“Premio Industria Felix”, premiate quattro eccellenze industriali casertane

0

La Cerimonia di conferimento dei premi si è svolta ieri mattina a Roma, nell’Aula Chiesa della Luiss di viale Romania 32.

Il “Premio Industria Felix”, il Lazio e la Campania che competono (organizzata dall’omonima Associazione culturale Industria Felix in collaborazione con Cerved, Infomation Solutions SpA, con i patrocini dell’Università LUISS Guido Carli, Unindustria Roma-Frosinone-Latina-Rieti-Viterbo, Confindustria Campania e Ansa), riconosce importanti primati provinciali e regionali delle aziende, raggiunti attraverso migliori performance gestionali e primati di bilancio provinciali e regionali.
In relazione ad un’inchiesta realizzata su circa 73mila bilanci dell’anno 2016 in collaborazione con il Centro Studi Economici di Cerved (primario operatore italiano nell’analisi e nella gestione del rischio di credito e una delle principali agenzie di rating in Europa), dopo aver analizzato 9.580 bilanci di società di capitali con sede legale nel Lazio e fatturati/ricavi compresi tra i 2 milioni e i 68,4 miliardi di euro e 6.752 bilanci di società di capitali con sede legale in Campania e fatturati/ricavi compresi tra i 2 milioni e i 2,1 miliardi di euro, l’Associazione Culturale Industria Felix, ha consegnato questa mattina ad aziende laziali e campane, un importante riconoscimento, il “Premio Industria Felix”.
Tra le aziende campane premiate, quattro eccellenze industriali casertane associate a Confindustria Caserta: Lapo Compound Srl guidata dalla Dott.ssa Clelia Crisci, Lillo Spa rappresentata dal Cav. Lav. Patrizio Podini, la Lsm Srl diretta dal Dott. Angelo Schettino e la Proma Spa, capitanata dal Cav. Lav. Nicola Giorgio Pino.
Lo studio è stato presentato dal giornalista e capo struttura di Rai 1 Angelo Mellone; tra gli intervenuti anche il direttore marketing di Cerved Valerio Momoni, il direttore generale della Luiss Giovanni Lo Storto, il vicepresidente di Confindustria Campania Filippo Liverini e il presidente di Unindustria Filippo Tortoriello. Dallo studio nel Lazio è emerso che il campione analizzato ha fatturato 560 miliardi con 1,3 milioni di addetti (+4,8% rispetto all’anno precedente) e ha registrato 86,8 miliardi di Mol, mentre le imprese con segni postivi sono il 78,3% per il Roi e l’83,4% per il Roe, l’83,8% è in utile e il 64,5% delle aziende ha avuto un fatturato in crescita rispetto all’anno precedente. Dallo studio in Campania, invece, è emerso che il campione analizzato ha fatturato 72,8 miliardi (+12,8% rispetto all’anno precedente) con 272mila addetti (+13,0%) e ha registrato 4,7 miliardi di Mol, mentre le imprese con segni postivi sono l’84% per il Roi e il 90,1% per il Roe, il 90,4% è in utile e il 65,3% delle aziende ha avuto un fatturato in crescita rispetto all’anno precedente.
Industria Felix è stato soprattutto un evento di networking dedicato all’informazione economico-finanziaria ed è tra i primi in Italia a rilevare i dati dell’economia reale fondamentalmente di Pmi e Grandi imprese.

Comunicato stampa

Share.