiare alla Macondo di García Márquez. In compagnia dell'autore, saranno Marco Palasciano e Salvatore D'Angelo. L'autore in carta e ossa Domenico Dara è nato nel 1971. Dopo aver trascorso l'infanzia e l'adolescenza a Girifalco, in Calabria, ha studiato a Pisa, laureandosi con una tesi sulla poesia di Cesare Pavese. Vive e lavora in Lombardia. Ha esordito con "Breve trattato sulle coincidenze", la storia del postino di Girifalco con la passione per le lettere d'amore che ha raccolto l'apprezzamento dei lettori e il favore della critica. Per la sua opera prima, già finalista al Premio Calvino, ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Palmi, il Premio Viadana, il Premio Corrado Alvaro e il Premio Città di Como. Il romanzo Lingua e dialetto si fondono in "Appunti di meccanica celeste" come l'universale e il particolare, dando forma a una trama ispirata e a un carosello di personaggi indimenticabili. A Girifalco le vite seguitano a orbitare come corpi celesti, traiettorie che s’intersecano e si allontanano rispondendo alle misteriose leggi dell’universo. Tutte le vite tranne alcune, a cui un fato beffardo sembra aver sottratto il movimento e le illusioni. Lulù il pazzo vaga per il paese suonando le foglie, in attesa che màmmasa ritorni per ascoltare il suo valzer. Archidemu Crisippu coltiva l’indifferenza verso il mondo; a don Venanzio, invece, interessa soltanto coltivare il piacere dei sensi. Cuncettina ‘a sìcca sospira al figlio mai nato, mentre Angelìaddu desidera il padre che non ha mai avuto. E non c’è giorno che Mararosa non maledica Rorò, per averle rubato l’amore della vita. Notte di san Lorenzo: tutti e sette si trovano ad esprimere il loro desiderio guardando la stessa stella cadente. Il giorno dopo, come evocato da quei desideri clandestini, arriva a Girifalco un circo. Non è di quelli che si fermano di tanto in tanto... Prossimi appuntamenti nella Libreria Spartaco: - Lunedì 10 aprile 2017, ore 18, “Dalla padella alla frase. Una sera con…” Amedeo Colella, curatore del libro “Comme se magna a Ppasca. I menú napoletani delle festività pasquali e tutte le ricette dei piatti di Pasqua” di Raffaele Bracale (ed. Cultura Nova). Presenta Orsola Bovenzi Salamiti, presidente CIF-Centro italiano femminile di Santa Maria Capua Vetere. - Venerdì 21 aprile 2017, alle ore 18, “Scrittori in carta e ossa. Una sera con…” Luciano Galassi, autore del libro “Cucozze e caracazze. Una selezione di filastrocche napoletane” (ed. Kairòs). Presenta Paolo Laudisio.

Santa Maria C.V.: Il Gattopardo di Tomasi da Lampedusa alla libreria Spartaco

Pubblicato in Cultura
Martedì, 28 Marzo 2017 13:22

Santa Maria Capua Vetere: Venerdì 31 marzo 2017, alle ore 18,30 Matti per i classici. Una sera con..."Il gattopardo" di Giuseppe Tommasi di Lampedusa

"Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi": è la frase più celebre di un romanzo di difficilissima genesi per quanto riguarda la pubblicazione, edito nel 1958, un anno dopo la morte dell'autore, ma anche uno dei romanzi più conosciuti, apprezzati e citati della letteratura italiana. "Il Gattopardo" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa è il protagonista dell'incontro della serie "Matti per i classici" in programma nella Libreria Spartaco, in via Martucci 18 a Santa Maria Capua Vetere (Ce) per venerdì 31 marzo 2017, alle ore 18,30. Ingresso libero.

La trama

Siamo in Sicilia, all'epoca del tramonto borbonico: è di scena una famiglia della più alta aristocrazia isolana, colta nel momento rivelatore del trapasso di regime, mentre già incalzano i tempi nuovi (dall'anno dell'impresa dei Mille di Garibaldi la storia si prolunga fino ai primordi del Novecento). Accentrato quasi interamente intorno a un solo personaggio, il principe Fabrizio Salina, il romanzo, lirico e critico insieme, ben poco concede all'intreccio e al romanzesco tanto cari alla narrativa dell'Ottocento. L'immagine della Sicilia che invece ci offre è un'immagine viva, animata da uno spirito alacre e modernissimo, ampiamente consapevole della problematica storica e politica contemporanea. Celeberrimo il film di Luchino Visconti uscito nel 1963, vincitore della Palma d'oro come miglior film al 16º Festival di Cannes.

