Piste ciclabili, a breve un seminario informativo al Coni Caserta per approfondire i progetti elaborati con l’ANCI

0

Una nuova linea di finanziamenti per le piste ciclabili ed i ciclodromi ed inoltre una rilevante disponibilità di fondi a disposizione degli Enti locali per abbattere totalmente gli interessi sui mutui: queste le positive novità scaturite dal recente protocollo d’intesa tra l’Istituto per il Credito Sportivo e l’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) , che è stato illustrato presso la sede del Coni di Caserta dal rappresentante dell’Istituto del Credito Sportivo della Campania Giuseppe Ranieri ai dirigenti dell’Ente, guidato dal Delegato Michele De Simone.

Organizzeremo a breve seminari informativi per gli amministratori dei Comuni interessati e i nostri dirigenti territoriali – annuncia il dirigente Coni – per informare più compiutamente sulle nuove e interessanti linee di finanziamento, già anticipate dal presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo Andrea Abodi nel convegno regionale a Salerno un mese fa e nell’incontro dei giorni scorsi a Napoli”.

Queste le anticipazioni sui nuovi protocolli d’intesa: quello tra Anci e Federazione Ciclistica Nazionale prevede la messa a disposizione degli Enti locali di 9 milioni di euro di contributi per abbattere totalmente gli interessi di 50 milioni di euro di mutui a tasso fisso, della durata di 15 anni, destinati a finanziare investimenti sulle piste ciclabili, i ciclodromi e le loro strutture di supporto in possesso delle caratteristiche previste dal programma.

I beneficiari potranno distribuire le agevolazioni ottenute anche su mutui di durata fino a 25 anni. I progetti, definitivi o esecutivi per essere ammessi a contributo devono essere muniti di parere favorevole rilasciato dal Coni.

L’altro protocollo d’intesa tra l’istituto per il Credito Sportivo e l’Anci mette a disposizione degli Enti locali 18 milioni di euro di contributi per abbattere totalmente gli interessi di 100 milioni di euro di mutui a tasso fisso, della durata di 15 anni. I progetti definitivi o esecutivi per i quali è possibile richiedere l’ammissione a contributo devono essere relativi a: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole, ivi compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva. I beneficiari potranno distribuire le agevolazioni ottenute anche su mutui di durata fino a 25 anni. I progetti, definitivi o esecutivi, per essere ammessi a contributo devono essere muniti di parere favorevole rilasciato dal Coni.

COMUNICATO STAMPA

Share.