Santa Maria Capua Vetere, Francesco Bruni incanta il pubblico con ‘Tutto quello che vuoi’

0

Memoria e poesia, cinema e magia ieri sera all’arena spartacus Amico Bio nell’ambito del penultimo appuntamento della rassegna “Dall’arena allo schermo”, ideata e realizzata dall’associazione Arthmòs in collaborazione con Amico Bio e Radio Zar Zak.

Protagonista della serata la pellicola firmata da Francesco Bruni “Tutto quello che vuoi”, la storia di un anziano poeta affetto da Alzheimer che viene assistito da un giovane e l’avventuroso viaggio di quest’ultimo a ritroso negli anni della guerra e nella memoria dell’uomo.

<<Quando ho scritto questa storia – ha raccontato il regista Bruni – che prende le mosse da una vicenda che mi riguardava da vicino, mio padre era ancora vivo. Man mano che procedevo nella scrittura e nella realizzazione del film andavo a sfiorare qualcosa di estremamete delicato e personale ma andare a toccare esperienze mie personali è sempre stato il procedimento creativo che preferisco. Sono partito da un dato autobiografico, la malattia di mio padre, e ho cercato di trasformarlo in un racconto romanzesco>>.

Non ha lasciato spazio ai silenzi il regista che dopo la proiezione si è trattenuto a parlare con il pubblico presente sempre più attento e curioso. Memoria e poesia temi decisivi non senza uno sguardo al futuro, Francesco Bruni infatti ha raccontato che questa estate scriverà una storia, partendo nuovamente da una sua esperienza personale, una malattia che lo ha tenuto in ospedale diversi mesi tentando di cogliere gli aspetto umoristici di ciò che gli è accaduto.

E alla domanda su come descriverebbe la rassegna non ha esitato: <<Mi ha colpito questa grande partecipazione quindi direi popolare e raffinata, sono questi gli aggettivi che la rappresentano>>.

Prossimo appuntamento giovedì 2 agosto con “The constitution – Due insolite storie d’amore” di Rajko Grlic.

COMUNICATO STAMPA

Share.