L'autore

Giuseppe Tomasi di Lampaduso (Palermo, 23 dicembre 1896 – Roma, 23 luglio 1957) è stato uno scrittore italiano e straordinario lettore. Personaggio molto taciturno e solitario, passò gran parte del suo tempo leggendo moltissimo.

Prossimi incontri alla Spartaco:

- Giovedì 6 aprile 2017, ore 18, "Scrittori in carta e ossa. Una sera con..." Domenico Dara, autore del romanzo "Appunti di meccanica celeste" (ed. Nutrimenti). Presenta Marco Palasciano.

- Lunedì 10 aprile 2017, ore 18, "Dalla padella alla frase. Una sera con..." Amedeo Colella, curatore del libro "Comme se magna a Ppasca. I menú napoletani delle festività pasquali e tutte le ricette dei piatti di Pasqua" di Raffaele Bracale (ed. Cultura Nova). Presenta Orsola Bovenzi Salamiti, presidente CIF-Centro italiano femminile di Santa Maria Capua Vetere.

- Venerdì 21 aprile 2017, alle ore 18, "Scrittori in carta e ossa. Una sera con..." Luciano Galassi, autore del libro "Cucozze e caracazze. Una selezione di filastrocche napoletane" (ed. Kairòs). Presenta Paolo Laudisio.

 

Santa Maria Capua Vetere: alla libreria Spartaco presentazione libro "Un pizzico di sale" di Serena Autieri

Pubblicato in Eventi
Mercoledì, 15 Marzo 2017 12:15

Attrice, cantante, ballerina, il suo sorriso incanta al primo sguardo: Serena Autieri sarà la protagonista dell'incontro "Attori-Scrittori" che si terrà nella Libreria Spartaco in via Martucci, 18 a Santa Maria Capua Vetere (Ce) venerdì 17 marzo, alle 18,30. Sarà l'occasione per conoscerla più approfonditamente anche grazie al suo libro "Un pizzico di sale. Tra le note, sul set, in giro per il mondo e in cucina, appassionatamente" (ed. Kowalski).

La brava e bella interprete è la protagonista dello spettacolo musicale "Diana e Lady D" che andrà in scena la sera stessa, alle 21, al Teatro Garibaldi, prima opera teatrale al mondo sulla vita della principessa triste, scritto e diretto da Vincenzo Incenzo e prodotto da Engage.

L'attrice
Serena Autieri (1976) è nata a Napoli. Attrice e cantante, ha esordito nel mondo della musica con l'album Anima Soul. Spazia dalla tv (Un posto al sole, Callas e Onassis, L'onore e il rispetto, Fratelli detective) al musical (Bulli&Pupe, Vacanze romane), al teatro (Shakespeare in Jazz e Sogno di una notte di mezza estate risognata da Puck il Malizioso, entrambi per la regia di Giorgio Albertazzi), al cinema (Notte prima degli esami – Oggi e Femmine contro maschi, di Fausto Brizzi; Natale in Sudafrica, di Neri Parenti). Nel 2003 ha condotto il 53° Festival di Sanremo, con Pippo Baudo e Claudia Gerini. Con Kowalski, ha pubblicato il libro "Un pizzico di sale. Tra le note, sul set, in giro per il mondo e in cucina, appassionatamente".

Il libro
Tutta la vita personale e artistica di Serena Autieri ripercorsa e ricordata attraverso le sue ricette. Amate, gustate, detestate, condivise e richieste! Dall'infanzia a Napoli ai musical a teatro, dai set internazionali al palco di fronte a Giovanni Paolo II, dall'amicizia con Pippo Baudo al matrimonio, dal festival di Sanremo alle fiction tv. Con una voce brillante e straordinariamente espressiva, l'autrice racconta aneddoti, descrive la sua "famiglia" nel mondo dello spettacolo e le vicissitudini di un'artista sempre in tournée o sul set: le sue ricette sono al tempo stesso ricordi e consigli. Tra ingredienti e dritte, tra provini e prime, emerge il ritratto di una donna speciale, dinamica, volitiva e determinata, felice di organizzare cene per gli amici e di gustare le meraviglie del cibo, in tutte le forme. Avreste mai detto che si può improvvisare una pasta strepitosa anche nella savana del Sudafrica? Che cosa può scoprire una napoletana nei mercati di Dubai? Qual è la ricetta delle polpette preferite da Fausto Brizzi? Come si seduce un uomo ai fornelli?

