Perché la zuppa di cozze è il piatto tipico del giovedì santo?

0

Il giovedì santo la tradizione cattolica ricorda la cerimonia della lavanda dei piedi e l’ultima cena di Gesù. In questo giorno a Napoli si usa preparare la Zuppa di Cozze, pietanza che secondo il sito del Gambero Rosso trova la sua origine al tempo di re Ferdinando I di Borbone, golosissimo di pesce, di frutti di mare e di cozze che lui stesso pescava nelle acque sotto Posillipo. Spesso preferiva farsele preparare in maniera piuttosto sontuosa con una ricetta di sua invenzione (cozzeche dint’a’ connola) ma dovette accettare l’ammonimento di un suo frate che gli consigliava di non eccedere con peccati di gola, almeno durante la settimana santa. Il monarca, furbescamente, per non rinunciare alle sue cozze tanto gradite ordinò ai cuochi di preparargli, il giovedì santo, prima di recarsi a via Toledo per lo struscio di rito, i mitili con una preparazione meno sontuosa e si fece servire in tavola la zuppa di cozze con pomodoro e salsa forte di peperoni. La notizia uscì dalle cucine di palazzo e si diffuse per la città, e da quel giorno nessun napoletano, seguendo l’esempio del proprio sovrano, rinunciò alla gustosa zuppa.

Share.