Dragoni, il comitato cittadino dice no al forno crematorio

0

Il 27 marzo scorso il Consiglio Comunale del Comune di Dragoni ha approvato il progetto per la costruzione di un forno crematorio che dovrebbe sorgere nei pressi del cimitero di Dragoni. La struttura dovrebbe accogliere salme per la cremazione dalla Campania, dal Lazio e dal Molise. Un comitato spontaneo di cittadini si oppone sostenendo che le emissioni del forno comporterebbero un cambiamento in senso peggiorativo dell’aria, dell’acqua e del terreno. A tal proposito molti studi scientifici hanno dimostrato che l’alto tasso di malattie tumorali con particolare riferimento alla Regione Campania è causato dall’inquinamento di flora e fauna e le particelle sprigionate dai fumi di opere come quella in questione contribuiscono a tale inquinamento e vi sarebbe un forte impatto negativo sulla produzione agricola, sull’attività turistica e di ristorazione del territorio. Secondo gli abitanti dell’alto casertano la recente istituzione del Parco Nazione del Matese richiede progettualità e interventi a vocazione ambientale e politiche ecosostenibili.

Share.