Lo spettacolo "Diana e Lady D"
31 agosto, è la sera dell'incidente; Diana sta per lasciare l'appartamento all'Hotel Ritz di Parigi e raggiungere Dodi Al-Fayed in macchina; un ultimo colpo di cipria allo specchio ed ecco l'immagine riflessa, l'altra parte di sé: Lady D. Serena Autieri inscena una performance verbale e fisica dai contrasti sorprendenti, facendo rivivere l'ultima notte della principessa del popolo in un flusso di coscienza intenso e poetico, dove lampeggiano l'infanzia difficile di Diana, la stagione felice dell'adolescenza, la vita controversa con Carlo, le maestose cerimonie reali, le raggianti apparizioni nella moda e nella mondanità, il volontariato spettacolare, i discutibili amanti, la solitudine e il dramma. Fino al sorprendente, spettacolare epilogo, che colpirà il cuore di ogni spettatore. Appuntamento al Teatro Garibaldi, alle ore 21.

 

Santa Maria Capua Vetere: sequestra e violenta due ragazze, sigilli all'immobile

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 02 Marzo 2017 17:13

I carabinieri hanno sequestrato un immobile a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) dove nei mesi scorsi sono avvenuti episodi di violenza sessuale e maltrattamenti compiuti da un 23enne, Vincenzo Cioffi, che è stato arrestato il 29 dicembre scorso, ai danni di due ragazze con cui aveva convissuto.

A gennaio i carabinieri si sono recati nell'immobile, degradato e fatiscente, scoprendo che vi dimoravano una decina di persone, che sono state denunciate alla Procura di Santa Maria Capua Vetere per occupazione abusiva di edificio pubblico.

Il Gip ha poi emesso su richiesta dell'ufficio inquirente il decreto di sequestro preventivo della struttura, in passato sede di un istituto scolastico, ritenendola pericolosa sia sotto il profilo strutturale che igienico-sanitario.

Santa Maria Capua Vetere: presentato il progetto "PartecipiAmo la Città"

Pubblicato in Territorio
Giovedì, 02 Marzo 2017 15:24

Presso l'Ufficio del Protocollo del Comune di Santa Maria Capua Vetere, è stato depositato il progetto 'PartecipiAmo la Città'. Ancora una volta un obiettivo importante ed ambizioso quello che si pone Maria Gabriella Santillo, consigliere comunale di 'Campania Libera', movimento espressione del consigliere regionale Luigi Bosco.

«Il tema della partecipazione del cittadino alla vita amministrativa - ha dichiarato Maria Gabriella Santillo - entra in maniera focale tra gli obiettivi che il nostro gruppo si pone. Crediamo, infatti, che la popolazione sia troppo distante ed estranea rispetto alle attività comunale. Per questo vogliamo avviare dei processi formativi ed educativi, sia dei cittadini che degli amministratori, che consentano, da un lato di imporre a chi è chiamato a governare di calarsi nella realtà che vivono quotidianamente le donne e gli uomini della comunità, e dallʼaltro consenta ai cittadini stessi di partecipare attivamente alla vita amministrativa.

Infatti il progetto, tra le altre cose, prevede lʼintroduzione di strumenti, come comitati di quartiere e consulte cittadine, per sostenere l'ambita partecipazione».

 

Santa Maria Capua Vetere: Guido Trombetti presenta il suo libro alla libreria Spartaco

Pubblicato in Cultura
Mercoledì, 22 Febbraio 2017 11:08

Santa Maria Capua Vetere - Il filo rosso che li unisce è la città di Capua, odierna Santa Maria Capua Vetere (Ce), scenario delle battaglie che li hanno visti protagonisti in epoche diverse e con esisti differenti. Nel racconto di Guido Trombetti, illustre matematico dalla fantasia fuori dal comune, Annibale, Spartaco e Garibaldi si svelano al lettore nella loro più fragile umanità, che tuttavia resta ancorata al ruolo politico e militare dei generali.

In questo modo la Storia diventa godibilissima, a tratti divertente e sentimentale, sicuramente avventurosa come gli spiriti liberi di cui è delineato il profilo. A corredo, le tre note curate da Paolo De Marco, docente universitario di Storia contemporanea. Nell'ambito del ciclo di incontri "Scrittori in carta e ossa", venerdì 24 febbraio 2017, alle ore 16,30, Trombetti presenta il libro "Annibale, Spartaco e Garibaldi" (ed. Spartaco) nella Libreria Spartaco di via Martucci 18 a Santa Maria Capua Vetere (Ce). Animeranno la conversazione con l'autore gli studenti della IIA e della IIC del locale liceo classico Cneo Nevio, capitanati dalle prof.sse Meccariello e Temporale.

