“Uniti per Alife”: comizio infuocato ieri, stasera la chiusura. Cirioli: “Il 10 giugno dovete scegliere o Alife o il passato”

0

ALIFE – Ancora poche ore al termine di questa accesa campagna elettorale 2018. L’appuntamento per la chiusura è per stasera, quando la squadra di “Uniti per Alife”, secondo il sorteggio effettuato, farà il suo appello al voto dalle 20:00 alle 21:00 presso Piazza della Liberazione.

Intanto si è tenuto ieri sera, 7 giugno, l’ultimo comizio del candidato sindaco Salvatore Cirioli che, insieme ai suoi candidati, ha parlato del progetto già avviato nel 2016.

Accorati gli interventi dei nuovi candidati Oreste Salomone, Diamante Pitò e Adele Santagata. Sostenitori di “Uniti per Alife” sin dalla nascita del progetto. Candidati che nel corso di questi anni ci hanno creduto così tanto da esporsi stavolta in prima persona per il bene comune.

A ricapitolare tutto il percorso amministrativo e progettuale il candidato Gianfranco Di Caprio che non ha tralasciato nessuna cosa fatta e nessun punto del corposo programma. “Durante la nostra brevissima vita amministrativa, – ha precisato Di Caprio – abbiamo portato a termine 46 delibere di Consiglio Comunale, 38 delle quali votate favorevolmente anche dall’opposizione”.

Poi l’atteso intervento del candidato sindaco Salvatore Cirioli che ha trattato con ironia bonaria ma arguta e certe volte anche amara la necessità di dimenticare un passato che tanto male ha fatto ad Alife. Ha continuato evidenziando la necessità di guardare avanti, di guardare a quel necessario rinnovamento già cominciato e solo da concludersi.

Quando ad un certo punto dal pubblico è intervenuta la moglie di un ex primo cittadino di Alife che ha iniziato ad inveire contro il candidato sindaco Salvatore Cirioli e contro i cittadini presenti invitandoli a vergognarsi. Animata la reazione dei presenti contro di lei. Solo dopo alcuni minuti l’intervento di un suo amico che l’ha allontanata.

“Il 10 giugno dovete scegliere o Alife o il passato”. Questo l’accorato appello di Salvatore Cirioli.

Share.