Miranda (IS), tutto pronto per la XXII edizione della Tartufata: per la prima volta in Molise un evento gluten free

0

È già tutto pronto a Miranda per la 22esima edizione della Tartufata, l’evento enogastronomico con la degustazione di prodotti tipici locali a base di tartufo nero in programma il prossimo week end. Tre giorni di alta cucina, musica di qualità e la possibilità di visitare uno dei borghi più belli e caratteristi della provincia di Isernia. Si parte venerdì 27 luglio con la prima delle tre serate che avranno luogo nel centro storico del paese. Due le piazze allestite per l’occasione: Piazza Sant’Antonio e Piazza Rossini. E proprio quest’ultima, sarà maggiormente dedicata alle famiglie, saranno allestiti anche giochi gonfiabili e animazione per far divertire i più piccoli. Le cucine apriranno a partire dalle ore 20 e proprio nelle scorse ore, la Proloco Ri-Circolo Mirandese ha presentato alla stampa il menu delle tre serate, così composto: Uovo all’occhio di bue con tartufo, risotto con crema di caciocavallo e tartufo, scamorza passita e patata schiacciata, sempre con tartufo. Tutti i prodotti e gli ingredienti per preparare i piatti – conditi con tartufo fresco – saranno rigorosamente mirandesi e molisani (riso a parte, di cui è stata scelta comunque una qualità altissima). La novità importantissima dell’edizione 2018 della Tartufata, è che sarà totalmente gluten free all’origine, quindi adatta anche ai celiaci. Per la prima volta in Molise, e in tutto il Centro Sud Italia, questa sarà una kermesse gastronomica aperta davvero a tutti. Grande soddisfazione è stata espressa infatti dal presidente dell’AIC Molise, Nadia Falasca per la scelta degli organizzatori che hanno mostrato grande sensibilità nei confronti del tema. “Abbiamo messo una cura maniacale – spiega Goffredo D’Andrea, uno degli organizzatori dell’evento – nella scelta di ogni singolo ingrediente. Questa non è una sagra, è una manifestazione di altissimo livello che vuole promuovere il territorio attraverso le proprie peculiarità, quindi non volevamo fare diversamente. Dall’olio di oliva, ai formaggi, al tartufo fresco, tutto appartiene al territorio mirandese e molisano, perché è giusto che le migliaia di visitatori che vengono a trovarci durante le tre serate, debbano assaporare il gusto dei frutti della nostra terra, per fortuna ancora così ricca e genuina.” “La valorizzazione del nostro borgo – spiega Simone Marucci, un altro degli organizzatori – passa principalmente attraverso questo evento. Per cui nulla è stato lasciato al caso. Il percorso “obbligato” che i visitatori faranno per raggiungere il cuore della manifestazione darà loro la possibilità di visitare il nostro paese, di vederlo in tutta la sua bellezza e di percepire quell’atmosfera così particolare che si respira nelle serate d’estate. Ovviamente non sarà solo il buon cibo a farla da padrone: nella piazza principale del paese ci sarà spazio per la musica dal vivo e poi, lungo il percorso, ci saranno stand di artigianato artistico, video proiezioni che raccontano la storia del tartufo e tanto altro ancora.

COMUNICATO STAMPA

Share.