La trama

Oltre la Storia, al di là del mito, ci sono le imprese narrate in questo libro. Annibale, generale cartaginese che osò sfidare Roma, fu tentato di mandare tutto all'aria per amore di una contadina. Spartaco, pastore, schiavo, gladiatore che mise sotto scacco l'Urbe con uno stuolo di ribelli, aveva come confidente un cavallo. Garibaldi, impareggiabile stratega che sancì la disfatta dei Borboni nella battaglia del Volturno, leggeva il futuro nelle carte. Sul campo di battaglia i tre non perdonavano.

Coraggio, determinazione, scaltrezza i tratti comuni. Ma non solo, perché, negli abissi del proprio cuore, il dubbio può assalire anche chi comanda. Ed è lì che si svela l'animo dei tre condottieri. Una scelta sbagliata può costare la vita ai soldati. Un'esitazione rischia di capovolgere l'esito dello scontro. Un indugio può determinare la disfatta. E così ciascun combattente fa appello al suo spirito guida. La fedele elefantessa Rumba. L'impavido corsiero Arione. Il sarcastico pappagallo Laverdure. Sullo sfondo c'è Capua, antica e moderna, teatro di guerre, terra che chiede indipendenza a tre uomini diversi i quali, in epoche lontane tra loro, cullano una sola aspirazione: la libertà.

L'autore

Guido Trombetti (1949), già rettore dell'Università Federico II di Napoli, è professore ordinario di Analisi matematica presso lo stesso ateneo. Autore di circa quattrocento articoli per i quotidiani Il Mattino, la Repubblica, il Corriere del Mezzogiorno, Il Riformista, per Edizioni Spartaco nel 2014 ha pubblicato il romanzo Magellano e il magizete.

Le note storiche

Paolo De Marco è autore delle note storiche che seguono a ogni racconto. È docente di Storia contemporanea del dipartimento di Lettere e beni culturali dell'Università della Campania "Luigi Vanvitelli".

 

Santa Maria C. V.: Federico Salvatore alla libreria Spartaco

Pubblicato in Eventi
Martedì, 31 Gennaio 2017 12:01

 

Menestrello dei nostri giorni, attore brillante, cantante che ha fatto dell'ironia la chiave di violino per entrare nel cuore degli spettatori, FEDERICO SALVATORE incontrerà il pubblico sabato 4 febbraio 2017, alle ore 18, nella Libreria Spartaco di via Martucci a Santa Maria Capua Vetere (Ce), raccontandosi anche attraverso le sue letture preferite. Ingresso libero in libreria. Alle 21, sarà di scena al Teatro Garibaldi come protagonista di "Sono apparso a San Gennaro", commedia scritta assieme a Mario Brancaccio, da un'idea di Rosario Imparato, per la regia di Bruno Garofalo.

L'attore-lettore Federico Salvatore

Federico Salvatore sin dai tempi delle sue prime apparizioni televisive ha stupito, divertito, incuriosito, ogni platea, con il suo saper essere poeta, musicista, attore, fustigatore di pregi e difetti dei napoletani, eleggendo però questi modelli a simboli universali di comportamento. Questo suo essere "giullare" ma non di corte, bensì di popolo, gli permette di destreggiarsi tra i brani che lo hanno reso celebre negli anni 90', come "Ninna nanna", "Incidente al Vomero"," Azz", "Donna Amalia", "'O figlio d''o zappatore", e canzoni che sanciscono l'evoluzione di un artista legato a doppio filo alla sua terra e alle sue origini.

La commedia "Sono apparso a San Gennaro"

Sulla scena Federico Salvatore veste i panni di "mammo" disperato e "grillo parlante", coscienza sferzante dei napoletani. Sono toccati i temi della disoccupazione e della povertà, anche dell'omosessualità, alternando una comicità sfacciata a una struggente nota di poesia. La sua maschera è come quella di un clown stupito, divertito, malizioso e a volte commosso, nel suo calarsi nelle vicende sempre tragicomiche della nostra balorda Umanità. "Sono apparso a San Gennaro" è una commedia musicale scritta da Federico Salvatore e Mario Brancaccio. Accanto a loro, calcano le assi del palcoscenico Lello Giulivo, Patrizia Spinosi, Francesco Viglietti, Gennaro Monti, Nicola D'Ortona, Simona Esposito, Antonio De Francesco, Luisanna Taranto. Arrangiamenti e orchestrazioni sono del maestro Ciro Barbato; i costumi di Maria Grazia Nicotra; le coreografie di Enzo Castaldo; scene e regia di Bruno Garofalo. Lo spettacolo è presentato dall'Associazione Culturale Immaginando, da un'idea di Rosario Imparato.

Prossimo incontro in libreria: venerdì 10 febbraio 2017, ore 18: per il ciclo "Righe e rime", reading musicale e presentazione della raccolta di poesie "Fiori d'asfalto ed altre solitudini" di e con Allan Corsaro (Edizioni 'Round Midnight).

 

Santa Maria C.V.: alla libreria Spartaco di scena Peppe Barra

Pubblicato in Eventi
Martedì, 17 Gennaio 2017 16:28

Alla libreria "Spartaco" di Santa Maria Capua Vetere sabato 21 gennaio 2017, alle ore 18, "Attori-Lettori. Una sera con..." l'attore PEPPE BARRA. Interviene il direttore artistico Nunzio Areni

Cantante, attore, narratore come pochi, interprete innovativo del grande teatro napoletano: è l'attore Peppe Barra, il cui nome riesce a fondere perfettamente tradizione e novità. Sarà lui il protagonista dell'incontro della serie "Attori-lettori" nella Libreria Spartaco di via Martucci 18 a Santa Maria Capua Vetere (Ce), sabato 21 gennaio 2017, alle ore 18. E si racconterà, come solo lui sa fare, attraverso le esperienze vissute calcando i palcoscenici di tutta Europa e naturalmente attraverso le sue letture preferite. Al suo fianco Nunzio Areni, direttore artistico di Modus Art. Ingresso libero in libreria. Alle 21, Peppe Barra andrà in scena al Teatro Garibaldi di S. Maria C. V. con "La cantata dei pastori".

L'attore-lettore

Protagonista indiscusso della Gatta Cenerentola di Roberto De Simone, il nome di Peppe Barra è legato a doppio filo alla "Cantata dei pastori" riscritta con Paolo Memoli, di cui firma anche la regia, che ha ottenuto il premio ETI Olimpici del teatro 2004 come migliore commedia musicale dell'anno e che da allora mette in scena ogni anno, ultimo esempio di teatro rituale presente in Europa. Conoscitore e attento ricercatore della tradizione popolare, Peppe Barra si dimostra particolarmente felice nel "contaminare" i generi: ha all'attivo circa una decina di album musicali. Attualmente prosegue la sua attività teatrale e concertistica sempre per raccontare la sua Napoli, popolata di figure semplici, animata da una cultura profondamente popolare e autentica, ed è membro del comitato scientifico del master in Letteratura, scrittura e critica teatrale dell'Università Federico II di Napoli.

Lo spettacolo "La cantata dei pastori" in scena al Teatro Garibaldi, alle ore 21

"La cantata dei pastori" racconta le traversie di Giuseppe e Maria per giungere al censimento di Betlemme e gli ostacoli che la santa coppia dovrà superare prima di trovare rifugio nella grotta della Natività. Nel difficile viaggio vengono accompagnati da due figure popolari napoletane, Razzullo, scrivano assoldato per il censimento, e Sarchiapone, "barbiere pazzo in fuga per omicidio".

Peppe Barra (Razzullo) è protagonista e regista della "Cantata dei Pastori". Con lui, in scena, Salvatore Misticone (Sarchiapone), Patrizio Trampetti (Diavolo Oste/Cidonio), Maria Letizia Gorga (Zingara/Gabriello), Giacinto Palmarini(Demonio), Fabio Fiorillo (Ruscellio), Francesco Viglietti (Armenzio), Andrea Carotenuto (Giuseppe), Chiara Di Girolamo (Maria Vergine) e il piccolo Giuseppe De Rosa (Benino). Le musiche sono di Carmelo Columbro, Lino Cannavacciuolo e Roberto De Simone. Le scene sono di Tonino Di Ronza, i costumi di Annalisa Giacci, le coreografie di Erminia Sticchi; assistenti alla regia Francesco Esposito e Gennaro Monti, assistenti alla scenografia Emanuela Ferrara e Lucio Valerio, assistente ai costumi Antonietta Rendina. Lo spettacolo è prodotto da Modus Art, diretto da Nunzio Areni.

 

Pagina 1 di 5

Salute e Benessere

Moda e Tendenze

da queste pARTI

JoomShaper